Segue la soluzione completa di Saw: i paragrafi sono stati suddivisi in base a particolari areepuzzle da risolvere in modo abbastanza intuitivo.

TRAPPOLA

Ruotate l’analogico (o spostate il mouse) nel senso indicato dalla freccia in basso allo schermo. Non fatelo troppo velocemente perché i controlli potrebbero non rispondere a dovere. Fate attenzione ai tasti che vi verrà chiesto di premere e stiate attenti a continuare a muovere l’analogico senza fermarvi.

Una volta liberi chiudete le tre porte dei bagni. Posizionatevi di fronte allo specchio, sulla sinistra. Noterete che unendo i segni sulle porte a quelli sullo specchio si potrà leggere chiaramente il numero ‘437’. E’ la combinazione del lucchetto che blocca la porta d’uscita: non vi resta che inserirla per uscire.

BAGNO

Siate rapidi a raggiungere il water in fondo alla stanza e infilate il braccio nella tazza senza troppi complimenti. Afferrate il fusibile sfruttando l’analogico e piazzatelo nel pannello dell’elettricità per liberare il prigioniero. Premete il pulsante vicino la porta per sbloccarla e proseguite anche voi. Attraversate il corridoio che vi si parerà davanti prestando attenzione ai pezzi di vetro sparsi sul pavimento. Aprite l’armadio sulla sinistra e recuperate la fiala curativa. Proseguite ed equipaggiate l’accendino per farvi strada nell’oscurità finché non arriverete in una stanza dove c’è una scala a pioli. Usatela per salire. Proseguite e se volete date un’occhiata ai documenti del manicomio posizionati su un bidone. Continuate ad avanzare e raccogliete il nastro per far sì che Jigsaw sblocchi l’unica porta d’uscita. Attraversatela e, non appena varcherete la soglia, sarete colpiti dal tizio che avete liberato qualche istante prima. Siate rapidi a raccogliere il tubo nel bidone e a massacrarlo. Una volta ucciso frugate tra la sua biancheria intima e troverete una chiave. Usatela per aprire la porta d’uscita e raggiungete quella di fronte: fate attenzione alla trappola e siate pronti a premere il tasto richiesto.

Raggiungete la piccola sala operatoria di fronte a voi e rovistate nel carrello per recuperare un chiodo. Dunque uscite dalla stanza e scassinate l’unica porta chiusa del corridoio attraverso il sottogioco. Una volta aperta attraversate i corridoi abbastanza spediti ignorando la porta chiusa (almeno per ora) sulla sinistra fino a raggiungere una porta in fondo dotata di trappola.

Arriverete in una stanza con una porta chiusa sulla sinistra. Prendete quella a destra e notate il pannello di fusibili. Ignoratelo e sfondate il muro danneggiato di fronte a voi. Attraversate la breccia e recuperate i fusibili nei porta-archivi. Tornate indietro e riparate il pannello per sbloccare la porta chiusa.

SALA OPERATORIA

Entrate nella sala operatoria e noterete che vi sono quattro corpi al centro della stanza. Uno di essi contiene la chiave per uscire dalla stanza. Vi basterà visionare le radiografie contro i muri per scoprire che il vostro uomo è Arney Faulkner, che potrete riconoscere dal cartellino appeso al piede. Sezionatelo accuratamente col bisturi e raccogliete la chiave.

Una volta recuperato l’oggetto Jigsaw sbloccherà una porta. Attraversatela e seguite il corridoio che vi ricondurrà all’atrio da dove eravate venuti. Ritornate sui vostri passi e usate la chiave sulla porta che in precedenza avevate ignorato.

Attraversate quindi il corridoio camminando in equilibrio sulla trave (attenti perché i controlli non aiutano: cercate di effettuare un movimento rigido in avanti)

ATRIO

Proseguite sicché non arriverete ad un atrio con dei monitor. Aprite l’unica porta sbloccata e seguite il corridoio tenendo la destra. Entrate nella stanza con le vetrate e tenete a mente la posizione del pannello elettrico, per ora inutilizzabile. Rovistate tra casse e quant’altro e attraversate l’unica porta interna alla stanza.

Percorrete l’unica strada possibile fino ad arrivare in un corridoio con un bancone. Leggete i documenti che vi sono sopra e se volete prendete una delle armi che c’è dietro.

Procedete e camminate in equilibrio sulla trave in fondo. Arriverete in una stanza con un montacarichi in disuso. Prima di scendere giù, se volete, potete effettuare una piccola deviazione a destra, entrando nei bagni. Fate solo attenzione alla trappola piazzata sulla porta: Jigsaw non vuole che facciate i vostri bisogni. Raccogliete quello di cui avete bisogno tra le toilette e tornate al montacarichi, scendendo.

OBITORIO

Una volta scesi giù e arrivati all’obitorio, guardate il video di Jigsaw nello schermo e subito sulla destra cercate un fusibile tra gli archivi. Usatelo sul pannello mal funzionante sulla sinistra: illuminerete per pochi secondi l’obitorio, evidenziando la vernice fluorescente di Jigsaw al buio. Guardatela abbastanza da lontano e vi accorgerete che traccia il disegno di una pistola: è il simbolo che dovete cercare tra le varie nicchie dell’obitorio. Aprite la porticina con lo stesso simbolo e raccogliete l’accoppiatore. Allontanatevi immediatamente dalla stanza perché in dieci secondi esploderà tutto. L’esplosione aprirà una breccia che darà su dei bagni dove troverete un po’ di equipaggiamento utile. Tornate al montacarichi e noterete che magicamente si è aperto un vano dal quale potrete tornare facilmente al pannello elettrico. Cercate di ammazzare il tossico che bazzica per il corridoio perché a causa di un bug potrebbe tagliarvi la strada più avanti. Arriverete in una stanza con una scala: rovistate un po’ tra gli archivi e poi usatela per salire. Procedendo tornerete da dove eravate venuti tramite una porta precedentemente sbarrata: tornate ancora una volta sui vostri passi fino al pannello elettrico. Apritelo e ruotate i connettori in modo da illuminare tutte le lampadine. Questo sbloccherà la porta nella stanza di fronte.

BARRICATE

Attraversate la porta appena aperta e varcate la breccia nel muro. Recuperate il chiodo tra gli archivi e procedete fino a un corridoio. Facendo attenzione al vetro, prendete la prima porta a sinistra, ma fate attenzione allo shotgun. Frantumate il muro come se fosse vostra suocera e oltrepassatelo: finalmente un po’ di fottuta luce!

Seguite le varie stanze finché una sequenza animata non vi avviserà che uno psicopatico vuole farvi qualcosa di spiacevole: chiudete e sigillate con il lucchetto la porta aperta sulla sinistra, e poi spostate la cassa di ferro contro l’uscio per barricarvi; altrimenti, se vi sentite coraggiosi, semplicemente spaccategli la faccia. In ogni modo entrate nella stanza a destra e raccogliete il distintivo sulla scrivania. Si aprirà una porta che darà su una serie di corridoi e stanze. Attraversatele senza troppi complimenti fino ad arrivare in una stanza piena di esplosivi. Inutile dire che avete pochi istanti per salvarvi: frugate tra le casse e gli archivi finché non troverete un fusibile (per la fine del gioco vi regaleranno una laurea in ingegneria elettronica ad honorem), quindi entrate nello sgabuzzino e inseritelo nel pannello di controllo. Uscite e noterete che tre monitor si sono accesi grazie alla corrente, mostrando una combinazione (579). Utilizzatela rapidamente sul lucchetto che sbarra la porta d’uscita e scappate prima di diventare parte dell’arredamento. Raccogliete la chiave sul tavolino e ammirate la bellezza statuaria di Pigface.

AMANDA

Siete tornati nell’atrio. Ora possedete la chiave per il piano di sotto. Aprite la porta e usate le scale finché non arriverete dove Jigsaw tiene intrappolata Amanda. Ora dovrete giocare al piccolo chimico per salvarla dal veleno. Non andate di fretta perché non ce n’è bisogno.

Durante la prima parte del puzzle vi basterà versare antidoto e tossina, alternandoli, cominciando dall’antidoto. La seconda è leggermente più impegnativa: tenete presente che ogni valvola si capovolge automaticamente non appena versate del liquido nel congegno. Tuttavia, ci sono due valvole a cui è necessario accumulare doppia dose di fluido per capovolgersi. Dunque siate cauti e non appena una valvola si riempie di antidoto (o tossina) senza capovolgersi, tenete presente che dovrete aspettare due drenaggi per far sì che una delle due valvole più capienti si riempia: molto più facile a farsi che a dirsi.

Una volta liberata Amanda, potete anche sbattervene altamente della sua esistenza, giacché se la tira un po’ troppo e vi segue ovunque andiate (sì, anche in bagno). Fortunatamente ve la toglierete dai piedi abbastanza in fretta, dal momento che Jigsaw vi separerà di lì a breve. Seguite i vari corridoi fino a delle scale: usatele per arrivare al piano di sotto e assistete al soliloquio di Jigsaw dai monitor. Rovistate tra casse e archivi e, una volta apertasi la soglia davanti a voi, varcatela.

Arrivate in fondo al corridoio e aprite la porta di ferro alla sua fine. Esplorate la stanza in cui vi trovate e assistete nuovamente alle immagini mostrate nei monitor in attesa che si apra una porta. Attraversatela e finalmente vi sarete tolti Amanda dai cosiddetti. Ora che potete dare libero sfogo al vostro ego maschilista arraffate quanto potete da casse e tavoli da lavoro e proseguite, ignorando l’individuo sulla sinistra che vi chiede aiuto, destinato a fare una fine ingloriosa.

Dirigetevi piuttosto verso il barile in fondo: rovistateci dentro e divertitevi a scoprire i piaceri delle cure per la pelle a base di acido, mentre cercate la chiave sul fondo (ma che poi, non era più intelligente rovesciarlo, il barile?). Usate la chiave sulla porta alla sinistra del barile e continuate la vostra maratona per il manicomio: ricordatevi però di rovistare sul corpo all’angolo del corridoio.

Qui verrete istruiti riguardo le Booby Traps: ce n’è una attaccata alla porta a destra. Così come in realtà c’è uno shotgun esattamente dietro la porta in fondo: quindi fate attenzione!

Procedete spediti fino a quando il vapore non vi sbarrerà la strada, quindi ascoltate cos’ha da dirvi Jigsaw e tornate indietro attraversando la porta che si sarà appena aperta.

TRAPPOLA A VAPORE

Non è una sorpresa scoprire che, subito dopo aver letto la memo sulla sinistra, il singor Faccia da Maiale ci faccia fare una fine più o meno terribile.

Appena ripreso il controllo di Tapp guardiamoci intorno, o meglio, sotto il collo: ora abbiamo un bel collarino. Come potremo notare dal messaggio scritto per metà sulla parete e per metà sullo specchio, “l’oscurità illumina”. Senza farci troppe domande sulle implicazioni logiche di cotale affermazione, dirigiamoci, per l’appunto, nella stanza adiacente, ricordandoci di spegnere le luci prima di entrare.

Corriamo verso il water indicato dal simbolo fluorescente sulla parete e rovistiamo tra le siringhe alla ricerca di una chiave. Dopo aver provato anche i piaceri dell’agopuntura, prendiamo coscienza che non ci troviamo in un manicomio ma bensì in un gigantesco bagno termale, e usiamo la chiave appena trovata per aprire la porta chiusa nella stanza precedente, così da proseguire con i trattamenti di bellezza.

Proseguiamo fino a quando non incontreremo un compagno di sventura dotato a sua volta di collarino. Il fato vuole che chiunque possieda un altro collare sia un grave pericolo per la nostra incolumità: più vicino è, più rende probabile l’esplosione prematura della nostra testa. Premuriamoci quindi di sbarrare la porta prima che l’amico si avvicini troppo, e corriamo in direzione a lui opposta per far sì che il nostro collare smetta di suonare. Una volta morto il nostro avversario deviamo temporaneamente a sinistra e scassiniamo la porta al buio: arriviamo fino in fondo al corridoio e notiamo la valigetta di legno, che per ora non potremo aprire.

Continuiamo la nostra gita fino ad arrivare al Janitor’s Office. Saliamo sulla passerella di cemento a sinistra e procediamo fino ad arrivare ad un piccolo corridoio: premuriamoci di disinnescare la Booby Trap in fondo, ma appena oltrepassata riarmiamola.

Da qui infiliamoci nella stanza di fronte (o recuperiamo le siringhe ipodermiche dalla valigetta di pronto soccorso in fondo a sinistra) e rovistiamo tra tutti i contenitori che vediamo finché non troveremo un fusibile. Continuiamo per la nostra strada e avviciniamoci alla breccia nel muro: noteremo che nella stanza successiva il pavimento è elettrificato. Poco male: togliamo la corrente con l’interruttore sulla sinistra e procediamo. Arriviamo in fondo alla stanza e raccogliamo la valvola di metallo.

Subito dopo il filmato assicuriamoci di essere barricati e al sicuro, quindi dirigiamoci verso la spaccatura nel muro e arraffiamo tutto quello che troviamo. Torniamo nella stanza precedente e usciamo dalla porta di ferro, tornando nella lavanderia. Qui affrontiamo i balordi che ci si parano davanti (se abbiamo riarmato la trappola sarà molto più semplice). Deprediamo i corpi di ogni loro avere e ripercorriamo i nostri passi, passando per l’inferriata di ferro. Se vogliamo scassiniamo le porte sulla sinistra e poi andiamo nel corridoio sulla destra: non appena un nemico correrà contro di noi facciamoci indietro e attiviamo l’interruttore sulla sinistra dell’uscio per elettrificarlo.

Attraversiamo il corridoio (possiamo scassinare una porta sulla sinistra) e scendiamo giù dal buco nel pavimento. Raggiungiamo la fine dell’ennesimo corridoio e, dopo essere entrati nella stanza sulla sinistra, verremo intrappolati e avremo un minuto per disinnescare le bombe presenti. Affrettiamoci a raggiungere il ripostiglio per recuperare materiale utile. Poi dirigiamoci verso il pannello di elettricità e completiamo il puzzle per salvare la pellaccia.

Non sarà molto difficile tornare alle tubature e montare la valvola lì dove richiesto, per poter fermare la fuga di gas. Arriviamo fino ad una scala e usiamola per salire.

Strisciamo nel cunicolo con le tubature e scendiamo al piano di sotto.

Saremo in una stanza con una valvola: giriamola per deviare le fughe di vapore. Usciamo dalla porta aperta e buttiamoci sulla sinistra: facciamo però attenzione a un manigoldo che vorrà darci il benvenuto. Continuiamo a muoverci fino a raggiungere una valvola: giriamo anche questa e imbocchiamo la strada appena liberata (quella sulla sinistra). Dunque usiamo la scaletta sulla sinistra per scendere. Da qui potremo utilizzare un’ulteriore valvola che ovvierà un’altra perdita. Adesso possiamo risalire e utilizzare nuovamente la valvola che poco prima ci aveva spianato la strada, in modo tale da poter attraversare il corridoio di destra. Prima di farlo, ricordiamoci di entrare nella stanza con accanto la scritta “Like Rats In a Maze” e prendiamo tutto quello che vi troviamo all’interno, compresi gli ingranaggi (che saranno fondamentali per il proseguio dell’avventura).

Entriamo nel corridoio e seguiamo le frecce dipinte sulle pareti, scendendo nel seminterrato indicato dalla scritta “What Lies Beneath?”. Muoviamoci aiutandoci con l’accendino e raggiungiamo una valvola illuminata da una luce verde: usiamola e fermeremo un bel po’ di fughe.

Ora finalmente possiamo risalire in tutta tranquillità e raggiungere la zona mostrata dal filmato: risolviamo il minigioco e apriamo l’armadietto equipaggiando l’arma al suo interno. Enrtiamo nella stanza accanto e premiamo il pulsante verde sbloccando un passaggio ben visibile attraverso il vetro. Imbocchiamolo e continuiamo a seguire le frecce sui muri, imbattendoci in un altro cunicolo pieno di tubature: stavolta dovremo fare attenzione alle fughe di vapore che potrebbero essere letali.

Procediamo nell’unica direzione possibile fino a che un filmato non ci presenterà il nostro nuovo amico: facciamogli vedere chi è che ha la mazza e perquisiamolo.

NELLA FORNACE

Dirigetevi verso l’ala sinistra dell’area e cercate una tubatura con uno schermo di ingranaggi: usatelo e risolvete il puzzle cercando di collegare i tubi dall’interno verso l’esterno, poi ruotate il tutto fino a far coincidere le uscite con le valvole rosse. Entrate nella stanza di fronte alle tubature e raccogliete la chiave della fornace sul tavolo. Da qui in poi avete due minuti e mezzo per darvela a gambe: tornate da dove eravate venuti senza troppe cerimonie. Fate attenzione alle fughe di vapore e agli oggetti cadenti. Percorrete a ritroso il percorso segnato dalle frecce e per orientarvi usate come punto di riferimento i timer rossi sulle pareti, finché non oltrepasserete un’inferriata contrassegnata da una lampadina rossa. Proseguite e salutate l’amico bidone con l’acido: siete tornati al punto di partenza. Cercate la porta circondata dai monitor e usate la chiave per aprirla, muovendovi tra i corridoi. Prendete la deviazione sulla sinistra e perquisite la stanza dove arriverete. Scassinate la porta chiusa e fate incetta di equipaggiamento. Dunque tornate sui vostri passi e continuate ad attraversare il corridoio fino ad arrivare in una stanza la cui uscita è bloccata dal fuoco. Prestate molta attenzione al vetro e alla trappola piazzata sulla porta a sinistra: oltrepassatela e usate la valvola per fermare il fuoco ma siate rapidi a voltarvi e pestare l’animale che vi salterà addosso: perquistielo e, una volta usciti, scassinate anche la porta sulla destra per entrare in un altro magazzino. Prendete ciò di cui avete bisogno e uscite dal passaggio da poco agibile. Sentirete un tizio che urla: non preoccupatevi, è soltanto il vostro stomaco.

Seguite il corridoio e assistete a ciò che viene mostrato nei monitor nell’attesa che Jigsaw apra le porte che vi condurranno in una stanza. Da qui potrete continuare il vostro cammino e, se lo vorrete, sostituire l’accendino con una fotocamera dotata di flash (noi abbiamo trovato molto più comodo l’accendino). In ogni caso seguite le indicazioni “Furnace Room”, facendo sempre attenzione a rovistare ovunque potete.

Raggiungete i bagni e approfittatene per fare i vostri bisogni e per leggere la scritta riflessa nello specchio.

Dirigetevi nel mattatoio (opposto ai bagni: l’architetto è un genio!) e bloccate l’uscita con uno dei carrelli pieni di carne. Allo stesso modo liberate l’entrata per l’area successiva.

Continuate a seguire le indicazioni e salite le scale fino ad arrivare in una grande area: seguite le fiamme e non appena verrete notati dai nemici voltatevi e riparatevi dietro un armadio di ferro: se guarderete bene potrete piazzare una trappola utile a difendervi. Ammazzate tutti sfruttandola e perquisiteli: uno di loro possiede la chiave della stanza della fornace. Utilizzatela per sbloccare la porta con i monitor verdi e raggiungete una stanza che agli amanti di Saw sarà molto familiare.

J** **ENNINGS

Appena ripreso il controllo di Tapp dirigetevi verso la placca di metallo ai suoi piedi e date un senso alla vostra vita piazzando ingranaggi e collegando i due già presenti. Vi assicuriamo che non è per niente difficile, ma avete pochissimo tempo prima che Jennings si divida in due parti. […]

Non aspettatevi troppa riconoscenza e preparatevi al prossimo test. Vi sarà infatti chiesto di scegliere tra due percorsi: Blind or Sighted.

BLIND

Equipaggiate l’accendino per fare luce e muovetevi molto lentamente: attenti a non avvicinarvi troppo ai barili o esploderete in tanti pezzettini.

Appena entrati proseguite e appena potete girate a sinistra. Da qui, prendendo come punto di riferimento il timer sulla parete in fondo, dirigetevi nel corridoio alla sua immediata destra: scendete le scale e, tenendo la sinistra, raggiungete con cautela l’uscita.

SIGHTED

Tenete la sinistra e salite sulla scala. Muovetevi in equilibrio sulla trave e stringetevi a sinistra. Ricordate, non c’è tempo da perdere, ma state attenti alle vostre mosse o dovrete cominciare tutto da capo. Muovetevi tra le tavole in movimento e fermatevi ogni qual volta credete di non avere abbastanza tempo per passare. Cercate un accoppiatore tra gli archivi e tornate indietro, utilizzandolo sul box di fusibili. Una volta riparato sbloccherete una porta dalla quale potrete uscire.

CONGIUNZIONE

Entrambe le strade conducono ad una porta di ferro in un corridoio. Attraversatela e, alle vostre spalle, sentirete il rumore di un’esplosione. Davanti a voi c’è una porta chiusa: ignoratela e prendete le scale sulla destra passando per la porta in cima. Appena entrati la corrente andrà via: sarà vostro nuovo obiettivo ripristinare l’energia. Tenete la destra ed entrate nella stanza adiacente alle inferriate, rovistando con cura tra gli armadietti. Prendete l’ammoniaca da uno degli archivi, quindi entrate nei bagni adiacenti alla stanza. Ovviamente ogni volta che si va nei bagni è ormai d’obbligo cercare chiavi nei water: rimboccatevi le maniche e prendete la Utility Key. Ricordatevi di lavarvi le mani quando avete finito e scendete al piano di sotto, sbloccando la porta che avevate precedentemente ignorato. Inoltratevi nel seminterrato.

ACQUA CORRENTE

Ignorate il titolo di questo paragrafo e posizionatevi sui segni sul pavimento. Da ognuno di essi otterrete una combinazione, posizionando la telecamera nel modo giusto e allineando le scritte preparate da Jigsaw sui muri. Solo una è quella giusta (435), che potrete ottenere posizionandovi (indicativamente) sul marchio in fondo a sinistra. Dirigetevi quindi verso la gabbia con il lucchetto, e inserite la combinazione. Non entrate ancora ma piuttosto rovistate tra i carrelli per gli attrezzi alla ricerca di un accoppiatore: una volta trovato usatelo sul pannello di controllo interno alla gabbia. Risolvete il puzzle alla vecchia maniera e risalite al piano di sopra.

Entrate nella stanza con le vetrate e schiacciate l’interruttore per sbloccare la porta nel corridoio, ma attenti a un nemico che vi attaccherà alle spalle.

Uscite dalla stanza e raggiungete la fine del corridoio facendo luce con l’accendino.

Arrivati nella stanza con il cadavere e le candele prendete la porta di destra e aspettate che Jigsaw sblocchi l’uscita. Tenete a mente la posizione del ripostiglio sulla sinistra, dove c’è scritto “Utility”, poiché dentro c’è un pannello di controllo. Varcate la soglia in fondo a destra e assistete al suicidio di un povero disperato. Non raccogliete ancora la sua pistola ma piuttosto entrate nella prima stanza a destra, prestando attenzione allo shotgun. Fate lo stesso per tutte le altre stanze, riservandovi quella in fondo a sinistra per ultima. Infatti appena vi entrerete Jigsaw riempirà la stanza di gas tossico e avrete pochissimi secondi per raccogliere tutto l’equipaggiamento di cui avete bisogno e raggiungere l’altro capo della stanza, dove c’è un muro che può essere sfondato. Prima di attraversare la breccia ricordate di raccogliere l’accoppiatore situato su un tavolino.

Sparatevi una siringa ipodermica e spostate la cassa di ferro per liberare la porta, dunque uscite.

Ora siete liberi di raccogliere il revolver (farlo prima avrebbe sprecato proiettili per rompere il muro) e di raggiungere il pannello di controllo per bypassarlo.

Dopo aver giocherellato coi fusibili potete finalmente aprire l’inferriata tramite l’apposito pulsantino accanto. Camminate sulla trave e raccogliete il nastro sul tavolino destro, dopodiché usate le scale per scendere. Proseguite e prendete tutto ciò di cui avete bisogno prima di uscire all’esterno.

AL FREDDO E AL GELO

Appena ripreso il controllo di Tapp disarmate la trappola in direzione della scala e arrampicatevici su. Una volta in cima sparate al tossico (attenti a non bruciarvi) ed entrate nell’edificio. Attraversate i corridoi e attenti perché le booby traps sono numerosissime, qui. Una volta in fondo camminate in equilibrio sulle travi e perquisite le stanze visitabili dal corridoio. L’importante è prendere la porta in fondo sulla sinistra. Essa darà su un corridoio: prendete la porta in fondo a sinistra. Passate per il buco nel muro ma fate attenzione alla booby trap. Arriverete in un altro corridoio (ma che palle!): seguitelo finché il collare non comincerà a suonare. Non avete molta scelta: sparate al malcapitato prima che vi accada qualcosa di veramente brutto. Dunque proseguite e raggiungete l’impalcatura attraversando la finestra.

Una volta scesi in cortile, eliminate i nemici e disinnescate le booby traps fino a raggiungere una scatola di Jigsaw, contenente una chiave. Raccoglietela e usatela per sbloccare la porta d’ingresso.

CEDAR WARD

Infilatevi sulla destra e, una volta nella stanza, prendete la porta in fondo. Continuate fino ad arrivare in una stanza piena di bombe (idea molto originale, non c’è che dire): cercate un fusibile e piazzatelo nel pannello di controllo nel ripostiglio in fondo a destra, in modo tale da poter sbloccare la porta che, oltre a liberare alcuni nemici, aprirà la stanza in cui vi è la combinazione da inserire nel lucchetto della porta d’uscita (838): essa si trova sul lato sinistro della stanza, rispetto all’entrata.

Una volta sbloccata la combinazione ed entrati nella stanza, non vi resta che serrare la porta e aspettare che le bombe esplodano.

Dopo l’esplosione seguite il varco creato dall’onda d’urto e raggiungete le toilet. Ancora una volta dovrete recuperare una chiave da un water. Uscite dalla porta d’ingresso e usate la chiave sulla porta di fronte a voi. Scendete le scale e raccogliete il nastro sulla scrivania. Non appena la porta di ferro si sarà sbloccata entrate nella stanza successiva e ascoltate la registrazione presente anche qui.

Poi procedete a tempo di musica fino al piano di sotto.

LA BELLA STATUINA

Procedete e aprite la porta con la scritta rossa. Cercate un accoppiatore nella prima stanza sulla sinistra: raccoglietelo, e raggiungete il pannello in fondo al corridoio. Una volta riattivata la corrente salite sulla rampa a sinistra e liberate il prigioniero: uccidetelo e distruggete la statuetta sul tavolo per recuperare una chiave. Tornate indietro e assistete a quanto mostrato nei monitor in attesa che la prossima porta si apra.

Seguite il corridoio e, una volta entrati nella stanza, ignorate il simpaticone con la bomba e ripiegate sulla destra. Aprite la porta (armata di trappola) e cercate un fusibile negli archivi. Fate il giro lungo (passando per le stanze) fino ad arrivare alla scatola di fusibili. Rimettetela in funzione e, uscendo dalla stanza, liberate il tipo. Quindi correte e rientrate nella stanza sbarrando la porta dietro di voi, e attivate la corrente per eliminarlo, ma ricordatevi che esploderà nel giro di 2-3 secondi.

Raccogliete il suo accoppiatore e continuate finché non arriverete in un corridoio con una scalinata che da verso il basso. Riparate il pannello di controllo sulla destra e poi entrate nella stanza adiacente, salendo poi per le scale. Avanzate e assistete al filmato nei monitor per poi oltrepassare la porta successiva.

MELISSA SING

Armatevi di sana pazienza e gioioso spirito da buoni samaritani, perché dovrete salvare un’altra capra irriconoscente.

Correte verso il primo puzzle e spostate il magnete nelle direzioni seguenti:

prima destra, poi giù, poi sinistra, poi giù, poi destra.

Dunque spostatevi verso il secondo e procedete con questa sequenza: sinistra, sopra, destra, giù,

sinistra, sopra.

Quindi il successivo: sinistra, sopra, destra, giù, destra, giù, sinistra, sopra, sinistra.

Salite le scale, e una volta in cima, sarete da soli. Andate a sinistra nella stanza buia, e proseguite verso la porta. Raccogliete lo schema delle trappole di gas, e attraversate la porta nelle vicinanze. Spostate la barricata, e attraversate la porta successiva. Ascoltate quello che Jigsaw ha da dire, e poi spostatevi nella stanza blu. Perquisite il cadavere e poi cercate un ingranaggio nei bagni.

Andate via e muovetevi tra le TV. Dirigetevi verso il lato dove si trova l’armadietto di pronto soccorso e arraffate quello di cui avete bisogno. Prendete l’audiocassetta. Cercate tra archivi e quant’altro e proseguite tenendo la destra. Girate a sinistra attraversando il lungo corridoio con le porte chiuse. Fate attenzione alla booby trap nelle vicinanze. Sbloccate la porta e tirate fuori la persona nell’altra sezione. Sbloccate l’altra porta e distruggete il muro pericolante.

Proseguite verso sinistra. Non appena sentirete il collare suonare, tornate velocemente indietro e strisciate attraverso il buco nel muro. Tenetevi a debita distanza finché il vostro avversario non sarà morto. Continuate a muovervi e, salite le scale, fate attenzione alla booby trap. Dirigetevi verso la stanza dalla quale si possono intravedere delle fontane d’acqua, e ascoltate cosa Jigsaw ha da dire.

Ora dovrete risolvere un altro puzzle. Da qui dovrete cercare una scatola tra le quattro stanze (tutte dotate di trappola all’ingresso). Andate nella seconda stanza nella zona blu, facendo attenzione alle trappole. Dunque dovrete risolvere un puzzle con gli ingranaggi. Dunque dirigetevi nella stanza opposta a quella in cui vi trovate. Scassinate la porta ma ricordate che anche questa è dotata di trappola. Continuate a muovervi e cercate un chiodo, poi proseguite finché non sentite di nuovo la voce di Jigsaw.

STANZA DEL PUZZLE

Attraversate la porta, girate a destra e scassinate l’armadietto per cure mediche. Saltate nel buco, assicurandovi di atterrare sul pavimento marrone, e quindi scendete dalle scale. Raggiungete il muro pericolante e rompetelo. Da qui saltate di nuovo in un altro buco nel pavimento e proseguite, preparandovi a scontrarvi col bruto sulla sinistra. Una volta raggiuntolo, cercate di non farvi massacrare troppo ed eliminatelo (meglio usando i pugni o la pistola). Perquisitelo e fate lo stesso col resto della stanza. Recuperate la pistola in quella adiacente (risolvendo il puzzle con gli ingranaggi), dunque perlustrate con cura il ripostiglio e cercate un fusibile. Quando uscite ricordatevi di raccogliere le schematiche delle trappole esplosive, sul tavolino all’ingresso.

Scendete dalle scale nell’atrio e oltrepassate la porta sulla destra, in fondo. Prendete altri fusibili dalla stanza di fronte e montatene uno sulla scatola in fondo al corridoio. Dunque uscite e arrampicatevi sulla scala di metallo, camminando sulle impalcature. Più avanti incontrerete due brutti ceffi: eliminateli prestando attenzione a quello con la molotov.

Superate la zona esterna e, una volta nell’edificio, entrate dalla sinistra. Da una stanza potrete sfruttare il banco da lavoro per creare delle trappole (praticamente inutili), mentre da quella in fondo potrete passare per i bagni ed arrivare fino ad un punto dove il pavimento è crollato: usate la scaletta per scendere.

Prendete la porta in fondo e raccogliete l’audiocassetta. Quindi uscite e superate il cadavere. Non fate caso alla fine che fa il tizio davanti a voi e raggiungete il successivo set di monitor: guardate lo show ed entrate nella porta che si apre.

LA COMBINAZIONE PER IL PEZZO DEL PUZZLE

Procedete per il corridoio senza fare troppo caso allo spettacolo sulla sinistra, dunque tenete la destra e scendete al piano di sotto usando le scale. Attraversate le stanze fatiscenti prestando attenzione ai due teppisti che si stanno ammazzando a vicenda: aspettate che si massacrino e poi finiteli. Esplorate le stanze e attenti alla booby trap dietro il bancone. Ispezionate minuziosamente tutti gli archivi e, quando soddisdfatti, usate la scaletta a pioli in fondo per scendere al piano di sotto e poi quella di fronte per risalire dall’altro lato. Continuate a salire lungo l’impalcatura fino a raggiungere una trave di legno che conduce ad un corridoio: camminate in equilibrio per arrivare dall’altro lato. Proseguite per i corridoi e camminate di nuovo in equilibrio fino in fondo. Girate a sinistra e raggiungete il mattatoio. Da qui avete un minuto per salvare la pellaccia da un’imminente esplosione.

Appena entrati, spostate il carrello sulla vostra immediata sinistra verso la porta, dunque quello che fa angolo con il carrello appena spostato. Subito dopo tirate verso di voi anche quello allineato al secondo carrello spostato, e infine quello che ostruisce l’uscita.

Uscite e spostate la cassa in fondo al corridoio, per poi scendere usando le scale. Una volta giù spostate l’altra cassa e attraversate la porta. Da qui fatevi luce tra i manichini e accendete tutte le luci fino ad illuminare il numero “206” dipinto sulla parete. Quindi avvicinatevi al monitor e attendete che la porta successiva si apra, in modo da farvi strada nella stanza successiva. Camminate sulla trave e procedete sino a raggiungere un corridoio, dal quale procedendo verso il lato destro raggiungerete delle scale: usatele. Ripercorrete i vostri passi e superate le travi fino ad arrivare a una porta serrata: usate la combinazione poc’anzi scoperta per aprirla.

Entrate e uccidete il manigoldo che occupa l’area e raccogliete la scatola di Jigsaw. Da qui continuate a ripercorrere i vostri passi fino a scendere dall’impalcatura da dove eravate arrivati: risalite tra le stanze fatiscenti e cercate una stanza con un televisore acceso.

Osservate le immagini mostrate e perquisite l’armadietto. Attendete che la porta si apra e quindi attraversatela prestando attenzione alla booby trap. Dalla scrivania recuperate la valvola e utilizzatela sulle tubature della stanza precedente, risolvendo il piccolo puzzle proposto. Ricordatevi di bere dalle bottigliette d’acqua sparse per la stanza per evitare una fine prematura.

Una volta sbloccata la porta attraversate la stanza e corridoi dove essa conduce, prendendo l’entrata in fondo a sinistra: da qui potrete risolvere il semplicissimo puzzle che vi chiederà di ricostruire l’immagine di Jigsaw.

OSWALD

Ecco un altro cretino da salvare. Rimboccatevi le maniche e giocherellate con i fusibili dei pannelli sulla destra: niente che non abbiate già fatto, ma stavolta dovrete farlo molto velocemente. Il trucco, se proprio non ce la si fa, sta nel mettere il gioco in pausa e studiare bene la griglia dei fusibili in modo da risparmiare più tempo possibile. I primi due non dovrebbero causarvi troppo problemi: la vera matassa da sciogliere è il terzo pannello. Purtroppo i puzzle di questo genere tendono ad essere casuali, quindi l’unica soluzione in caso di continuo fallimento è sfruttare il tasto pausa.

Usate la scala per salire e non fate tanto caso a Oswald che si fa tagliare in due. Lanciatevi piuttosto nel buco nel pavimento e scendete dall’impalcatura raccogliendo l’audiocassetta sulla scrivania in fondo alla stanza. Usate la porta adiacente e attraversate la soglia apertasi a fine riproduzione per raggiungere un corridoio. Scassinate la porta sulla sinistra e recuperate tutto quello di cui avete bisogno, dunque superate il corridoio e avvicinatevi alle fughe elettriche in fondo facendo attenzione alla booby trap sulla destra. Tenete a mente la posizione della fuga di gas in prossimità della scala.

Prendete la porta sulla sinistra e, una volta nei bagni, riportate la vostra mano lì dove è nata per stare: nella tazza di un water (il water giusto sarà indicato da un segno visibile solo a luci spente). Recuperate la chiave al suo interno e, tornando indietro, aprite la porta di fronte usandola. Usate la scala per scendere e noterete che il collare comincerà a suonare: siate lesti ad eliminare il vostro nemico e attraversate il corridoio facendo attenzione alla booby trap piazzata verso la sua fine. Una volta in fondo girate la valvola rossa e tornate al piano di sopra.

Ora potete usare la scala precedentemente inagibile a causa del gas.

Una volta arrivati su, prendete la porta sulla destra e camminate lungo la trave di legno, proseguendo fino ad arrivare in una stanza dove c’è una porta con un lucchetto, che sarà mostrato durante una sequenza filmata.

Prendete l’altra porta (dotata di trappola) e disarmate la booby trap sulla sinistra. Subito dopo arriverà un nemico pronto a farvi fuori: se ci riuscite riarmate la trappola e usatela contro di lui.

Dunque scorrete le diapositive dal proiettore per scoprire la combinazione del lucchetto: 628.

Usatela e procedete scendendo dalla spaccatura nel pavimento al piano di sotto.

Oltrepassate i monitor e, una volta entrati nel corridoio sulla sinistra, entrate subito nella prima stanza a sinistra e cercate un fusibile nell’armadietto. Tornate al corridoio e da lì raggiungete le celle : entrate nella stanza con le vetrate ed eliminate il nemico (sbarrare la porta dietro di voi è perfettamente inutile).

Riparate il pannello di fusibili (tanto ormai siete veterani) e attivate l’interruttore dietro di voi, sulla parete: sbloccherà un’inferriata che darà su un corridoio, che voi condurrà a sua volta in un altro corridoio, più illuminato. Attraversatelo, girate a sinistra, quindi prendete la prima porta sulla destra, facendo attenzione allo shotgun piazzato dall’altro lato.

Rovistate nel carrello dell’infermeria e recuperate gli ingranaggi, ma non usateli sulla valigetta di Jigsaw presente nella stanza: vi saranno utili per recuperare una pistola qualche stanza più in là. Una volta preso ciò che vi serve spegnete l’interruttore in fondo, liberandovi la strada dall’elettricità.

Salite le scale e, una volta al piano di sopra, raggiungete un grande complesso di stanze semidistrutte. Appena entrati attivate l’interruttore sulla scrivania a sinistra per uccidere l’amico nella stanza con la vetrata, in modo da poter fare man bassa di ogni cosa vi sia nella stanza senza dover ricorrere allo scontro diretto.

Uscite e oltrepassate l’unica altra porta, raggiungendo un corridoio. Procedete finché il collare non riprenderà a suonare e dovrete eliminare un altro concorrente del gioco. Entrate nella stanza da dove è venuto e camminate in equilibrio sulla trave che da sulla stanza successiva, dalla quale potrete raggiungere un’altra area distruggendo il muro pericolante.

Usate la scala per scendere giù dal buco nel pavimento e rovistate un po’ ovunque finché non si aprirà una porta lì da dove eravate venuti. Attraversate l’ennesimo corridoio ed eliminate il malcapitato di turno, attraversando la prima porta sul lato destro e prestando attenzione allo shotgun. Da qui potete raggiungere facilmente la zona da dove eravate giunti, dalla quale ora potrete accedere alla nuova area poc’anzi sbloccata.

Vi troverete in un (sorpresa!) corridoio: prendete la porta sulla destra e spaccate il muro semidistrutto per raggiungere un armadietto contenente una pistola, sbloccabile utilizzando gli ingranaggi.

Tornate indietro continuate il vostro lungo cammino scendendo la scalinata in fondo. Ammirate l’avvenenza di Pigface sulla sinistra o, se preferite, guardate quanto mostrato a video.

In ogni caso, non appena la porta si sarà aperta, avanzate e scendete dalla lunga scalinata in fondo.

PUZZLE DEI CIRCUITI

Razionate con parsimonia i colpi della pistola: presto vi torneranno utili. Una volta scesi al piano di sotto, entrate nel corridoio disseminato di bombe e scattate come dei furetti in calore subito a destra, salendo sugli scalini. Entrate nel piccolo magazzino e disinnescate la booby trap piazzata tra gli scatoloni. Dunque girate a sinistra e inoltratevi nel corridoio delimitato dal reticolato. Una volta in fondo rovistate tra gli armadietti in cerca di un accoppiatore. Subito tornate indietro nel magazzino e bypassate il pannello dell’elettricità.

Non appena avrete finito tornate nel corridoio e questa volta entrate nella stanza di fronte. Ripetete l’operazione (la planimetria è simmetrica), ma stavolta, dopo aver raccolto l’accoppiatore nell’armadietto, assicuratevi di girare la valvola rossa di fronte ad esso.

Dopo aver smanettato sul secondo pannello, Uscite dal corridoio attraversando la porta appena aperta. Dunque assistete alla scena di masochismo incondizionato mostrata nei monitor, in attesa che Jigsaw apra la porta successiva.

Attraversate il corridoio e girate subito a sinistra. Aprite l’inferriata tramite l’interruttore ed eliminate il marrano con la pistola (farlo a mani nude richiederebbe un’infinità di tempo). Da qui in poi rovistate ovunque alla ricerca di tre accoppiatori: sono tutti posizionati casualmente (non è però necessario che li troviate tutti subito: potete anche cercarne uno alla volta). Una volta trovati, dalla porta appena aperta raggiungete il pannello dell’elettricità in fondo e divertitevi a risolvere il puzzle più lungo di tutti i tempi (purtroppo anche in questo caso la disposizione delle lampadine è assolutamente randomizzata).

Quindi tornate all’entrata e, questa volta, prendete la porta a destra del corridoio. Ignorate il gas tossico (se avete molto tempo a disposizione potete anche disattivare la fuga attraverso il puzzle della valvola presente nella stanza) e raggiungete il piccolo pannello in fondo, disinnescandolo. Uscite dalla porta appena sbloccata e raggiungete il pannello successivo. A questo punto non vi resta che tornare indietro e raggiungere la fine del corridoio, uscendo dalla porta appena aperta.

TUBI E FORNACI

Continuate a muovervi seguendo le indicazioni e raccogliete la cassetta audio.

Una volta aperta la porta avvicinatevi alla fornace e bruciate la mano congelata, quindi prendete la chiave. Inoltratevi tra le fornaci e usate la chiave sulla porta in fondo.

Assistete alla sequenza filmata e disinnescate la trappola spostando gli ingranaggi delle tubature (niente che non abbiate già fatto).

Raccogliete l’audiocassetta e una volta aperta la porta salite fino all’ultimo piano. Da qui raccogliete la chiave nel bidone d’acido e usatela per sbloccare l’uscita. Raggiungete la fine del corridoio e scendete al piano di sotto attraverso il buco nel pavimento. Da qui avete due modi di proseguire: saltare una buona porzione di gioco, inserendo la combinazione nel lucchetto che sbarra l’uscita, o trovarla da soli. Nel caso vogliate direttamente superare la porta, saltate i paragrafi successivi fino a “Jeff”.

LAMPADINE

Salite al piano di sopra usando le scale e avanzate tra le candele. Raccogliete l’audiocassetta. Scendete e liberate il nemico. Dunque proseguite e oltrepassate la porta appena aperta.

Continuate a muovervi finché non arriverete ad una scrivania con un documento. Leggetelo e aspettate che si apra la porta. Da qui uscite e tenente la destra, avanzando.

Fate attenzione alla trappola al centro della stanza, dunque attraversate la porta successiva, tenendo presente che anch’essa è dotata di trappola.

Cercate nella stanza degli ingranaggi, e con essi sbloccate la valigetta di Jigsaw. Muovetevi tra le porte e raccogliete ciò che potete dai contenitori. Dovreste poi notare uno specchio con delle scritte.

Una volta trovato un accoppiatore, raggiungete la stanza con la scatola di fusibili e connettete i cavi. Attivate l’interruttore nelle vicinanze quando avrete finito, e quindi proseguite, assistendo a quanto mostrato nei monitor.

Entrate nella stanza con le luci blu. Attraversate la prima porta e cercate tra gli armadietti. Tornate indietro e fate attenzione sulla sinistra: c’è una booby trap. Salite al piano di sopra e superate la trave.

Prendete ciò di cui avete bisogno e scendete al piano di sotto. Oltrepassate la porta e sbirciate attraverso la porta notando i numeri 204. Al ritorno dovreste incontrare uno dei tanti cattivoni di turno: ammazzatelo. Tornate indietro superando nuovamente la trave. Aprite il lucchetto con la combinazione appena scoperta e procedete.

Avanzate tra le porte e fate attenzione a una di esse, che è protetta da uno shotgun. Continuate a muovervi e poi attraversate il buco. Perlustrate l’area e raggiungete il piano di sotto, oltrepassando la stanza dove c’è il kit di pronto soccorso. Girate a destra e raccogliete la valvola e la lampadina. Connettete i tubi.

Superate la stanza con il tizio che vuole ammazzarvi. Tenetevi a debita distanza e morirà di lì a poco. Attraversate la porta oltre la barricata. Spostate la barricata via dalla porta a doppia anta e oltrepassatela. Raggiungete il set di televisori. Muovetevi tra le varie porte. Scendete giù e ammazzate chiunque vi si pari davanti. Scendete giù attraverso il passaggio nel pavimento e cercate nel piano da lavoro sulla destra. Prendete la porta più vicina ed entrate nella stanza in cerca di equipaggiamento utile.

Aprite l’armadietto con un ingranaggio e raccogliete il revolver. Tornate indietro e attenti alla booby trap situata all’entrata di una delle stanze. Cercate un accoppiatore in tale stanza. Proseguite e ricordate che una delle porte più avanti è dotata di shotgun. Fate incetta di equipaggiamento e raggiungete il pannello dell’elettricità.

Risolvete il puzzle, dunque attivate l’interruttore, e rifornitevi di cure mediche dall’armadietto. Uscite attraverso la porta appena aperta ed entrate nella prima stanza che vi si para dinnanzi. Prendete ciò di cui avete bisogno e procedete tenendo la destra. Assistete allo show in tv in fondo e attendete che l’uscita venga sbloccata.

PUZZLE DELLA COMBINAZIONE

Prima di poter continuare la gita dovrete trovare la combinazione per il lucchetto. Tornate indietro verso la porta con la lampadina luminosa e dovreste notare dei televisori che indicano la combinazione: 038. Inseritela nel lucchetto. Girate a destra e salite al piano di sopra: attenti alla booby trap nei paraggi.

La maggior parte delle porte è chiusa: entrate nella terza che vedrete. Prendete ciò di cui avete bisogno e girate la valvola rossa. Ora potrete attraversare un area che prima vi era preclusa a causa del vapore. Attenti al vetro sul pavimento e al piromane che tenterà di darvi fuoco, magari uccidendolo con il revolver.

Raggiungete la nuova area e disarmate la booby trap nelle vicinanze. Procedete finché non arriverete in una stanza dai muri di mattoncini. Disarmate l’ennesima booby trap e raggiungete il piano di sotto. Quando sarete arrivati in una nuova area, ascoltate quanto Jigsaw ha da dirvi. Dunque attivate il pannello di controllo e raccogliete un mattone.

MAIALI SURGELATI

Sparate verso la X sul muro, e colpite i maiali che ne sono in prossimità. Quando avrete fatto fuori abbastanza maiali, otterrete una chiave surgelata in… una mano. Tornate indietro e raggiungete una porta con il sibolo di Jigsaw, aspettando che si apra.

Da qui dovrete muovervi velocemente a meno che non vogliate diventare parte del menu. Spostate i carrelli per liberare la strada, quindi uscite.

Aprite la scatola di Jigsaw per raccogliere la lampadina. Salite al piano di sopra e dirigetevi in direzione opposta alla porta con su scritto freezer. Attraversate la porta, e da qui scendete, oltrepassandone poi un’altra. Dovreste incontrare un altra vittima di Jigsaw: uccidetela e oltrepassate i televisori dai quali avete ottenuto la combinazione.

Girate a sinistra e andate dritto. Salite al piano di sopra e superate il corridoio con la sedia, attraversando la soglia illuminata. Superatela fino ad una stanza con tre tv colorate. Tenete a mente la loro posizione e continuate a proseguire tenendo la destra.

PUZZLE DELLE LUCI

Avanzate e posizionate le lampadine nello stesso ordine in cui erano posizionati i televisori. Facendo questo otterrete la combinazione della porta all’entrata: 831. Tornate indietro e raggiungete l’atrio.

JEFF

Inserite la combinazione al lucchetto (831) e oltrepassate la porta.

Salite sul palco e oltrepassate il sipario. Ora dovrete liberare Jeff. Per farlo, Jigsaw vi chiederà di giocare a un simpatica variante di “Memory”: un gioco di abbinamenti di immagine, in sostanza.

Dovrete abbinare ad ogni immagine una relativa ad essa: attenti a non sbagliare perché ogni vostro errore costerà un buco al vostro ‘amico’ (no, non parliamo di piercing).

In ogni caso, gli abbinamenti sono i seguenti:

Shotgun – Munizioni

Sega – Piede

Pillole – Bottiglia di pillole

Chiodi – Martello

Rullino – Fotocamera

Cuore – Cardiografia

Audiocassetta – Registratore

Pezzo di puzzle – Puzzle

Procedete fino al tavolo insanguinato e raccogliete l’audiocassetta. Attendete che la porta si apra e uscite. Liberate il prigioniero e uccidetelo. Uscite e ignorate temporaneamente la scala che porta al piano di sopra: piuttosto esplorate l’area in cerca di siringhe ipodermiche.

Dopo aver fatto incetta di cure mediche salite e camminate in equilibrio sulla trave, quindi attraversate la porta a destra facendo attenzione alla trappola. Raggiungete la porta in fondo e raccogliete l’accoppiatore negli archivi. Quindi scassinate la porta e prendete il fusibile nella scrivania.

Tornate indietro e fate sempre attenzione a tutti i contenitori, cercando cure mediche.

Arrivate nella stanza con la grata che blocca il buco nel pavimento e distruggete il muro pericolante: da qui attraversate la soffitta sino ad arrivare ad un passaggio al piano di sotto.

Fate incetta di equipaggiamento e raccogliete l’audiocassetta. Dopo averlo fatto uscite dalla porta che si sarà aperta.

Assistete alla sequenza filmata e raggiungete il lato sinistro della stanza, distruggendo il muro pericolante e passandoci attraverso. Abbiate però premura di aver fatto dovuto rifornimento di siringhe: a breve dovrete affrontare Pigface.

Passate attraverso il cunicolo e non curatevi di tutte le macerie che vi cadono addosso: non vi faranno alcun danno.

PIGFACE

Arriverete in una stanza relativamente sicura. Organizzatevi e prendete ciò di cui avete bisogno dai contenitori. Una volta pronti attraversate la porta in prossimità della scrivania e attraversate il corridoio. Scattate come delle iene in calore verso la gabbia e disattivate la corrente, evitando i colpi di Pigface. Entrate dalla porta più vicina e fate in modo che il bestione vi segua: dunque uscite dall’altro lato e serrate la porta dietro di voi. Non è necessario sbarrare anche quella dall’altro lato: Pigface non è abbastanza reattivo per uscire immediatamente. Dirigetevi piuttosto verso l’interruttore e riattivatelo: speriamo vi piaccia il maiale alla griglia.

Raccogliete la chiave della biblioteca dal suo corpo e, appunto, usatela per entrarvi.

Curatevi e ed attraversate la breccia nel muro, cercando immediatamente una valvola nell’armadietto. Quindi avvicinatevi alle tubature di fronte ad esso e, una volta che Jigsaw avrà finito di blaterare, usate la valvola per bloccare la fuga di gas tossici.

Una volta salvata la pellaccia, uscite e raggiungete il salotto in fondo. Come potrete notare, vi saranno due porte contrassegnate con altrettante scritte: Freedom o Truth.

Sono le due possibili vie di fuga dal manicomio. Ma qualunque sia la vostra scelta, dovrete prima recuperare un’ultima chiave.

LIBERTA’ O VERITA’?

Raccogliete l’audiocassetta e uscite dalla porta che Jigsaw aprirà. Salite sul piccolo palco e assistete all’amorevole discorso del vostro aguzzino, questa volta dal vivo. Raggiungete quindi la porta in fondo e, una volta oltrepassata, svoltate a sinistra.

Continuate a muovervi finché non arriverete su una passerella. Andate in fondo e girate a destra, poi scendete dalla scaletta.

Una volta giù ignorate i nemici e avanzate. Non appena ne avrete l’occasione, svoltate a destra e salite con scaletta. Da qui raggiungete l’altra impalcatura tramite la trave e continuate a salire. Una volta in cima alla passerella di metallo, scendete usando la rampa di scale a destra. Attraversate l’uscita e la porta si chiuderà dietro di voi.

Salite usando le scale a destra e raggiungete la stanza elettrificata. Usate le travi per muovervi e tenete la destra. Una volta in fondo girate la valvola rossa e tornate indietro: non andate di fretta, avete tutto il tempo.

Una volta tornati sui vostri passi stavolta tenete la sinistra (qui sareste stati uccisi dal gas se non aveste girato la valvola) e uscite dalla stanza.

Raccogliete la chiave.

Uscite e rapidamente salite al piano di sopra usando le scale sulla destra. Cercate una valvola nell’armadietto e prendete la porta in fondo. Da qui disinnescate la fuga di gas smanettando sugli ingranaggi delle tubature: non imprecate, è l’ultimo!

Una volta bonificata l’area scendete di nuovo al piano di sotto e rovistate ovunque potete alla ricerca di un accoppiatore (la posizione è casuale). Avanzate fino all’uscita e, OVVIAMENTE, disinnescate il pannello elettrico, in modo da sbloccare la porta.

Non vi resta che attraversare il piccolo corridoio e scendere al piano di sotto.

Procedete velocemente nell’unica direzione consentita e, giunti all’ultimo corridoio, svoltate a sinistra per raggiungere di nuovo la sala principale della biblioteca.

Tornate indietro e assistete alla sequenza filmata.

Non vi resta che scegliere: libertà o verità?

Articolo precedenteAnnunciato il seguito di “The Dishwasher”
Prossimo articoloMetroid Prime Trilogy
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.