Just Dance – Hip Pop

Questa generazione di console ha trasformato il modo di approcciarsi al videogioco e alle modalità con cui si usufruisce del media. L’ampliamento della proposta ad un pubblico diverso da quello dei videogiocatori hardcore (i cosiddetti casual gamer) ha posto l’attenzione sul divertimento in famiglia o tra amici nel salotto di casa, presentando a volte dei prodotti capaci di coinvolgere proprio tutti. In questo insieme di proposte troviamo i titoli dedicati alla danza. Se da un lato quest’ultimi non rappresentano una novità dal punto di vista videoludico (basta citare la serie Dance Dance Revolution uscita già negli anni ?90), l’integrazione con i diversi supporti, dal wiimote al Kinect passando per il Playstation Move, ha dato vita ad un modo di giocare e divertirsi diverso rispetto al passato.
Just Dance 4, Black Eyed Peas Experience e Michael Jackson Experience sono stati gli ultimi titoli targati Ubisoft ad arrivare su Xbox 360 e Wii. A seguito del successo ottenuto con la serie di videogame più ballata su console, Ubisoft propone anche quest’anno uno spin-off di Just Dance. Sulla scia del precedente Black Eyed Peas Experience, la casa di sviluppo strizza l’occhio al panorama hip hop proponendo quest’anno un titolo più underground: The Hip Hop Dance Experience.

Ok, carino, forte, grandioso!!!

The Hip Hop Dance Experience è essenzialmente un rhythm-game perfettamente adatto a chi possiede il ritmo nel sangue, non disdegnando al tempo stesso chi vuole divertirsi ballando ma non possiede le giuste doti. Gli unici requisiti richiesti sono: un salotto abbastanza grande per potersi muovere liberamente senza far danni, una giusta dose di volontà per imparare i passi di danza e un sensore Kinect che serve a catturare ogni piccolo movimento del nostro corpo. Una volta messi assieme questi elementi ci si può “tuffare” sulla pista da ballo virtuale.
Un menù essenziale e pratico mostra, una volta avviato il gioco, nella parte superiore le modalità di gioco e contemporaneamente più in basso l’intera selezione di 40 brani hip-hop presenti nel gioco, ognuno dei quali è contrassegnato da una stella che mostra, con valori che vanno da 1 a 5, la difficoltà della coreografia o del ritmo del brano che si è scelto.
Una volta regolato il sensore ci si può scatenare sulla pista da ballo, magari in compagnia di amici nella modalità duello (Dance Battle) in cui due ballerini si sfidano a “colpi” di evoluzioni perfette oppure in modalità party collaborando nell’esecuzione di una coreografia (Dance Party). Come si può facilmente intuire, lo scopo del gioco è quello di imitare il più possibile i movimenti dei ballerini sullo schermo. Alcune mosse, soprattutto nelle canzoni contrassegnate da una sola stella, sono più semplici da eseguire poiché non hanno bisogno di alcun tipo di allenamento e possiedono un ritmo più lento. I movimenti sono catturati dal Kinect e messi a confronto con quelli dei ballerini virtuali per valutarne le prestazioni, restituendo un giudizio (ok, carino, forte, grandioso, etc.) che indica la precisione con la quale è stato eseguito il passo di danza. Qualche attimo prima che termini una determinata sequenza, la sagoma di un ballerino mostra quali saranno i passi successivi. Per imparare ad eseguire le coreografie per ognuna delle tre difficoltà, è stata creata un’apposita modalità Power Skooling, che è un tutorial che guida passo dopo passo i proventi ballerini nell’esecuzione delle diverse coreografie di ogni canzone.

Mostra il tuo “swag”

Nessun insulto. Swag è soltanto di un termine derivato dal dizionario urbano che sta ad indicare un modo di apparire “fighi”. A differenza dei precedenti giochi di danza targati Ubisoft, The Hip Hop Dance Experience contiene – come abbiamo accennato in precedenza – 40 tracce con supporto surround 5.1, che contengono hit di artisti moderni come Flo Rida, Iyaz e B.o.B e meno recenti come Naughty by Nature, Mark Morrison e Rob Base & DJ E-Z Rock. Una selezione che accontenta un pubblico vasto. Operazione riuscita, anzi, di più. Si può affermare che la selezione delle canzoni riesce a coinvolgere anche coloro i quali non hanno mai ascoltato musica hip-hop. La ragione di questa affermazione la troviamo sia nei brani, che riescono ad accontentare tutti i palati ma soprattutto nelle coreografie che li accompagnano. Graficamente il lavoro del team di sviluppo resta sui livelli del recente Just Dance 4 ma l’elemento che stupisce è la realizzazione dei movimenti dei ballerini, che spiccano per precisione e fluidità, ma ancora più curata è la varietà delle coreografie proposte per ogni canzone con ben due ballerini che mostrano, uno di spalle e l’altro di fronte, ogni passo in modo impeccabile. I modelli dei personaggi sono ben dettagliati e possiedono un look unico e curato realizzato in cel-shading.

Conclusioni

Hip Hop Dance Experience si pone come uno dei migliori giochi di danza realizzati da Ubisoft. La tracklist contenente 40 brani hip-hop riesce a soddisfare tutti i videogiocatori mentre l’ottima realizzazione delle coreografie li spinge ad imparare ogni passo. La risposta del Kinect è precisa e non presenta problemi di sorta mentre la visuale di gioco riesce a non far perdere di vista i movimenti che bisogna eseguire. L’esperienza di gioco è arricchita da due modalità cooperative che permettono di ballare e divertirsi in compagnia. The Hip Hop Dance Experience è un gioco che gli amanti del genere non possono farsi scappare, mentre tutti gli altri dovrebbero provarlo almeno una volta.

Tracklist

  1. Amerie ? “1 Thing”
  2. B.o.B ? “So Good”
  3. B.o.B featuring Hayley Williams of Paramore ? “Airplanes”
  4. Cassie ? “Me & U”
  5. Chris Brown featuring Juelz Santana ? “Run It!”
  6. Chris Brown featuring Lil Wayne & Busta Rhymes ? “Look At Me Now”
  7. Ciara ? “One, Two Step (featuring Missy Elliott)”
  8. Da Brat ? “Funkdafied”
  9. Drake ? “Over”
  10. Flo Rida featuring Sia ? “Wild Ones”
  11. Iyaz ? “Replay”
  12. Jay Sean featuring Lil Wayne ? “Down”
  13. J-Kwon ? “Tipsy”
  14. Kid Cudi ? “Day ?N’ Night”
  15. Lil Wayne featuring Static Major ? “Lollipop”
  16. LMFAO ? “Sexy And I Know It”
  17. M.I.A. ? “Bad Girls”
  18. Mark Morrison ? “Return of the Mack”
  19. Mystikal featuring Nivea ? “Danger (Been So Long)”
  20. N.E.R.D. ? “She Wants to Move”
  21. Naughty by Nature ? “Hip Hop Hooray”
  22. Nelly ? “Hot In Herre”
  23. New Boyz ? “You’re A Jerk”
  24. New Edition ? “If It Isn’t Love”
  25. Nicki Minaj featuring Drake ? “Moment 4 Life”
  26. Ol’ Dirty Bastard featuring Kelis ? “Got Your Money”
  27. Outkast ? “B.O.B.”
  28. Pitbull featuring Chris Brown ? “International Love”
  29. Q-Tip ? “Vivrant Thing”
  30. R. Kelly ? “Ignition (Remix)”
  31. Rihanna featuring Jeezy ? “Hard”
  32. Rob Base & DJ E-Z Rock ? “It Takes Two”
  33. Run-DMC ? “It’s Tricky”
  34. Snoop Dogg featuring Pharrell Williams ? “Drop It Like It’s Hot”
  35. Terror Squad featuring Fat Joe, Remy ? “Lean Back”
  36. The Sugarhill Gang ? “Rapper’s Delight”
  37. TLC ? “Creep”
  38. Too $hort ? “Blow the Whistle”
  39. Trey Songz featuring Fabolous ? “Say Aah”
  40. Wiz Khalifa ? “Work Hard, Play Hard”

CI PIACE

– Ottima realizzazione delle coreografie e dei movimenti.
– La scelta della colonna sonora accontenta tutti i gusti.
– I movimenti vengono rilevati bene dal Kinect.
– Grafica curata e accattivante.

NON CI PIACE

– E’ rivolto prevalentemente ad un pubblico a cui piace l’hip hop.

Conclusioni

The Hip Hop Dance Experience si pone come uno dei migliori giochi di danza distribuiti da Ubisoft. La tracklist contenente 40 brani hip-hop riesce a soddisfare tutti i videogiocatori mentre l?ottima realizzazione delle coreografie li spinge ad imparare ogni passo. La risposta del Kinect è precisa e non presenta problemi di sorta mentre la visuale di gioco riesce a non far perdere di vista i movimenti che bisogna eseguire. L?esperienza di gioco è arricchita da due modalità cooperative che permettono di ballare e divertirsi in compagnia e da un’interessante ma impegnativa modalità maratona. The Hip Hop Dance Experience è un gioco che gli amanti del genere non possono farsi scappare, mentre tutti gli altri dovrebbero provarlo almeno una volta.

7.7Cyberludus.com
Articolo precedenteIntervista: Ivan Venturi
Prossimo articoloFallout 3 – Il Terrible Shotgun tra le proprie mani