MX Vs ATV Reflex

MX Vs ATV

Finalmente dopo l’uscita degli eccellenti episodi di Motorstorm, del secondo Colin McRae Dirt, e dell’inaspettato Pure, il catalogo dei giochi di guida off-road per le console next-gen si arricchisce con un ulteriore titolo a cui viene affidato l’arduo compito di colmare definitivamente la nostra voglia di fango, ghiaia, sterrato e gare fuori dall’ordinario. Stiamo parlando del nuovo attesissimo capitolo della serie MX vs ATV, franchise di punta dei Rainbow Studios. Lo studio di sviluppo di Phoenix sin dall’uscita per Pc di Motocross Madness nel 1998, ha prodotto un vasta serie di titoli dedicati al mondo delle corse off-road, migliorandosi di volta in volta senza mai stravolgere le dinamiche di gioco che ne hanno decretato il successo.

Sin da Motocross Madness 2 abbiamo assistito, infatti, ad un aggiunta progressiva di veicoli, ad un miglioramento della grafica e della fisica di gioco, modifiche dovute in parte al susseguirsi di console sempre più potenti. Vista dunque l’esperienza degli sviluppatori nel genere ed il successo ottenuto dai precedenti episodi, le aspettative per MX Vs ATV Reflex sono piuttosto alte. THQ, proprietaria degli studios, ha puntato sul maggiore sviluppo del gameplay introducendo due novità: un nuovo motore fisico, il Rhythm Racing 2.0, e il nuovo sistema studiato per migliorare il controllo del nostro pilota e del veicolo, ovvero il Rider Reflex.

Fango, fango e ancora fango

La demo del gioco che abbiamo provato permette di cimentarsi in due differenti tipi di corse: motocross su circuito con rampe e ostacoli ed una gara freestyle utile per fare pratica con acrobazie. Tra i veicoli disponibili troveremo moto da cross e quad, ma nella versione finale del titolo dovrebbero essere presenti anche buggy e pickup modificati.

MX Vs ATV Reflex lo vedremo negli scaffali dei negozi il 5 febbraio e presenterà tre modalità di gioco: la modalità carriera, arcade e multiplayer. Nella modalità carriera gestiremo il nostro pilota partecipando ai diversi eventi, freestyle e gare fuoristrada, personalizzando con i proventi delle vincite il nostro mezzo. Gli eventi freestyle, in particolare, sono cambiati rispetto al passato e non saranno più basati sul collegamento di più evoluzioni fra loro, eseguendo delle combo per moltiplicare il punteggio, ma ci lasceranno ampia libertà di creazione con i giudici virtuali che valuteranno i nostri salti in base a tre parametri: difficoltà, fluidità e ripetizione.

La modalità arcade, invece, ci permetterà di giocare una partita veloce nei circuiti sbloccati precedentemente nella carriera. Infine, troveremo la modalità multiplayer che ci consentirà di partecipare a competizioni che vedranno scontrarsi fino ad un massimo di dodici giocatori tramite il servizio Xbox Live e PlayStation Network.

Riflessi, equilibrio ed una buona dose di abilità

A differenza del suo predecessore, in questo MX Vs ATV Reflex vi sarà una maggiore varietà di circuiti, con la presenza di tappe europee in paesi come Italia e Spagna. Tra gli altri scenari troveremo zone desertiche, fitti boschi e montagne completamente innevate a cui si aggiungeranno i circuiti indoor per le gare freestyle. Qui troviamo un’altro importante cambio di direzione della saga: ogni evoluzione si può effettuare sia con una moto enduro che con un quad, a cui si unisce un modo molto intuitivo per effettuare una grande quantità di movimenti in volo. In Reflex il nostro pilota non sarà un tutt’uno con il suo mezzo, ma si muoverà indipendentemente. Le combinazioni presenti sono molteplici e sono rese ancor più gradevoli dal sistema di controllo chiamato Rider Reflex. Come di consueto, alla levetta analogica sinistra è affidata la gestione del veicolo, e fin qui nulla di nuovo, mentre con la destra potremo bilanciare il peso del pilota sulla moto o sul quad, nei momenti cruciali come l’impostazione di una curva o l’atterraggio dopo un salto. Proprio in tale momento entra in azione il Rider Reflex, che ci obbliga ad intervenire se il nostro pilota perde momentaneamente l’equilibrio. In questo caso apparirà sullo schermo una freccia verde che indicherà il lato verso il quale dovremo interagire con la levetta analogica destra per non far cadere il nostro guidatore. Così, grazie all’ottimo motore fisico impiegato, avremo una manovrabilità maggiore grazie al peso del pilota che grava o meno sul mezzo durante le curve. Questa caratteristica influirà parecchio sulla giocabilità del titolo e, probabilmente, si dimostrerà un’idea innovativa per la serie.

Rhythm Racing 2.0

Gli sviluppatori dei Rainbow Studios hanno lavorato duramente anche sull’aspetto visivo e spettacolare del titolo sulle deformazioni del suolo, che sia fango, sabbia o neve. Il nostro mezzo sposterà grandi quantità di terreno e creerà avvallamenti e fosse alquanto realistiche. Basti pensare che se acceleriamo e freniamo con la ruota davanti creeremo dei cumuli di terriccio dietro e intorno a noi. Per non parlare dello spettacolo incredibile a cui si assiste correndo sulla neve. Ogni qualvolta i veicoli passeranno da un punto preciso di un tracciato, il suolo si modificherà di conseguenza, producendo non solo un effetto visivo, ma una deformazione permanente che influirà sulla stabilità dei veicoli e di conseguenza sulla scelta delle traiettorie.

Per quanto riguarda l’aspetto prettamente estetico, il titolo segue le orme del suo predecessore apportando miglioramenti interessanti grazie allo sviluppo del nuovo motore fisico. Il Rhythm Racing 2.0 sfoggia tutto il suo potenziale, mostrando in maniera realistica le alterazioni del terreno durante lo svolgimento di ogni gara. I circuiti che abbiamo potuto osservare in questa versione dimostrativa del prodotto, godono di texture ad alta risoluzione che appaiono molto vivide e dettagliate. Unico rammarico rimane l’assenza di un qualunque tipo di danno ai veicoli. I menù di gioco si presentano piuttosto accattivanti e portano con sé lo spirito estremo ed indomito che si respira nel titolo. La colonna sonora, infine, è caratterizzata da musica rock, con melodie che ci spingono a dare il massimo, mentre gli effetti sonori dei veicoli possiedono una buona resa nel rumore dei motori.

Conclusioni

Forse i fan delle corse off-road e di motocross non saranno tanti quanti quelli della Formula 1 o dei campionati motociclistici di SBK e MotoGp, ma questo MX Vs ATV Reflex è un gioco dalle grandissime potenzialità che potrebbe far cambiare idea e appassionare anche i giocatori più scettici. Come i suoi predecessori, Reflex offre la possibilità di partecipare a diverse gare fuoristrada non mancando l’appuntamento con le acrobazie degli eventi freestyle. Negli Stati Uniti il gioco, uscito nei primi giorni di Dicembre, ha raccolto commenti entusiastici, un giudizio che speriamo di confermare una volta messe le mani sul titolo finale, disponibile fra qualche settimana su Xbox 360, Ps3, Psp e Ds.

Articolo precedenteColin McRae Dirt 2 (2)
Prossimo articoloBad Company 2 arriva in demo su Xbox Live e PC
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.