Attenti ai volatili arrabbiati

Ispirato da un semplice schizzo di uccelli stilizzati senza ali, il gioco è stato rilasciato originariamente per dispositivi iPhone e IPod Touch di Apple nel dicembre 2009, il gioco ha letteralmente invaso i dispositivi mobili come I-Phone, I-Touch e I-Pad, sbaragliando letteralmente la concorrenza videoludica per dispositivi mobili con oltre 50 milioni di download effettuati in tutte le sue versioni. La versione di cui ci occupiamo in questa sede va ad arricchire lo store del PlayStation Network, nella nuova e florida serie “minis” e viene proposto ad un prezzo di 2,99 Euro. Il celebre gioco, nonostante abbia perso qualche tempo fa la sua leadership nella classifica dei titoli più scaricati dell’App Store da Bubble Ball, un puzzle game gratuito sviluppato da un ragazzino di 14 anni con il supporto della madre, la softwarehouse Rovio ha deciso di sfruttare appieno la popolarità del brand, annunciando dapprima la versione portatile che ci troviamo ad analizzare in questa sede e successivamente la creazione di una serie animata che ha per protagonisti gli stravaganti animali presenti nel gioco.

Inside the universe of birds and pig

Un fenomeno così diffuso ha fatto certamente riflettere moltissimi sviluppatori di videogame, poichè Angry Birds altro non è che un puzzle game semplice e intuitivo che ha per protagonisti degli animali stilizzati molto “cartoonosi”, ma che è riuscito ad appassionare moltissime persone per la sua immediatezza e per il divertimento “puro” che si prova a giocare e che richiama al concetto stesso di gioco inteso come semplice svago. La dinamica del gioco è racchiusa nelle azioni che saremo chiamati a compiere al fine di risolvere ad ogni livello un rompicapo diverso. Grazie all’utilizzo di una fionda, lanceremo i nostri prodi uccelli contro alcuni suini, i loro nemici giurati, posizionati all’interno di diverse strutture poste a protezione degli animali. Lo scopo del gioco è quello di abbattere tutti i suini sul campo di gioco, eliminando ogni ostacolo e costruzione creati come difesa degli avamposti nemici. Le uniche difficoltà di gioco, risiedono nel calcolare la giusta traiettoria parabolica e l’esatta potenza di lancio.

Mentre su i-phone i controlli sono studiati alla perfezione per sfruttare al meglio il touch-screen, su PSP è stata studiata una combinazione tra tasti e stick analogico che non restituisce appieno la sensazione di avere il pieno controllo dei “birds” e della loro traiettoria. A questo punto risulta doveroso tracciare delle differenze tra le due versioni, poichè sia la differenza di prezzo che quella propria dei supporti sul quale il gioco è destinato, pendono nettamente a favore della versione i-phone/i-pad.

Conclusioni

Il titolo che ha rivoluzionato l’offerta su i-phone, nella sua trasposizione per la console portatile Sony, sembra perdere nettamente il confronto, regalando ugualmente un titolo godibile e divertente ma perdendo al tempo stesso quell’immediatezza e semplicità tipiche dei giochi mobile che sfruttano il touch-screen. La proposta del gioco nel parco titoli denominati “minis”, gioca comunque a favore di Angry Birds, che risulta essere un titolo godibile e di sicuro impatto per tutti gli appassionati di puzzle game, che non hanno voglia di un titolo complicato ma piuttosto di un approccio “mordi e fuggi” che riuscirà a tenerci incollati allo schermo della console per diverso tempo.

CI PIACE

Semplice ed immediato
Tanti livelli di gioco con difficoltà crescente
Stile accattivante
Prezzo contenuto…

NON CI PIACE

..ma più caro della versione portatile
Controlli meno precisi delle altre versioni

7Cyberludus.com
Articolo precedenteReverie per Castlevania: Lord of Shadows prossimo al rilascio. Finalmente!
Prossimo articoloBrink: Annunciati i requisiti di sistema e le funzionalità Steam
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.