Eccoci, il campionato di calcio è appena iniziato. E già si aprono i dibattiti. In tv gli opinionisti scaldano l’ambiente, nei bar i tifosi non fanno altro che parlare dei loro beniamini, si discutono tattiche strategie ci si infervora per avvalorare le proprie tesi.

Campanacci, sciarpe, fischietti, cori, sfottò, la macchina infernale si è rimessa in moto china ad osservare il Dio del pallone.

Mais voilà’ c’est l’Italie, “ecco l’Italia”, direbbero i cugini francesi, da noi, si sa, ci sentiamo tutti un po allenatori. Del resto lo sappiamo bene: l’Italia è un Paese di santi, poeti, navigatori… e commissari tecnici, soprattutto se si tratta di Nazionale, Mondiali o Europei che siano. Ma andiamo al nocciolo del discorso: in soccorso del tifoso videogiocatore arriva Championship Manager 2010, l’ ultima fatica di casa Eidos, distribuita da Atari, che, quasi certamente placherà le voglie del più esigente aspirante manager. Si tratta di un gestionale curato in maniera certosina che da due lustri ci permette di misurare le nostre capacità.

Avviato il gioco ci imbattiamo nella presentazione che risulta essere breve e semplice ma gradevole, creeremo quindi il nostro profilo, scegliendo il nome, l’età e perfino la nazionalità del nostro alter ego virtuale.

Ci verrà chiesto in seguito in quale nazione vorremmo esercitare la nostra professione.

Le nazioni da scegliere sono più di trenta e, con piacevolissima sorpresa, i campionati presenti nella nostra Europa sono curatissimi, in quello italiano potremo dilettarci anche con squadre di serie inferiore, anche di prima e seconda divisione della Lega Pro, (le ex C1 e C2) come il Gela o il Bassano, con tanto di nomi di giocatori e statistiche.

Qualora decidessimo che prova la carriera nella nostra cara e vecchia Europa ci stia stretto, potremo decidere di gestire una squadra di altri continenti, fino a poter sceglierne una della seconda serie australiana.

Anche i campionati più lontani sono ricostruiti con grande maestria. La grandezza del database è solo una minima parte di quello che troveremo e chi conosce la serie sa bene di cosa si stia parlando.

TECNICO E MANAGAR, LA NOSTRA CARRIERA INIZIA

Eccoci alla nostra squadra, un’occhiata alla rosa e ci rendiamo conto della profondità del titolo.

Qui troviamo le classiche statistiche di ogni giocatore che avrà tante caratteristiche tecniche ma anche peculiarità psicologiche. L’atleta è un campione? Sarà in grado di reggere la pressione? E’ freddo sotto porta? Sa tenere la calma? Il campo ed il tempo ci daranno queste risposte.

Deciso l’ undici della prima squadra, ci occuperemo delle riserve le quali non vanno sottovalutate poiché a campionato inoltrato quando, inevitabilmente, sanzioni disciplinari e infortuni faranno sentire il loro peso ragion per cui, avere dei sostituti validi può voler dire continuare nei sogni di gloria.

Diversamente, dopo un avvio promettente, si potrebbe essere condannati a vestire i panni non certo graditi della squadra materasso.

Il buon manager ha l’occhio lungo e la cura della squadra primavera riveste notevole importanza, qualche energia sprecata nel gestirla nel migliore dei modi ci ripagherà nel futuro di campioni “allevati in casa” quasi a costo zero, o di giocatori di medio livello da vendere per aiutare il bilancio.

Chissà, magari nel nostro vivaio potrebbe crescere un Rooney, o un Cristiano Ronaldo, un campioncino in erba che potrebbe darci tante soddisfazioni.

La profondità di Championship Manager permette anche di poter puntare molto sul settore giovanile con somma soddisfazione del provetto allenatore.

Nella gestione della nostra squadra saremo affiancati da dei collaboratori i quali risulteranno particolarmente preziosi: potremo delegare loro alcuni aspetti della gestione del team, mandarli ad osservare giovani promesse o veterani sui campi di mezzo mondo, fino a poter chiedere dei rapporti medici sullo stato psicofisico degli atleti che in futuro potrebbero far parte del nostro team.

Championship Manager  2010

OGNI SQUADRA HA IL PROPRIO MODULO: 4-4-2 O 4-5-1… “IO USO IL 5-5-5”

La gestione delle tattiche e delle strategie da adottare prima della sfida o da apportare anche in corsa, ossia già a partita iniziata, è stata ricostruita dai ragazzi della Beautiful Game Studios in maniera maniacale: si possono utilizzare quelle base oppure crearne delle proprie, mille sfumature possono essere introdotte per personalizzare la tattica.

Svariate sono poi le direttive che possiamo impartire al singolo giocatore.

Una volta messa in campo la formazione seguiremo i nostri eroi virtuali dal vivo durante lo svolgimento delle partite (che chiaramente non sono giocabili direttamente) ci troveremo a dover impartire disposizioni sull’atteggiamento da dover tenere in campo, come esortarli in quanto e’ la partita della vita o dirgli di risparmiarsi in vista di futuri e più importanti match, durante tutta la durata del match interagiremo con la squadra per modificarne tattiche, effettuare sostituzioni o dare direttive di vario genere.

Il motore grafico 3d vanta oltre 500 animazioni e risulta piacevole anche se non è paragonabile minimamente a quelli presenti in Fifa o in Pes, ma questo era ovvio: il target della Eidos va ben oltre. Inoltre, il motore grafico fa il suo dovere: dopo svariate ore di gioco non è emersa una sola sbavatura.

Championship Manager  2010

COMPRO MESSI, DEL PIERO… IL MERCATO E’ APERTO OCCHIO AL BUDGET

Ad inizio campionato avremo un budget da gestire nei trasferimenti. Il mercato è fluttuante e prima di buttarsi a capofitto nell’acquisto bisognerà sincerarsi di quali rinforzi abbia effettivamente bisogno la nostra squadra, soltanto una oculata gestione dei trasferimenti potrà garantirci il successo.

Un’attenzione particolare deve necessariamente essere prestata alla  gestione dei contratti, paghe troppo alte prosciugheranno i fondi in un battibaleno, la parte contrattuale è veramente ben ricostruita.

Tantissime sono le clausole applicabili, gli incentivi o le penali, ma trovando i giusti compromessi ci assicureremo le prestazioni dei nostri campioni a prezzi ragionevoli, senza sfruttare opportunamente le possibilità offerte dalla parte contrattualistica ci troveremo altrimenti ad aver a che fare con strozzini in calzoncini.

Vi è per la prima volta la possibilità di utilizzare la Season Live, un modo sicuramente innovativo per confrontarsi con altri e dimostrare la propria abilità. E se tutto ciò non basta per farvi decidere di acquistarlo, Eidos ha annunciato che Championship Manager 2010 non avrà un prezzo prestabilito, sarà l’acquirente a decidere quanto pagarlo, per cui affrettatevi fino al 10 settembre con il solo costo di transazione di circa 2,50 euro più minimo un centesimo di offerta potrete aggiudicarvi questo prodotto.

Una scelta pubblicitaria assolutamente coraggiosa che va premiata. Per maggiori informazioni è possibile andare al seguente indirizzo: http://www.champmanstore.com/ per poter prenotare la versione digitale del gioco.

Championship Manager  2010

Conclusioni

Il prodotto di casa Eidos è sicuramente di alta qualità: curatissimo in molti dettagli, assicura decine di ore di gioco e per gli amanti dei manageriali sarà un validissima occasione per mettere alla prova le proprie abilità. D’altronde, chi ha già giocato a Scudetto o Championship Manager sa benissimo di cosa si stia parlando. Dobbiamo, comunque, notare che la simulazione sembra prediligere la sezione tattica che quella di manager a 360 gradi: la parte riguardante le migliorie che si potranno apportare allo stadio non è particolarmente curata, cosi come la gestione dei contratti pubblicitari. E’, però, una pietra miliare nella gestione tattico-strategica di un team, nonostante qualche lieve pecca e le poche innovazioni rispetto alla versione dell’anno scorso, resta un prodotto di primo livello nel genere sportivo manageriale.

CI PIACE
  • Cura maniacale delle strategie
  • Altissima longevità
  • Prezzo
NON CI PIACE
  • Musica d’ambiente lacunosa
  • Sezione economica riduttiva
8.5Cyberludus.com
Articolo precedenteHALO 3 ODST
Prossimo articoloUnderworld la Ribellione dei Lycans: Vinci il Blu-Ray con ITG!
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.