Dal momento in cui DRM iniziavano a prendere piede nel mondo videoludico, Blizzard non aveva mai assunto una posizione chiara a riguardo…fin ora. La nota software house infatti, si è finalmente esposta, dichiarando di ” ritenere totalmente inefficace ogni metodo anti-pirateria “. Ciò sarebbe dovuto all’impossibilità di creare un software che possa sostenere i pesanti attacchi delle comunità presenti su internet. Blizzard ha quindi affermato che “ogni società si dovrebbe concentrare di più sullo sviluppo di titoli completi, e privi di qualsivoglia bug”. Viene infine segnalato come, per accedere alla propria piattaforma online, Battle.net , sia necessario avere un titolo originale, e “sarà proprio questo fattore ad assicurare il non prolificare di copie pirata, in quanto queste pregiudicherebbero il vastissimo ed importantissimo comparto multiplayer presente nei nostri giochi”.

Articolo precedenteAnnunciato De Blob: The Underground
Prossimo articoloRed Dead Redemption – Soluzione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.