Everybody’s Tennis

Introduzione L’arrivo sul mercato di un altro titolo appartenente alla fortunata serie ” Everybody’s ” dedicato all’universo sportivo del tennis, è il risultato di una serie che è divenuta popolare grazie ad un gameplay immediato e divertente e ad una caratterizzazione dei personaggi in perfetto stile giapponese. Conosciuto come Hot Shots Tennis: Get a Grip in America del Nord, il nuovo titolo Sony è il primo spin-off della serie, seguito recentemente dall’uscita giapponese di Minna No Sukkiri, un party game che mantiene intatto lo stile della serie. I videogiochi sui portatili dovrebbero avere delle caratteristiche che differiscono dai titoli sulle console casalinghe, concentrandosi su un approccio “mordi e fuggi”. Lo studio Clap Hanz ha centrato quest’obiettivo con i titoli golfistici; riuscirà a rendere spassoso anche il mondo del tennis? Andiamo a scoprirlo…

In giro per il mondo

Gli sviluppatori di Everybody’s Tennis hanno cercato di fondere gli elementi che hanno reso popolare la serie, con ulteriori accorgimenti che rendono il titolo molto più che uno sportivo. L’inserimento nella carriera di elementi rpg, rendono l’intera modalità molto più che una semplice serie di sfide in cui bisogna vincere delle competizioni sportive e scalare classifiche mondiali. All’inizio di quest’avventura tennistica, vestiremo i panni di Emily e Hugo, nuovi e talentuosi atleti dell’Happy Tennis Club, trascinati da un forte spirito di avventura e dal desiderio di diffondere il tennis in tutto il mondo. Questi personaggi si muoveranno in un universo ricco di centri sportivi, college, palestre e tennis club. Ogni scenario è concepito per essere esplorato in ogni sua parte, similmente a quanto accade con i giochi di ruolo. Ci troveremo, ad esempio, a dover gironzolare per i corridoi di un college parlando con gli studenti e sfidandoli a tennis oppure aprire gli armadietti per trovare nuovi oggetti. Una volta scesi in campo dovremo cercare di sconfiggere ogni avversario, prestando attenzione ad ogni colpo, poiché ogni volee, ace o colpo sulla linea ben riuscito, acquisiremo un certo numero di punti esperienza, che ci serviranno per migliorare il nostro atleta con oggetti di ogni tipo; abiti personalizzati, racchette speciali, oggetti da clown per finire con le capigliature più bizzarre. Analogamente a quanto accade in Everybody’s Golf, preferire di giocare con un personaggio piuttosto che con un altro, ci permette di farlo crescere di livello, aumentandone le caratteristiche fisiche e tecniche. Tralasciando i lunghi dialoghi ed una storia povera di mordente, che può annoiare i puristi sportivi, Everybody’s Tennis vince la propria partita sul campo di gioco.

Campi di gioco strampalati e…

Il titolo Clap Hanz risulta immediato e semplice da apprendere e allo stesso tempo dotato di una profondità tale da coinvolgere il giocatore partita dopo partita. I comandi seguono pressappoco quelli di ogni gioco di tennis; al tasto “/” è affidato il lob o pallonetto, una mossa utile contro gli avversari che giocano per lo più sotto rete. Il tasto “X” ed il tasto “O” servono rispettivamente per colpire la palla smorzando o potenziando il colpo avversario. Anche in battuta avremo la possibilità di eseguire un “top spin” o uno “slice” o una battuta ad effetto, attraverso i tasti “X” e “O” e “/”. Inoltre, durante il match comparirà sulla parte laterale del nostro atleta, un piccolo riquadro che indica il raggio d’azione entro cui colpire la palla. Come abbiamo descritto in precedenza, ad ogni colpo messo a segno ci verranno assegnati un certo numero di punti. Per la realizzazione di un “ace” (un punto in battuta per chi non lo sapesse) riceveremo, ad esempio 30 punti, mentre per uno smash ne riceveremo 20. Per cercare di far giocare al massimo delle proprie abilità i videogiocatori, è presente un bonus di 5 punti per ogni colpo effettuato con la massima potenza e precisione, così da ottenere un bel bottino di punti nel caso di uno scambio prolungato. Al termine di ogni partita, riceveremo una valutazione complessiva dell’incontro, determinata dai punti concessi all’avversario, dagli errori e dai colpi andati a segno. Una vittoria trionfante garantirà un ulteriore bonus espresso in punti esperienza. L’intelligenza artificiale degli avversari è ben bilanciata e cresce progressivamente alla nostra carriera. Ogni atleta presenta, infatti, un carattere (lato gdr) e determinate caratteristiche atletiche, come specialista nelle schiacciate o nel gioco sotto rete, che ci costringono ad impostare un gioco sempre vario e diversificato a seconda degli avversari e delle occasioni che ci troviamo di fronte. Unica pecca che possiamo imputare all’intelligenza artificiale, risiede nelle sfide in doppio, nelle quali saremo costretti a fare il gioco di due giocatori poiché il gioco del nostro compagno è più d’intralcio che di aiuto.

…Scenari fuori dal normale

A livello tecnico Everybody’s Tennis si presenta molto curato nei suoi scenari variopinti e molto caratterizzati. Tra i diversi campi di gioco troviamo strutture usuali come piccoli stadi, arene sportive al chiuso e piccoli centri sportivi. Ad affiancare questi terreni fatti di cemento, erba e terra, sono presenti alcune ambientazioni, che vanno dal rustico scenario di campagna a quello urbano della città. Questi ambienti possiedono dei piccoli accorgimenti a bordo campo, inseriti sapientemente dagli sviluppatori, che arricchiscono ulteriormente l’atmosfera di gioco.

Conclusioni

Everybody’s Tennis si pone come obiettivo quello di proporre ai videogiocatori qualcosa in più che un semplice sequel della formula vincente che ha dato il via alla serie. Il risultato, più che un mero susseguirsi d’incontri su una serie di campi variopinti e inusuali, propone un insolito legame tra un titolo sportivo e un gioco di ruolo. Alla modalità giocatore singolo molto longeva e divertente, viene accostata la possibilità di sfidare i propri amici vicini e lontani, grazie alla possibilità di giocare in Wi-fi in rete oppure dal vivo. Dopo aver trascorso diverse ore sui campi di Everybody’s Tennis non possiamo che consigliare questo titolo targato Clap Hanz ai fan della serie e a tutti i giocatori virtuali di tennis.

CI PIACE

Giocabilità immediata e divertente
Carriera longeva
Numerose possibilità di personalizzazione

NON CI PIACE

Intelligenza artificiale a volte imprecisa
Approccio “gdr” non adatto a tutti

8Cyberludus.com
Articolo precedenteNuava IP per Visceral Games
Prossimo articoloMoveServer si, MoveServer no, Move.Me si!