Nel mondo dei videogiochi le iniziative di beneficenza sono estremamente rare, se non praticamente inesistenti. Vuoi perché nessuno ci aveva mai pensato, vuoi perché ai videogiocatori non importa un fico secco della beneficenza, ma fino ad ora ci aveva provato soltanto Microsoft mettendo all’asta una manciata di Xbox 360 – Beatles Rock Band Edition.

Di videogiochi, però, non se n’erano mai visti. Chime, in questo senso – ma anche in tanti altri – è il primo di quella che si spera sia una lunga serie di iniziative da parte di Zoe Mode (lo sviluppatore) e OneBigGame (il publisher). Era stato già rilasciato a Febbraio sul Marketplace di LiveArcade, riscuotendo un discreto successo e una buona fetta d’incassi, il cui 60% è stato poi devoluto a Save The Children e Starlight Children’s Foundation.

Da oggi, 6 Settembre, Chime è disponibile anche su Steam al prezzo di 4 euro (di cui, una parte, come di consuetudine, verrà data in beneficenza), nella versione Portal Edition, contenente il brano inedito Still Alive, che farà gola a tutti gli estimatori dell’Orange Box.

Tetris is Still Alive

Chime è un puzzle game alla vecchia maniera. In tutti i sei (sì, solo sei!) livelli giocabili il vostro compito sarà quello di “ricoprire” una griglia grazie all’uso dei cari vecchi blocchi alla Tetris, che – come da tradizione – potrete ruotare e spostare a piacimento, non più solo orizzontalmente ma anche verticalmente. Potrete posizionarli come e dove vorrete, ma tenendo ben presente che grazie ad essi dovrete formare dei quadrilateri (di qualsiasi forma o dimensione), i quali, una volta formatisi, si “spalmeranno” sulla griglia di gioco, ricoprendola e facendovi totalizzare punti. Questo, naturalmente, time-limit permettendo, il quale potrà variare da 2 a 9 minuti per partita (in base al livello di difficoltà).

Tutto qui? Beh, in un certo senso sì, ma in molti altri no. La particolarità di Chime, che lo rende unico nel suo genere e che ne giustifica realmente l’acquisto, è la componente musicale. Difatti, mentre giocherete, in sottofondo scorrerà la base di una melodia, appena accennata. In sincronia con il tempo della canzone riprodotta, frattanto, una retta spazzerà l’intera area della griglia: ogni collisione con un blocco genererà una nota musicale; collidendo invece con un quadrilatero, verranno svelati interi frammenti musicali del brano, contribuendo ad accrescere l’adrenalina. A dirsi sembra ben poco emozionante, ma vi assicuriamo che a tratti ci è parso realmente geniale. Ogni blocco e ogni quadrilatero, in base alle proprie forme o dimensioni, generano suoni diversi. Con un po’ di pratica, e con un buon orecchio, è possibile creare vere e proprie sinfonie sulla base delle tracce offerte dalla playlist del gioco!

Chime costituisce un passatempo onesto e rilassante, e un piacere per i sensi (sia la vista che l’udito) raramente riscontrabile in un puzzle game. Stimola la coordinazione mano-occhio (anzi, mano-orecchio!), è divertente, e ad alti livelli di difficoltà può risultare una sfida anche per i giocatori più navigati. Unico, tragico neo, è la longevità, come già detto: sei sole tracce sono pochine, soprattutto se combinate a solo poco più di una dozzina di achievement. Fortunatamente, Chime sopperisce alla scarsa quantità con l’invidiabile qualità: le tracce vantano nomi come Moby, Paul Hartnoll, Philip Glass, Markus Schulz e Fred Deakin, cinque grandi artisti dell’elettronica che hanno ceduto le proprie tracce pro bono, a favore dell’iniziativa (alla quale, diremmo noi, avrebbe potuto partecipare qualche artista in più!).

Per la versione PC, inoltre, il prode Jonathan Coulton ha ceduto volentieri l’amata Still Alive (non cantata da lui, per la gioia di Glados!), alla quale si abbina un livello finale dalla veste grafica (e musicale) tutta particolare !

Conclusioni

Chime forse non vi offrirà un’esperienza irripetibile, ma sicuramente indescrivibile: vi consigliamo di provare per credere; 4 euro per un’iniziativa benefica e un onesto puzzle game dal particolarissimo comparto audio, insieme a una tracklist d’eccezione, sono soldi più che ben spesi.

CI PIACE

E’ per beneficenza!
Intuitivo e divertente
Track list imperdibile…

NON CI PIACE

…ma brevissima
Poco vario

7Cyberludus.com
Articolo precedenteValkyria Chronicles II
Prossimo articoloMafia 2 – Soluzione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.