Il calcio è lo sport simbolo dell’Italia, godiamo di una fiorente storia calcistica che ha rinominato il nostro massimo campionato come “il Campionato più bello del mondo”; com’è noto, il sogno di un tifoso è sempre quello di vedere la propria squadra del cuore vincere, vincere ed ancora vincere, ma non tutti vogliono realizzare l’obiettivo come di consueto: affianco dei popolarissimi FIFA e PES (Pro Evolution Soccer), che ti permettono di calzare i panni dei giocatori e tastare il campo di gioco, c’è chi preferisce vivere il calcio dalla panchina, gestire una società, far crescere nuovi talenti e condurre memorabili campagne d’acquisti. Per questi ultimi è stato concepito Football Manager: serie annuale più quotata nel genere, iniziò a prendere voga agli albori del 2000-2001, quando sbarcò su Playstation ed era curata da Codemasters, fino ad arrivare a consacrarsi nel 2008-2009 su Pc (questa volta per opera di SEGA), dopo una rispettabile comparsa su Playstation 2 dal 2003 al 2007. Oggi, Football Manager 2009 e 2010 contano ancora un mucchio di giocatori e fan-forum, tutti accomunati dalla passione di voler vivere il calcio sotto un’altra prospettiva.

Ma anche quest’anno è arrivato, una nuova stagione calcistica è iniziata, EA e Konami hanno iniziato la loro battaglia per quale produrrà il miglior calcistico, dal canto suo, SEGA, incontrastata, è pronta a lanciare Football Manager 2011 , esclusiva Pc ed in versione “Handheld” per Psp.

Calcio e Burocrazia

Come da copione, anche in questa prossima stagione 2010/2011, vestiremo i panni di un manager alla guida di una squadra di club o nazionale, da inizio anno od in corsa, dovremmo rispettare gli obiettivi societari, costruire una buona squadra con il calciomercato, fare interviste, curare quotidianamente la forma e gli allenamenti dei giocatori, gestire contratti ed ogni sorta di aspetto manageriale di una società. Insomma, Football Manager non si smentisce ed offre un’esperienza coinvolgente e realistica al 110%.

Quest’anno gli sviluppatori hanno voluto fare di più: constatato che il “sistema” è più che apprezzato dal pubblico, non ha apportato stravolgimenti, bensì hanno approfondito ed allargato alcuni fattori: l’IA dei procuratori e le forme dei contratti sono stati notevolmente migliorati e resi più realistici, frutto di studi sul campo reali effettuati dai produttori; anche lo stesso calciomercato è stato migliorato, non solo la classica offerta ed il conseguente botta-risposta, le trattative si potranno avviare tramite contratti telefonici ed incontri in sedi opportune, ovviamente tutto volto all’obiettivo di rendere l’esperienza di gioco maggiormente realistica.

Ma non solo maggior realismo, anche un ampliamento del database (squadre e calciatori) stesso: di per sé rinnovato ed aggiornato completamente con tutti i trasferimenti del passato mercato estivo, ora vanta persino delle cosiddette “squadre 2” e di ogni Coppa mancante nelle scorse edizioni; lo stesso sistema per elaborare tattiche e moduli è stato esteso e reso maggiormente intuitivo, ovviamente senza intaccarne le potenzialità.

Le partite, rimaste intatte in tutto e per tutto a quelle delle versioni precedenti, saranno ancora affiancate da una modalità 3D (nella quale è stata sensibilmente migliorata la grafica, soprattutto nei dettagli) e da un’altra più minimalista – la versione Handheld gode solamente di quest’ultima, sono state affinate nelle caratteristiche, ora completamente consultabili per ogni singola azione compiuta dal giocatore nell’arco dei 90 minuti. Ovviamente, ogni sportivo sa che allenamento e preparazione alla partita sono fondamentali, e gli sviluppatori hanno promesso novità anche riguardanti queste due nuove modalità, sempre mantenendo il filone di pensiero del “facile ed efficace”.

Fuorigioco!

Come tutti sappiamo, il successo di una squadra dipende da molti fattori e non conta solo ciò che accade sul campo di gioco. Come già sopra accennato, a complicarci le trattative ci penseranno i “nuovi” procuratori con un’IA più aggressiva ed i giornalisti non saranno da meno: più di 150 nuove figure, che si aggiungono alle 500 già esistenti; come se non bastassero i media, il rapporto con i singoli calciatori ed i nostri dirigenti è stato approfondito al punto di permettere dialoghi con ognuno per spronarlo, rimproverarlo o complimentarlo.

Rimane una nuova modalità tutta da scoprire: la Dynamic League Reputation, una sorta di registro nel quale vengono annotati tutti i nostri risultati, in grado di far crescere od abbassare la popolarità sia del proprio team che della lega stessa nella quale gioca. Attenzione a quest’esperimento di SEGA che potrebbe rivelarsi davvero interessante…

Infine, una nota di merito va al nuovo layout più semplice ed intuitivo, ed al sistema di filtraggio news alleggerito e completamente personalizzabile tramite i classici abbonamenti.

Verdetto Finale

Il re dei manageriali è pronto a proporsi come tale anche quest’anno.

Le novità apportate non stravolgono quanto di buono seminato, ma vanno ad arricchire la sostanza finale del raccolto rendendolo decisamente appetibile!

Un’ottima strategia di mercato che di certo non deluderà i fans storici, dato che le basi del gioco sono sempre le solite, ma accontenterà chi invece vorrebbe vedere novità e cambiamenti ogni anno.

Il titolo è studiato per Pc, non per Psp, sfortunatamente quest’ultima gode di qualche handicap rispetto alla versione “madre”: su tutti un database ridotto e la mancanza di alcune modalità di contorno ed un comparto tecnico sicuramente ridimensionato.

Con la speranza di metterci sopra le mani al più presto, ci aspettiamo che gli sviluppatori continuino per la giusta strada, elevando questo Football Manager 2011 a miglior capitolo della serie.

- Advertisement -
Articolo precedenteSony cerca esperti di Android
Prossimo articoloArcania: Gothic 4 – Anteprima
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.