Il boss di EA Games , Frank Gibeau , ha dichiarato che all’interno della compagnia le aspettative per Mirror’s Edge erano piuttosto basse. Contrariamente a ciò, una volta uscito il titolo di Faith, le vendite sono state piuttosto soddisfacenti, ben oltre le previsioni.

Il multiplayer è una parte importante nei giochi di oggi, e la sua assenza, assieme alla difficoltà, alla narrativa e alla curva di apprendimento erano le cose di cui eravamo più preoccupati “, ha dichiarato Gibeau a Develop. Tali dichiarazioni seguono le passate affermazioni di John Schappert , sempre di EA, che ammise che sia Dead Space che Mirror’s Edge non ebbero il supporto economico voluto da parte di EA. Anche per l’horror spaziale di Visceral i dubbi di EA riguardavano l’assenza del comparto multiplayer, il che supportava la volontà della casa dei vari FIFA di non puntare troppo in senso economico.

Ricordiamo che per entrambi i titoli sono previsti dei sequel: per Dead Space l’attesa si protrarrà fino a gennaio-febbraio, mentre per il secondo Mirror’s Edge manca ancora l’annuncio ufficiale, ma è già stato confermato a più riprese che il titolo avrà un seguito.

Articolo precedenteFinal Promise Story in immagini
Prossimo articoloNintendo e il Black Friday: i risultati
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.