Il producer di Final Fantasy , Yoshinori Kitase , ha dichiarato in una recente intervista che Square Enix ha molto da imparare dai tempi di sviluppo occidentali: « parlando di questa generazione, FF XIII era il nostro primo progetto, ma ha richiesto troppo tempo prima di vederlo sugli scaffali, » ha spiegato Kitase, « dobbiamo prendere esempio da Call of Duty, Battlefield e Assassin’s Creed: ogni anno (o due) esce un nuovo episodio, mantenendo i propri fan interessati e attaccati al franchise. Abbiamo decisamente imparato qualcosa da FF XIII, » conclude Kitase, « e infatti FF XIII-2 uscirà dopo un anno e mezzo di sviluppo. »

Solitamente, per velocizzare i tempi di sviluppo, i developer si appoggiano su tecnologie di terze parti, come ad esempio l’ Unreal Engine , ma per Square Enix sembra essere un momento ancora molto lontano: « ho letto alcune analisi dei nostri programmatori sull’UE, in cui vengono riconosciute le sue qualità. Ma richiede molta dedizione e lo stesso costo di un motore creato da noi: se stessimo parlando di un FPS, sarebbe più adatto, ma con un RPG è necessario adattarsi a differenti situazioni, spendendo lo stesso quantitativo economico. Quindi, non vedo molta convenienza nello sfruttare questo motore. »

Articolo precedenteBattlefield 3: una nuova patch a breve
Prossimo articoloAssassin’s Creed: Revelations – Recensione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.