Ubisoft ha partecipato a quest’edizione della GamesCom presentando tutti i suoi titoli di punta che usciranno nell’arco delle feste natalizie. Tra i titoli spuntano nomi come Assassin’s Creed Brotherhood, il ritorno di Driver con San Francisco e infine Ghost Recon Future Soldier, ultimo capitolo dello sparatutto tattico in terza persona ambientato nell’universo concepito dalla mente dello scrittore Tom Clancy. Il titolo è stato presentato in una demo dimostrativa all’E3 di Los Angeles dello scorso Giugno.

Come abbiamo visto nelle precedenti edizioni del gioco, la storia ruoterà attorno alle missioni dei membri dell’unità scelta Ghost Recon. Il giocatore impersonerà Kozak, la nuova recluta di un’unità d’elite che rappresenta l’unica possibilità d’intervento degli Stati Uniti per sventare un colpo di stato nazionalista che ha rovesciato il presidente russo in carica.

Sneaking mission

Il gruppo di soldati scelti avrà a disposizione, per questa occasione, una serie di evoluzioni tecnologiche che racchiudono tutte le caratteristiche del soldato del futuro: potenza, adattabilità ad ogni ambiente naturale e forza cognitiva. Il team Ghost ha ricevuto un duro addestramento per affrontare ogni tipo di combattimento, in qualsiasi condizione ambientale, lavorando in completa invisibilità. Proprio quest’ultima caratteristica rappresenta la novità più importante e al tempo stesso più innovativa del titolo. Il soldato con cui ci muoveremo in quest’universo, tormentato da un’interminabile guerra, avrà la possibilità di muoversi equipaggiato con armamenti futuristici, attualmente disponibili solo in fase di prototipo; alcuni di essi gli consentiranno di muoversi in completa invisibilità grazie ad un dispositivo di camuffamento ottico. Quest’elaborato equipaggiamento permette ai soldati Ghost di individuare e colpire gli obiettivi anche nelle zone di guerra più complesse e rischiose nel mondo. Tra le dotazioni che abbiamo potuto notare dalla versione dimostrativa, mostrataci durante la presentazione, è presente un esoscheletro che potenzia notevolmente le capacità fisiche dei soldati, consentendo loro di correre, saltare, scivolare e calciare con maggiore potenza e più velocemente rispetto a qualsiasi altro essere umano. Il livello che ci è stato mostrato illustra lo svolgimento di una delle missioni presenti all’interno del gioco, in cui il nostro team si muove silenziosamente in territorio nemico e, sfruttando l’invisibilità, riesce a far fuori tutte le sentinelle presenti nell’area. I soldati sono, infatti, letali nel combattimento ravvicinato e possono far fuori ogni soldato nemico che non ne scorge la loro presenza. Ma i soldati del team Ghost non possiedono soltanto un equipaggiamento che ne amplifica le doti fisiche, ma hanno la possibilità di pilotare dei droni da combattimento aerei e terrestri dotati di armamento pesante, al fine di risolvere gli scontri più complessi. La tattica di guerra in Ghost Recon Future Soldier è divenuta ancora più importante. Gli sviluppatori hanno infatti pensato di incrementarne le potenzialità dandoci la possibilità di coordinare gli scontri, scegliendo, ad esempio, la formazione con cui schierare il nostro team, facendoci aiutare dai nostri amici o dai soldati guidati dalla cpu, dotati di un ottima’intelligenza artificiale.

Multiplayer

Per quanto riguarda il reparto multigiocatore del gioco, in Future Soldier potremo partecipare ad emozionanti sfide 8 contro 8, scegliendo tra diverse classi, ognuna delle quali si avvarrà di ben quattro abilità diverse. Gli scontri online si arricchiranno delle novità che hanno accompagnato la modalità single player. Potremo, infatti, utilizzare l’equipaggiamento futuristico in dotazione ai soldati del team Ghost e pilotare i distruttivi droni.

Conclusioni

Ghost Recon Future Soldier godrà di tantissimi cambiamenti a livello di gameplay, una storia che sfrutta il sempreverde tocco di Tom Clancy, una grafica ad alti livelli ed un comparto multiplayer rinnovato che offrirà sfide a 16 giocatori e una modalità campagna in cooperativa con altri amici. Il nuovo aspetto tattico che la dotazione dell’equipaggiamento permette, soddisferà le esigenze degli appassionati della serie e allo stesso tempo potrà incuriosire gli appassionati di sparatutto. L’appuntamento è fissato verosimilmente per il primo trimestre del prossimo anno. Stay tuned!

Articolo precedenteDragon Age 2
Prossimo articoloTekken vs. Street Fighter si mostra
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.