Dalle pillole allo sterrato

Se facciamo tornare la mente agli albori del servizio di download digitale WiiWare non possiamo che ricordare quel “Dr. Mario e Sterminavirus” che aveva fatto la sua comparsa insieme al lancio del servizio stesso. Si trattava di un remake di “Dr. Mario”, puzzle-game leggendario uscito, al suo tempo, per NES completo di una modalità aggiuntiva e di una compatibilità multiplayer da urlo, tale da rendere il gioco in questione potenzialmente infinito, distributore continuo di nuove e avvincenti sfide. Nintendo ripercorre la via del suo vecchio splendore e, questa volta, offre agli utenti del servizio WiiWare il 5° episodio di un altra serie nata su NES, lo splendido gioco di motocross “Excitebike”. “Excitebike: World Rally”, scaricabile al forse troppo elevato prezzo di 1000 Wii Points (comunque ben spesi), offre una piccola ventata di fresche novità per il giocatore che vuole abbracciarne la sfida, senza deragliare troppo dal binario di gameplay che lo ha reso un classico inimitabile a suo tempo…

Alla conquista delle coppe!

La modalità per il giocatore singolo, piuttosto che vertere su delle semplici sfide all’interno di stadi appositi, è composta da 4 coppe distinte: Bronzo, Argento, Oro e Platino. Per ognuna di queste coppe vanno affrontati 4 tracciati, i quali vanno superati nel minor tempo possibile, sfruttando al meglio gli ostacoli e la conformazione del terreno. Il primissimo tracciato della coppa Bronzo, in realtà, funge da tutorial per tutte le azioni disponibili durante le partite: al giocatore vengono insegnati, uno per uno, tutti i possibili movimenti della moto, i quali dovranno essere amalgamati al meglio per ottenere una velocità elevata e stabile. Il gioco mette a disposizione due sistemi di controllo, entrambi da utilizzare tenendo in orizzontale il WiiMote, come fosse un joypad per NES: il primo sistema prevede l’esecuzione di alcune acrobazie e spostamenti tramite dei movimenti secchi del WiiMote; il secondo sistema, invece, mima pari pari il sistema di controllo del primo episodio, con i tasti direzionali adibiti a spostamenti e impennate e i tasti 1 e 2 da utilizzare per l’accelerazione e il turbo. Come da copione, l’uso eccessivo del turbo provoca un surriscaldamento della moto (evitabile correndo su delle apposite frecce di raffreddamento) con conseguente blocco e uscita di pista: l’unico modo per tornare in carreggiata è sbattere velocemente il telecomando, in modo tale da perdere meno tempo possibile. Allo stesso modo si rientra in pista dopo gli incidenti dovuti agli ostacoli e agli avversari. Durante le sfide dovrete competere contro il tempo e contro 3 avversari colorati, pronti a darvi del filo da torcere: la parte più grossa della sfida, in realtà, è costituita dalle moto grigio-violastre, vetture non in gara ma che restano comunque a girovagare per il campo in attesa di essere scansate e superate, creando non poco disturbo alla nostra guida! A seconda dei nostri tempi-giro e tempi-gara riceveremo una valutazione in lettere, da un massimo di ‘S’ a un minimo di ‘D’. La lettera ‘B’ rappresenta il minimo sindacale per superare la sfida mentre ottenendo un cospicuo numero di ‘S’ potremmo sbloccare nuovi colori per la nostra moto e renderla un bolide unico! Ottenere le ‘S’ però non è una passeggiata: l’unico modo per riuscirsi consiste nel diventare padroni non solo delle accelerazioni ma anche del sistema di salto, una carta vincente della serie; una volta in aria, infatti, otterremo una piccola spinta in velocità se la nostra moto atterrerà sul suolo sterrato della pista con la giusta inclinazione, rispettando la conformazione del terreno.

Le ruote solcano le piste del mondo intero!

Così come accadde per “Dr. Mario”, anche “Excitebike: World Rally” vanta una modalità multiplayer di un certo rilievo, nonostante la sua semplicità e chiarezza: accedendo alla Nintendo WFC, infatti, si potrà scegliere di gareggiare con un gruppo di amici registrati o con chiunque sia connesso in quel momento nel mondo. Come ovvio, questo processo richiede una maggiore pazienza, soprattutto nella fase di allestimento delle gare, ma una volta giunti sulla linea di partenza tutto fila liscio: anche se si possiede una connessione sconquassata ogni gara scivola velocemente, senza lag di nessun genere. Alla fine di ogni gara vengono assegnati dei Punti a ogni giocatore a seconda della posizione raggiunta nella classifica finale: questi Punti vanno a sommarsi accanto al nome del giocatore stesso, per aiutarlo a sbloccare altri colori per le motociclette, non disponibili solo ottenendo delle valutazioni ‘S’ nella modalità multigiocatore. L’estrema versatilità di questo sistema non solo rende le connessioni al server molto semplici e immediate ma crea una sensazione di velocità e di tensione già prima di ogni gara online, rendendo entusiasmante ogni match e potenzialmente infinita la longevità della modalità online stessa!

La carica dei designer!

Da ultimo è necessario spendere qualche parola su uno dei punti forti di tutto l’insieme: già all’epoca del NES, nel primo “Excitebike”, era disponibile un designer di tracciati di facile utilizzo. Molti amavano comporre le loro creazioni e poi vederci sopra correre quelle piccole, pixellose motociclette ma purtroppo, una volta spenta la console, si ritrovavano in mano con un pugno di mosche: la pista, ovviamente, non poteva essere salvata in quanto la cartuccia non disponeva di una batteria interna (bisognava attendere “The Legend Of Zelda” per fare esperienza dei primi esempi di salvataggio). “Excitebike: World Rally” non solo ripropone il track designer del primo episodio con la possibilità di salvare i propri tracciati sulla memoria del sistema ma rende anche possibile lo scambio dei tracciati fra gli utenti! Prima della selezione del profilo giocatore, infatti, è presente una piccola sezione “Posta” dalla quale si possono scaricare le piste create dai propri amici: è il trionfo dell’user-generated content applicato al gioco di guida! Nintendo sprona il giocatore a creare e a condividere, nel pieno spirito della sua filosofia, e nel fornire all’utente questa possibilità finisce per incrementare la longevità di questo titolo a livelli ancora più elevati… Tra gli utenti si nasconderà qualche geniale designer?

Conclusione

“Excitebike: World Rally” è un titolo che grida “semplicità” durante ogni gara, ogni mossa, ogni esperienza di gioco: l’amore per il passato di Nintendo riecheggia nuovamente in un titolo che, nel suo essere privo di pretese, regala un divertimento puro, decisamente d’altri tempi ma invecchiato nel migliore dei modi, come un buon vino. L’arcobaleno di moto colorate, accompagnate da una colonna sonora che riprendere gli episodi passati ed aggiunge qualche sentore ‘Mariokartiano’ al suo interno, sfreccia sulle terre sabbiose di tutte le piste del mondo, attendendo quel volto dietro il piccolo casco che solleverà, orgoglioso, la coppa del campione più grande!

CI PIACE

E’ un modo meraviglioso di rivivere un grande classico
\nOnline semplicissimo ma potenzialmente illimitato
\nGameplay tenacemente imperturbato
\nSi possono creare, salvare e condividere i propri tracciati!

NON CI PIACE

1000 Wii Points, per certi versi, sono un po’ tanti

8.5Cyberludus.com
Articolo precedenteLara Croft e il Guardiano della Luce
Prossimo articoloAggiornamento del PlayStation Store (26/05/2010)
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.