Arriva la conferma di quanto ipotizzato da diversi players: la censura ha colpito anche The Last of Us. Pare infatti (o infetti, per stare in tema) che il multi-player originale di TLOU sia stato vittima di un taglio delle scene più cruente, quali mutilazioni e bagni di sangue. Questo per via dei limiti e delle restrizioni nazionali. Fortunatamente il single-player non ha subito lo stesso trattamento e la versione PAL risulta identica alle altre.

Articolo precedenteSony raddoppia? PS4+PS-Vita in Bundle?
Prossimo articoloUltra Street Fighter IV: no al “riciclo” personaggi
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.