Dopo la conferma che i problemi che hanno colpito Playstaion Network sono  stati opera degli hacker, Richard Blumenthal, senatore americano del  Connecticut, ha scritto a Sony una lettera, informando il colosso nipponico delle sua preoccupazione sulla sicurezza e sulla privacy, che in questa spiacevole occasione sono venute meno. Secondo il senatore, Sony non è stata  nè chiara  nè tempestiva nel comunicare con i giocatori: la situazione si sarebbe creata in maniera inevitabile, perciò ritardare la comunicazione si è rivelato un comportamento inaccetabile, soprattutto perchè in gioco c’è la privacy dell’utente, ormai violata. Attendiamo la risposta di Sony.

Articolo precedenteTomb Raider: in arrivo nuove info e immagini inedite
Prossimo articoloPlants vs. Zombie su Nintendo DS
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.