Emersi nuovi dettagli di Bloodborne

Nel nuovo numero della rivista Edge è presente una recensione preliminare dell’attesissimo Bloodborne.

Un utente del forum NeoGAF ha condiviso le nuove informazioni che emergono dall’articolo sopracitato, che riportiamo di seguito:

  • Il test di Edge non comprendeva la modalità multiplayer e il Chalice Dungeon (il dungeon che cambia la forma e i nemici al suo interno)

  • Il test è durato circa 40 ore, un lasso di tempo insufficiente per completare il titolo.

  • Bloodborne è la brutale risposta di Hidetaka Miyazaki per tutti i giocatori che pensano di aver già visto tutto ciò che la serie ha da offrire.

  • I mercanti vendono una lanterna agganciabile al personaggio.

  • La città di Yharnam è avvolta perennemente dal buio della notte. La luce del giorno apparirà se il giocatore individuerà ed eliminerà le fonti d’origine delle bestie.

  • Gli scudi saranno utili solo se non si combatterà con un atteggiamento passivo.

  • Alcuni nemici potranno usare le magie.

  • La statistica “Bloodtinge” influenza il danno dei proiettili.

  • Le armi trasformanti permettono di colpire i nemici mentre si ritraggono per colpa dei vostri precedenti attacchi, cosa che non accadeva negli altri giochi From Software.

  • Le fiale di sangue per la cura e i proiettili di argento sono gli oggetti più comuni nella prima parte del gioco.

  • Gli oggetti in eccedenza sono automaticamente conservati in una cassa.

  • Le statistiche di partenza di un personaggio dipendono dall’arma scelta all’inizio del gioco.

  • I nemici rilasciano solo materiali e oggetti.

  • I forzieri sono pochi, ma hanno all’interno sempre oggetti utili.

  • I vestiti possono essere reperiti nel mondo di gioco o dai mercanti, che ne aggiungeranno di nuovi ad ogni boss sconfitto.

  • I redattori di Edge hanno trovato solo 6 armi corpo a corpo e solo 6 armi da fuoco in 40 ore di gioco.

  • Le gemme di sangue sono degli oggetti che permettono di cambiare gli attributi di un’arma, ad esempio aumentandone il potere di attacco o aggiungendo danno da veleno.

  • I redattori di Edge, pur non completando il gioco, hanno avuto la sensazione che, rispetto ai suoi predecessori, Bloodborne sarà meno rigiocabile (ricordiamo comunque che non vengono considerati il reparto multiplayer e il Chalice Dungeon).

  • I checkpoint non sono eccessivi come in Dark Souls.

  • Il mondo di gioco è composto da un hub centrale e da una serie di aree che nell’insieme creano un mondo dalla struttura credibile.

  • Secondo i redattori di Edge, mentre nei giochi della serie Souls si ha paura di morire, in Bloodborne si avrà più paura di ciò che dovremo affrontare.

  • La torcia sarà molto importante per le prime partite o per chi si approcierà per la prima volta a questo genere di giochi.

  • Bloodborne non sarà più facile dei precedenti giochi From Software.

Bloodborne sarà disponibile dal prossimo 24 marzo in esclusiva per PlayStation 4.

Articolo precedenteUn nuovo video gameplay e nuove immagini di Xenoblade Chronicles X
Prossimo articoloEcco tutte le novità in arrivo con l’aggiornamento 2.50 di PS4
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.