Introduzione

Non vi è alcun dubbio che la popolarità del poker online degli ultimi anni abbia reso, il gioco di carte più conosciuto al mondo, famoso come mai successo in precedenza.

Questo enorme successo del poker, soprattutto in varianti sportive come il Texas Hold Em, ha ispirato anche il mondo dei videogiochi. In particolare, i servizi online come “Live Arcade”, “PSN” e “WiiWare” sembrano essere divenuti l’ambiente perfetto per sperimentare versioni più o meno ortodosse dei giochi di carte tradizionali. Se “Uno”, fedele trasposizione del gioco di carte, continua ad essere il gioco più semplice ed amato su “XLA”, titoli come “Poker Smash” hanno adattato alcuni meccanismi dei giochi di carte a generi come il puzzle game a la “Tetris”.

Gameplay

“Texas Cheat ‘Em” rientra in questa categoria. Alla base ci sono le regole del poker texano: ogni giocatore riceve due carte; lo scopo è riuscire a fare delle combinazioni utilizzando sia le carte in mano, sia le cinque carte comuni sul tavolo. Il sistema di rilanci e di progressiva scoperta delle carte sul tavolo fa del ” Texas Hold ‘Em” la variante più strategica e competitiva del poker, nonché la più adatta ad essere trasposta in forma di videogioco. Chi non ha mai giocato a poker, ad ogni modo, può utilizzare i tutorial offerti dal titolo, molto curati e sintetici.

La particolarità di “Texas Cheat ‘Em”, come il titolo stesso suggerisce, è che, oltre alle regole di base, è stata aggiunta la possibilità di barare spudoratamente. Fregare l’avversario non è una semplice opzione, ma è un doveroso espediente per riuscire a vincere e ad accumulare una fortuna.

Ad ogni turno è possibile spendere dei punti accumulati durante le mani precedenti per utilizzare vari tipi di trucchi suddivisi in due cateogire: quelle offensive e quelle difensive. È possibile rubare fiches da un avversario, cambiare una delle carte che si hanno in mano, vedere le carte degli avversari e così via. Tuttavia, per la buona riuscita di ogni trucco, bisogna battere un minigame che viene attivato nel momento in cui si sceglie quale sleale trucco usare. I minigiochi sono in tema “casinò ed azzardo” e consistono in brevi sessioni di roulette, blackjack, slot machines et simila. Anche se non particolarmente accattivamenti in sé, consentono di svagare lo schema di gioco spezzandone il ritmo, ed aggiungono un ulteriore spessore di rischio e strategia al gioco. Un ottimo modo per cercare di trasformare un gioco estremamente serio e complicato in una parodia semplice e leggera, appetibile a tutti. I punti per effettuare certe nefandezze si recuperano con il tempo ed aumentano ad ogni puntata. Tutti i giocatori che partecipano alla sfida sono in grado di sapere quando uno di loro sta barando, ma non hanno modo di sapere quale delle quindici possibilità venga utilizzata per sconvolgere le sorti della partita.

Anche se i puristi del poker storceranno il naso, le partite più divertenti, in “Texas Cheat ‘Em”, si risolvono in un delirio di furti di carte, combinazioni con cinque assi, continui capovolgimenti della partita e bassezze di ogni genere.

Molto interessanti si rivelano le modalità di gioco proposte: si spazia dalla classica partita, dove il giocatore deve partecipare senza vincoli particolari schierandosi contro una IA che riesce a trasmettere la sensazione di giocare contro avversari dalle diverse personalità, alla modaità carriera, dove è necessario raggiungere determinati obiettivi, per poi passare all’online, in grado di cogliere in pieno il cuore del titolo.

In effetti, l’idea di affrontare avversari in carne ed ossa, con diverse tonnellate di carte nelle maniche, ha pur sempre il suo fascino.

L’esperienza multigiocatore offerta, sebbene i trucchi rallentino il ritmo di gioco, è abbastanza vivace e non ne risulta eccessivamente spezzato permettendo di gustarsi sessioni di gioco semplici ma divertenti.

texascheatem

Grafica e Sonoro

Tecnicamente il gioco è competente, se si escludono alcuni tempi morti dovuti ai calcoli dell’intelligenza artificiale e alle sfide necessario per il baro. La grafica è minimale; fa il suo dovere e riesce a comunicare tutte le informazioni necessarie; tuttavia l’interfaccia proposta è davvero fin troppo macchinosa e ed è visivamente al di sotto negli standard a cui ci hanno abituato anche le produzioni meno blasonate.

La musica fallisce nel tentativo di coccolare delicatamente il giocatore durante la partita ed ha, come unico triste risultato, quello di risultare fastidiosa fin dai primi istanti. Pochi gli effetti sonori ma privi di particalori difetti.

Conclusioni

“Texas Cheat ‘Em” è un simulatore di “Texas Hold ‘Em” competente e ben realizzato con l’aggiunta della variante del sistema per barare. La presentazione non è affatto eccellente e l’interfaccia proposta si rivela discretamente macchinosa. Tuttavia lo schema di gioco riesce a divertire e a catturare l’attenzione del giocatore. La modalità online è molto piacevole; sicuramente la meglio riuscita anche se dai ritmi spezzati dalle mini-sfide necessarie per gli sleali trucchi con cui battere gli avversari. “Texas Cheat ‘Em” non pretende di stregare gli amanti del genere ma può rivelarsi un accattivante diversivo con cui trascorrere del tempo nel magico mondo del poker.

Dante Leoni

CI PIACE
  • Buona simulazione di poker
  • Il sistema di trucchi è divertente e vario
  • Buon numero di modalità di gioco
NON CI PIACE
  • Chi non ama il poker potrebbe trovarlo ripetitivo
  • Interfaccia non sempre comodissima
  • Comparto tecnico scarno
6Cyberludus.com
Articolo precedenteClassifiche di vendita Italia 27/04/2009 – 03/05/2009
Prossimo articoloIl nuovo progetto di Kojima é Metal Gear Solid 5?
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.