Tim Browne importante uomo Ubisoft, ha parlato delle battaglie navali di Assassin’s Creed IV Black Flag, facendo particolare riferimento alla loro assenza nella modalità multiplayer. Ecco le sue parole:

“Dovete considerare che è stato impiegato un team enorme per un anno e mezzo in Singapore, solo per la parte Single Player. In Black Flag le battaglie navali sono state migliorate, ma solo in singolo. Abbiamo pensato al multiplayer e lo abbiamo considerato seriamente, ma per ragioni tecniche è stato impossibile. Una delle migliorie di AC IV nelle battaglie marittime è la simulazione dell’oceano, con grandi onde che possono compromettere o fermare le cannonate; dovrete giocare anche con l’oceano, stando attenti agli scuotimenti delle onde. Per il multiplayer avremmo dovuto replicare l’acqua in maniera perfetta”.

Articolo precedentePS4: la party-chat avrà una lista massima di 2000 amici.
Prossimo articoloWii-U: la faccia oscura della medaglia Nintendo.
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.