Il creatore della serie Sega dedicata al mondo del tennis – Virtua Tennis – tratteggia quelli che secondo lui sono i benefici di Move, Kinect e Wii. In un gioco dedicato allo sport ormai non si può fare a meno di integrare il supporto alle nuove tecnologie di rilevamento del movimento che le case produttrici mettono a disposizione.

Mie Kumagai parla innanzitutto del Playstation Move: “Il Move funziona grazie al controller che hai in mano e la Playstation Eye, quindi intercetta in maniera molto accurata ogni singolo movimento che compi col controller e inoltre intercetta dove sei nello spazio grazie alla telecamera. Quindi questo fa del Move probabilmente il maggior accurato motion play controller dei tre.”

Riguardo Kinect ha invece detto: ” Ma Kinect offre ai nostri utenti molta più libertà senza essere costretti a tener necessariamente qualcosa nelle loro mani. Kinect è un ottimo device per allenare ogni parte del loro corpo così gli utenti sono incoraggiati a migliorare il proprio di giocare a tennis usando il loro intero corpo e non soltanto muovendo da una parte all’altra il loro braccio”

.

Per quanto riguarda il Wii Kumagai pensa che sia molto simile al Move considerando che si ha un controller nelle proprie mani, tuttavia ritiene il Wii è una piattaforma decisamente accessibile ad un pubblico più vasto: basta semplicemente prendere in mano il Wiimote e giocare…

Stando a quanto dichiarato il gioco sembra indirizzato a tre differenti categorie di giocatori: gli “integralisti” Sony, i “rivoluzionari” di Microsoft e i “popolani” di Nintendo. Tre grosse fette di mercato da accaparrarsi con un solo titolo: Virua Tennis 4, in arrivo in primavera.

Articolo precedenteNeuse: ci sono troppi giochi indie
Prossimo articoloUna grande LineUp per il DayOne del Nintendo 3DS
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.