Nail’d – Hands on

Una delle tante ragioni che ci portano ad appassionarci ad un videogame è la possibilità di poter vivere delle esperienze che altrimenti non avremo la possibilità di fare nella realtà. Nail’d è un titolo che racchiude in se questo concetto. Il gioco sviluppato su quella che può sembrare la stessa strada intrapresa dagli sviluppatori del racing game di Disney; Pure, è in realtà un gioco completamente diverso. Gli sviluppatori di Techland hanno puntato a rendere Nail’d il gioco di corse off-road più veloce e adrenalinico di tutti i tempi. Dal primo sguardo che abbiamo dato alla recente GamesCom di Colonia, possiamo affermare quanto questo obbiettivo sia stato in parte raggiunto.

Non-Stop Adrenaline

Come dicevamo Nail’d possiede una vena adrenalinica piuttosto elevata, per questo motivo la giocabilità del titolo si avvicina molto più ad un’impostazione arcade piuttosto che ad una guidabilità dei veicoli di stampo simulativo. Lo stesso discorso lo possiamo fare per la fisica e il concept di gioco che puntano in maniera decisa sulla velocità non seguendo pedissequamente le leggi della dinamica e della fisica elementare. Le gare si svolgono su una varietà di tracciati, i quali si basano su ambienti realmente esistenti elaborati per crearne dei percorsi fantasiosi. I tracciati che abbiamo potuto osservare durante la dimostrazione erano dominati da alberi imponenti, cadute vertiginose e rampe naturali di ogni tipo. Ogni circuito è stato, infatti, studiato per tenere i giocatori sulla corda e dare loro una grande quantità di sentieri da percorrere durante le corse. Durante la demo, abbiamo potuto osservare un pilota che correva lungo fitti sentieri alberati disseminati di ostacoli naturali di ogni tipo, scivolando lungo i fianchi di una montagna, il tutto ad un ritmo estremamente veloce che richiederà, inevitabilmente, una buona dose di abilità e pratica. Durante ogni gara sarà importante saper gestire il proprio veicolo per sfruttare al massimo il turbo. Ogni evoluzione che potremo compiere dopo un salto, farà accrescere il livello di turbo, che grazie alla pressione di un tasto può essere utilizzato per ottenere tempi migliori sul giro ed evoluzioni più articolate. Disseminati lungo il tracciato sono presenti, in alternativa, degli anelli di fuoco che possono essere sfruttati per dare un ulteriore spinta al nostro veicolo. Il controllo aereo, pertanto, rappresenta una parte importante della formula di Nail’d. Per venirci incontro nella gestione aerea del veicolo, un indicatore sullo schermo ci indicherà la direzione per mantenere la giusta traiettoria per atterrate, così da impedirne un brutto incidente. Tra le opzioni single player troviamo l’immancabile modalità carriera composta di una serie di eventi da completare per vincere ogni singolo campionato. La vittoria di ogni evento sbloccherà altri campionati, oggetti per personalizzare il nostro ATV e migliorie tecniche di ogni tipo. L’obiettivo sarà quello di competere al grande evento finale. Per quanto riguarda la personalizzazione del veicolo, disporremo di una serie di opzioni che ci permetteranno di personalizzarne la scocca, i colori e le singole componenti estetiche. Le migliorie meccaniche, invece, potenzieranno il veicolo permettendoci di partecipare agli eventi più impegnativi. Spetterà a noi decidere l’impostazione da dare al nostro veicolo privilegiando, ad esempio, aspetti come la velocità e l’accelerazione a discapito della manovrabilità e della tenuta di strada. I tracciati che sono stati studiati per Nail’d prediligono un impatto adrenalinico, pertanto gli sviluppatori hanno cercato di ottenere il giusto compromesso tra velocità e buona grafica e da quello che abbiamo potuto osservare, il gioco non presenta cali di frame nemmeno nei momenti più concitati della gara, restituendo un’ottima sensazione di velocità. L’ultimo appunto riguarda la colonna sonora del gioco che includerà tracce di artisti molto conosciuti della scena metal contemporanea, tra cui Raymond Herrera e Christian Olde Wolbers (Fear Factory, Arkaea), Pat Lachman (Damageplan), Stephen Carpenter (Deftones), Jed Simon (Strapping Young Lad), e John Boecklin (DevilDriver), che sono alcuni degli artisti riunitisi in studio per comporre una colonna sonora adatta al ritmo del gioco. In aggiunta saranno presenti brani su licenza di artisti come Slipknot, Queens of the Stone Age, Backyard Babies, Rise Against, Aggressive Chill, American Sixgun e Slaves on Dope.

Expansive online competition

Anche se durante la dimostrazione ci è stata mostrata soltanto la modalità single-player, Nail’d supporterà la funzionalità multiplayer. Fino a 12 giocatori potranno, infatti, partecipare a sfide adrenaliniche e tornei sui 14 differenti tracciati presenti nel gioco. Dopo ogni gara online, i giocatori potranno visionare il replay completo della gara e controllare le classifiche dei tempi.

Conclusioni

Dalle prime impressioni che abbiamo avuto durante la presentazione di Nail’d, lo sviluppo del gioco si pone ad un livello interessante. Chi ama uno stile di gioco arcade ed è appassionato alle categorie Motocross e ATV potrebbe essere notevolmente attratto dallo stile e il gameplay del titolo Techland. Il gioco distribuito da Deep Silver lo troveremo nei negozi alla fine del mese di ottobre. Stay tuned!

Articolo precedenteFifa 11
Prossimo articoloUn nuovo Neverwinter, online
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.