Queste voci si susseguono praticamente da mesi, ma non riuscivamo a crederci, almeno fino alle ultime di questi giorni. A quanto pare, Sony ha depositato il famigerato brevetto per la tecnologia NFC. Di cosa si tratta? Si tratta in effetti di un sistema avanzato che riesce ad impedire l’utilizzo di un contenuto elettronico venduto di seconda mano. In parole povere, il codice di un gioco verrà letto e registrato una sola volta dalla console. Questo si traduce nell’impossibilità di giocare titoli prestati dai vostri amici o giochi usati. Questo segna l’addio del mercatino dell’usato che tanto ha giovato alle nostre finanze, alle nostre collezioni e a milioni di catene di negozi (online e non) specializzati, Gamestop su tutte. Sembra che dopo il rilascio della notizia, le azioni della società abbiano registrato un calo pari al 7% in una sola seduta (se ci pensate, Gamestop basa il 46% dei propri profitti sulla compravendita di software usato). D’altro canto questa notizia, oltre a sembrarci decisamente folle, porterebbe un vantaggio schiacciante a X720, decisamente restia a tali limitazoni. Possiamo credere che Sony sia talmente matta da permettere una cosa simile, soprattutto dopo la batosta delle vendite PSVITA e Move?! Diversi analisti dichiarano che il colosso non sia affatto interessato a stroncare il mercato dell’usato. Ma allora perchè i rumors sul famigerato brevetto non fanno altro che diffondersi a macchia d’olio? Lo scopriremo nel corso in quest’anno durante la presentazione di PS4, presumibilmente durante l’E3 2013. Seguiteci.

Articolo precedenteGray Fox in Metal Gear Rising: Revengeance …
Prossimo articoloRed Johnson’s Chronicles – Recensione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.