Gun Loco è un titolo che ben si discosta da quello che abitualmente viene considerato uno sparatutto in terza persona. Il gioco, destinato ad approdare su Xbox 360, vedrà la luce nel 2011 ed avrà come punto cardine del gameplay la modalità multiplayer che ben si sposa con le meccaniche di gioco. Mostrato di recente in occasione del Tokyo Game Show 2010 , Vi riportiamo le nostre prime impressioni su questo stravagante titolo.

Square Enix si da alla pazzia

Abituati soprattutto a jrpg ambientati in mondi fantastici, con trame di spessore e tagli cinematografici in grado di appassionare e coinvolgere, stavolta Square Enix ci porterà in un universo completamente diverso. Ci troviamo in un carcere ormai in disuso e nel caos, privo di guardie ed “abitato” da maniaci assassini con la sola voglia di scappare.

Da quanto hanno fatto trapelare i trailer, il ritmo di gioco proposto dagli sviluppatori sarà altissimo e diviso in fasi di sparatorie in spazi apparentemente aperti e vasti e combattimenti corpo a corpo a dir poco originali.

Molto difficile aspettarsi una trama profonda e coerente da un titolo del genere, ma sicuramente una bozza di storyline non mancherà. Di certo, come suggerisce il trailer, gli obiettivi principali saranno due: sopravvivere e scappare.

Se la seconda ancora non è stata sostanzialmente svelata nè da video nè da dichiarazioni dei developers, la prima è ben chiara da subito.

Gruppi di sbandati carcerati vestiti a carnevale faranno di tutto per eliminare i concorrenti nelle più disperate delle sparatorie, cercando di marcare molto l’aspetto strategico.

Pare infatti che gettarsi nella mischia senza un riparo adeguato sarà una mossa presto respinta con la morte del giocatore, inoltre il team di carcerati che avremo al seguito, mossi da un’IA coraggiosa e feroce suggeriscono come il lavoro di squadra sarà fondamentale per sopravvivere agli attacchi delle altre mini-bande presenti nel carcere.

La struttura di gioco sembra essere aperta con la possibilità di guidare ogni sorta di veicolo ed utilizzare armi speciali come lanciagranate, bombe e fucili pesanti. Permane però una certa linearità nell’andamento del gioco e degli obiettivi, anche se gli scontri a fuoco votati allo spettacolo come ben si capisce dai trailer potrebbero spezzare la noia sul nascere.

Com’è chiaro, il gioco punterà molto sul multiplayer fino a dodici giocatori in comtemporanea, andando a colmare qualche lacuna dell’IA che muove gli alleati.

Trasuda follia

Che Gun Loco voglia essere un titolo diverso ponendo l’accento sulla pazzia e sul ritmo esagerato lo dimostra anche lo stile artistico creato dai ragazzi di Square Enix .

Ben lontano dal fotorealismo e dalla grafica pompata, il videogame porta su console Xbox 360 personaggi a dir poco impazziti, strambi e vestiti in modo a dir poco stravagante, marcando come già detto il clima esagerato di squilibrio e pazzia di cui ci è solito nutrirsi un carcere.

Personaggi bizzarri dunque, che spaziano dal pappone al tizio con la mazza da baseball, il maniaco con la maschera e il sexy playboy, tutto riprodotto con volti in cel-shading, tonalità accattivanti e vivaci e stile pesantemente ironico e volutamente sopra le righe.

Per quanto riguarda il comparto grafico non aspettatevi granchè: probabilmente, per volontà di non appesantire più di tanto il gioco molto fluido e adrenalinico, Square Enix ci proporrà un universo ludico dettagliato ma con scarsa qualità a livello di modelli poligonali. Il carcere sarà ben realizzato e gli scontri a fuoco curati, anche se dai trailer apparasi finora sono emersi effetti particellari alquanto mediocri.

Waiting for this “crazy game”

E’ di certo molto presto per bocciare il comparto grafico di Gun Loco, ma indubbiamente sentiamo di promuovere la formula di gameplay proposta da Square Enix che, si spera, sembra rappresentare la vera colonna portante del gioco, tale da portare una bella ventata di originalità e freschezza all’interno del genere. Questo sparatutto, mosso da folli esiti e protagonisti alquanto carismatici, è indubbiamente da osservare con un occhio di riguardo, perchè potrebbe davvero rivelarsi una piacevole sorpresa di questo fine 2010.

- Advertisement -
Articolo precedenteNyxQuest: Kindred Spirits
Prossimo articoloActivision annuncia Nascar 2011
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.