La National Academy of Recording Arts and Sciences , più comunemente riconosciuta come Recording Academy , ha inserito nelle proprie nomination “possibili” di quattro Grammy Award anche i videogiochi. In questo modo, si vanno ad inserire nel campo dei ” Visual Media “, composta anche da televisione e cinematografia animata. I quattro premi che potranno essere assegnati ad un videogioco/compositore sono:

  • Migliore musica di un Visual Media
  • Miglior Compilation Sountrack di un Visual Media
  • Miglior Score Soundtrack di un Visual Media
  • Miglior canzone composta per un Visual Media

Le reazioni non sono tardate ad arrivare:  Steve Schnur , boss della divisione musicale presso EA, crede che si tratti di un importante passo in avanti fra le industrie musicali e videoludiche. ” Il riconoscimento dei videogiochi nei Grammy Award non è significativo solo per il medium dell’intrattenimento digitale “, ha ammesso, ” ma è anche una dimostrazione di quanto i giochi siano importanti per l’Academy, e per la crescita della loro audience .” Mentre Bill Freimuth , vice-presidente della Recording Academy, ha dichiarato che questo potrebbe essere l’inizio di un importante sviluppo per i videogiochi, che potrebbero, un giorno, avere addirittura una categoria propria .

Articolo precedenteMonster Hunter Nikki: nuovi artworks
Prossimo articolo3DS: grandi previsioni per gli analisti
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.