Infamous 2 (2)

 

Da un grande potere derivano grandi responsabilità

Non sono tanti i brand che appena nati riescono a conquistarsi un posto d’onore nel cuore degli appassionati. Un bel lieto fine c’è stato sicuramente per Infamous , action free roamning del 2009, sviluppato da Sucker Punch (autori della celebre serie Sly Raccoon) ed esclusiva PS3 . Il nuovo pupillo Sony offriva una trama intrigante, raccontata attraverso splendide sequenze in stile fumetto, come se il protagonista fosse uno dei tanti celebri supereroi della Marvel. E in effetti Cole Mcgrath non si discosta tanto dalla figura di paladino della legge, in parte almeno. Il cuore della trama e dello stesso gameplay risiedeva proprio nelle scelte giuste o sbagliate di Cole nei confronti dei cittadini di Empire City, il parco giochi ideale dove affinare abilità e poteri al servizio del bene o del male. La storia ha lasciato parecchi punti in sospeso e di conseguenza un seguito era praticamente scontato. Infamous 2 promette di infondere nuova linfa al brand, correggendo i difetti del precedente capitolo ma anche e soprattutto portando novità di rilievo alla formula sperimentata dai programmatori. E’ il momento di scegliere da che parte stare.

![][__userfiles__infamous-2 (1).jpg]

Alla ricerca della verità

La storia riprende esattamente dove l’avevamo lasciata: si fermino qui tutti coloro che non hanno finito il primo episodio della serie poiché spoilerare è necessario per riallacciarci alle vicende che seguiranno non appena il titolo approderà sugli scaffali dei negozi. Durante il gran finale, anticipato da una devastante esplosione, farà la sua comparsa un mostro potentissimo e decisamente più forte di Cole, chiamato La Bestia. La città è spacciata ed è il momento quindi di fare i bagagli e lasciare Empire City e cercare informazioni a New Marais, una sorta di metropoli che ricorda non poco New Orleans (alla quale il team si è fortemente ispirato). Si da il caso che in città abiti Bertrand, una vecchia conoscenza del protagonista, nonché leader della Milizia, una corporazione armata fino ai denti che pattuglia l’intera città allo scopo di sopprimere ogni singola anomalia. Di conseguenza, il comitato di benvenuto per Cole in città si trasforma subito in una carneficina orchestrata da militari pronti a tutto per mettere le mani sul protagonista. Ma si da il caso che La Bestia stia avanzando, città dopo città, distruggendo ogni cosa al suo passaggio e la presenza di mutanti in città non semplifica certo la missione di Cole, intenzionato a trovare uno scienziato che conosce il modo per sconfiggere la minaccia più pericolosa al mondo, che si avvicina inesorabilmente verso di lui. Non poteva mancare il nostro fidato amico Zeke, carico di sano umorismo ma anche inaspettato coraggio. Faranno la loro comparsa anche personaggi inediti, come la coriacea Nix e il nostro amico Kuo. Confidiamo in una sceneggiatura ricca di colpi di scena e in una storia appassionante e ben raccontata con le solite sequenze cinematiche, che tanto ci hanno elettrizzato nel primo capitolo.

Benvenuti a New Marais

Che i programmatori stiano lavorando sodo a questo progetto è cosa assodata e appurata: il restyling del protagonista ha subito diversi cambiamenti ( inizialmente è stato mostrato un Cole più giovane e quasi estraneo alla serie)e solo da poco abbiamo notato, con gioia, che  ha di nuovo le sembianze del Cole che abbiamo conosciuto nel 2009. Vecchia star non si cambia dunque, semmai si migliora: il modello poligonale del protagonista si è gonfiato di nuovi poligoni e le animazioni facciali e dei movimenti sono adesso più fluide e articolate tra loro. Ma è la città la vera novità di questo seguito: abbandonati i grattacieli e le atmosfere “pseudo-newyorkesi”, i programmatori hanno infuso in New Marais uno stile assolutamente irresistibile: brillante e colorato di giorno e dark e gotico di notte. L’alternarsi del giorno e della notte trasforma completamente la città, che ancora una volta brulicherà di cittadini indaffarati nei loro andirivieni, di vittime da salvare e nemici da distruggere. Le locazioni sono molto curate e abbastanza varie da quel poco che abbiamo visto: centri cittadini, foreste, paludi e un intero mondo da esplorare liberamente. Accattivante il look dei mutanti, che schiaccia non poco l’occhio a diverse produzioni survival horror. Già ottimi sembrano gli effetti particellari: le esplosioni sono di sicuro impatto visivo e non solo: alcune di esse sono in grado infatti di distruggere enormi parti dello scenario, a tal punto da poter uccidere lo stesso Cole, aumentando cosi l’interazione e il realismo del titolo.

Ci aspettiamo un ottimo doppiaggio in italiano, come nel precedente episodio, e naturalmente una colonna sonora adeguata al calibro di questa produzione, con pezzi musicali dall’impatto emotivo assicurato.

Devastazione a portata di mano

Le basi del gameplay non sembrano essere cambiate radicalmente rispetto al passato: Cole può liberamente esplorare la città, correndo e aggrappandosi praticamente dovunque e spiccando salti da infarto tra un palazzo e l’altro. Ritornano la maggior parte dei poteri acquisiti precedentemente: per coloro che non lo sapessero, Cole è in grado di sfruttare l’elettricità, essendone lui stesso un conduttore. Può ad esempio lanciare scariche elettriche in grado di devastare nemici e scenari, planare da altezze elevate  e usare i cavi elettrici o i binari della metro o del treno per “correre” più velocemente spinto dall’elettricità stessa. La vera novità risiede nel tubo di metallo che equipaggia il protagonista: grazie a questo strumento, il combattimento corpo a corpo viene ampliato grazie a combo poteri/arma bianca assolutamente letali. Ma anche le già poderose abilità ospiteranno delle aggiunte, come un vortice in grado di spazzare qualsiasi cosa al suo passaggio o il potere del ghiaccio, che renderà gli scontri ancora più sorprendenti. Durante questi ultimi, la telecamera non sarà sempre alle spalle del protagonista: di tanto in tanto ruoterà lungo l’ambiente circostante per immortalare le vostre imprese come nei migliori film d’azione hollywoodiani. Aspettatevi dunque una regia con i fiocchi, dato che Sony se ne intende (Uncharted 2 e God of War 3 hanno fatto storia). Nuovamente le nostre scelte influenzeranno la nostra condotta morale e per estensione la storia stessa: minaccia terribile per la città o paladino del bene e della libertà? A noi la scelta. Ci auguriamo che optare per il bene o per il male non si traduca solo in qualche scazzottata in più: sarebbe interessante assistere a serie ripercussioni sulla storia, come la morte di un personaggio o la morte stessa del protagonista; momenti intensi che ci costringano a giocare e rigiocare l’avventura per non perdersi nemmeno un tassello della storia.

Conclusioni

La nebbia di mistero che aleggiava da mesi attorno a Infamous 2 si è quasi del tutto dissolta: abbiamo notato con piacere che gli sviluppatori sono tornati sui loro passi ed hanno lasciato a Cole il look originale che gli spetta di diritto; abbiamo intravisto personaggi vecchi e nuovi che potrebbero essere protagonisti di una nuova storia ricchi di colpi di scena tutti da gustare; abbiamo apprezzato l’evoluzione del comparto tecnico, decisamente superiore al precedente in quanto a fluidità e dettaglio e a quella del gameplay, che apporta novità gradite a meccaniche non ancora obsolete e tutte da provare nel nostro nuovo  e vasto parco giochi cittadino. I dubbi riguardano le scelte morali, che ci auguriamo vengano bene implementate nella storia. Per il resto non ci resta che attendere l’estate (la data per il mercato USA è il 7 Giugno 2011) e scoprire se Infamous 2 sarà il capolavoro che tutti stiamo aspettando. 

![][__userfiles__infamous2 (1).jpg]

[__userfiles__infamous-2 (1).jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__infamous-2 (1).jpg [__userfiles__infamous2 (1).jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__infamous2 (1).jpg

Articolo precedenteZelda compie 25 anni
Prossimo articoloEsclusiva temporale per PS3: Resident Evil 6?
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.