Sin dal loro ingresso sul mercato, gli iDevice sono diventati piano piano dei veri e proprio dispositivi  adatti sia per giocare o che per svolgere le loro funzioni native. Con loro si è parlato spesso e di mobile gaming o di casual gaming, ma tenendo conto delle specifiche tecniche del processore A5 presente nell’ iPad 2 forse il termine “casual” diventa inappropriato. Il processore A5 dual core di Apple non è solo potente e con consumi  ridotti, ma è anche in grado di fornire prestazioni generose per i videogames. Apple ha parlato di prestazioni grafiche fino a 9 volte superiori rispetto al precedente processore A4. Con un processore del genere le possibilità di concorrere con NintendoMicrosoft  e Sony diventano sempre più concrete, così concrete che circolano rumors di un ritorno di Apple nel mondo dei videogiochi. Sì ho detto ritorno, perché in passato Apple ha tentato questa strada in collaborazione con Bandai sviluppando la semisconosciuta PinPin, una console che non ha avuto il successo sperato (anzi non ha avuto proprio successo) sia per il prezzo elevato sia per la tecnologia che era indietro rispetto alla concorrenza.

L’ ‘azienda californiana di Steve Jobs ha contattato recentemente i PR di Activision e Nintendo. Stiamo parlando di Rob Saunders (PR di Nintendo UK )e Nick Grange (PR di Activision UK). Il primo avrebbe dato vita a campagne di successo relative a giochi come Nintendogs, Pokemon e Super Mario Galaxy, il secondo invece si sarebbe occupato di titoli del calibro di Halo 2, Halo 3 e Gears of War. Trattasi di due acquisti molto promettenti. Entrambi sono entrati ufficialmente a far parte del gruppo della Apple che, secondo alcuni rumors, si dice abbia intenzione di dotare la Apple TV della possibilità di eseguire giochi e applicazioni. Ma per farlo sarebbe necessario un aggiornamento hardware del media center made in Cupertino che è attualmente sprovvisto di storage oltre che di un processore adatto.

Apple TV per diventare una console avrebbe quindi bisogno di:

1. disco rigido o una memoria flash su cui archiviare le app e i giochi scaricati;

2. un processore abbastanza potente da gestire l’alta definizione ( e il già citato A5 è il processore adatto).

I controller? Come controller basterebbe utilizzare un iPad o un iPod o ancora un iPhone. Fantascienza? Intanto qualcosa inizia a muoversi… Bisognerà attendere Settembre molto probabilmente per scoprirlo.

Articolo precedentePatapon 3: mostrata la boxart
Prossimo articoloMonster Hunter Nikki: nuovi artworks
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.