![][__userfiles__Enslaved_DLC (10)(1).jpg]

L’altro lato di Enslaved

Dopo il mezzo passo falso compiuto con Heavenly Sword, Ninja Theory ha fatto le cose in grande stile con Enslaved: Odyssey to the West : un trama affascinante, impreziosita da un cast e da una regia di altissimo livello e accompagnata da un comparto tecnico ed un gameplay piacevoli (anche se non innovativi), hanno reso questo titolo una delle sorprese più brillanti di fine anno. A un mese di distanza dall’uscita del titolo prodotto da Namco-Bandai , i programmatori hanno rilasciato il primo Dlc **, Pigsy’s Perfect 10** , promettendo novità e parecchio umorismo al prezzo di 9,99 euro. Adesso che il contenuto è disponibile negli store Ps3 e Xbox360, possiamo scoprire realmente quali sorprese ci attendono.

Basta leggere il titolo per capire che i protagonisti non saranno più il possente Monkey e la bella Trip ma il divertentissimo Pigsy, il terzo protagonista dell’avventura principale, sempre con la battuta pronta e caratterizzato da un comica somiglianza con un maiale, particolarità accentuata dal suo cattivo odore, dall’aspetto e dai suoi inconfondibili grugniti. Un personaggio quello di Pigsy decisamente controverso: da un lato la comicità insita nel suo aspetto e nel suo portamento: dall’altro lo spirito combattivo ed il suo onore, che lo rendono un uomo profondo e che vive di ideali di libertà. Il suo personaggio ha conquistato sin dalle prime battute, un protagonista degno di meritarsi un episodio tutto suo.

Un donna perfetta

L’avventura si colloca poco prima degli eventi principali di Enslaved; Pigsy vive tra le lande desolate di un cimitero di robot, circondato da liquami tossici e gas velenosi. Se non fosse per la compagnia di Truffle, un simpaticissimo drone e compagno di avventure, la solitudine del protagonista sarebbe totale. Pigsy decide cosi di crearsi una compagna, ma per farlo avrà bisogno di tre pezzi di ricambio, dislocati nel Cimitero del Caduto, luogo pericolosissimo per via dei robot che lo pattugliano e per le strutture pericolanti. Inizia cosi il viaggio del protagonista e del suo aiutante.

La trama del Dlc non arriva certo al cuore come la splendida storia dell’avventura principale: tuttavia, lo spirito combattivo di Pigsy e il suo umorismo non possono non conquistare dall’inizio alla fine. Vedere la realtà dell’universo di Enslaved sotto gli occhi del nuovo protagonista è un’ esperienza completamente diversa da quella vissuta con Monkey e Trip e va assolutamente gustata.

Cimitero robotico

Tecnicamente non ci sono novità di rilievo rispetto ad Enslaved: il motore grafico si trascina dietro i pregi ( e i difetti) dell’Unreal Engine 3. Gli scenari di gioco accentuano come sempre la crudeltà scatenata dalla grande guerra tra umani e robot: lande desolate che ospitano cadaveri di gigantesche creature piene di sporco e ruggine e abitazioni fatiscenti prossime allo sfacelo. I colori accessi, come il rosso fuoco e il verde acido, esaltano ancora una volta la condizione di queste terre, apparentemente prive di vita ma pericolose come non mai. Di buon fattura il modello poligonale di Pigsy e soprattutto le sue animazioni: veder correre affannosamente il protagonista o rotolare per terra, stapperà più di un sorriso. Mancano purtroppo doppiaggio e sottotitoli in italiano. Nonostante il doppiaggio originale sia di notevole fattura, coloro che non masticano un minimo di inglese potrebbero non digerire la mancanza della nostra lingua tra le opzioni audio. Ottima come sempre la colonna sonora.

Niente passi falsi

Gli sviluppatori ci avevano promesso novità radicali e in effetti non possiamo dargli torto: il gameplay di Pigsy’s Perfect 10 scardina completamente tutto ciò che abbiamo imparato in Enslaved. Dimenticate la forza brutta di Monkey e l’aiuto indispensabile fornito da Trip: in questo episodio abbiamo a che fare con un amante del cibo non proprio atletico e invincibile. Di conseguenza, Pisgy non è adatto al combattimento corpo a corpo e più precisamente nemmeno allo scontro diretto (almeno nella prima parte del Dlc): pena è la morte istantanea. Questo episodio è improntato su tattiche stealth: Pisgy dovrà aggirare ogni ostacolo, riparandosi dietro coperture e avanzando silenziosamente quando non si trova nel raggio d’azione dei temibili robot, che non ci penseranno due volte ad inseguirlo e farlo fuori. Fortunatamente, l’utilizzo del suo facile da cecchino semplificherà le cose: raggiunto un punto sicuro, come ad esempio una postazione sopraelevata o una piattaforma che i nemici non possono raggiungere, il protagonista potrà farli fuori a colpi di fucile o attraverso scariche elettriche che li confonderà momentaneamente. Certe sezioni saranno più impegnative e richiederanno tempismo e pazienza: un solo errore e sarà Game Over. Nelle fasi più avanzate del gioco, padroneggerete meccanismi divertenti da utilizzare contro i robot, come ad esempio un’onda d’urto che li metterà l’uno contro l’altro o un ologramma che li distrarrà a vostro vantaggio. Di grosso aiuto sarà il rampino, che Pigsy potrà utilizzare per oltrepassare sezioni altrimenti inaccessibili, soprattutto in alcune sequenze mozzafiato in cui dovrà correre e saltare perché inseguito dai nemici o perché si trova in una struttura che sta per sgretolarsi definitivamente. Il monocolo del protagonista, se attivato, fornirà una visuale dettagliata sull’ambiente, i punti da raggiungere, quelli di appiglio per il rampino ed altre utilità da non sottovalutare. La longevità si attesta intorno alle quattro ore di gioco che, seppur non giustificando l’alto costo del Dlc, intratterranno il giocatore più meticoloso con la ricerca di tutti i bonus nascosti nello scenario, oltre che con l’avventura principale.

Conclusioni

Pigsy’s Perfect 10 catapulta nuovamente il giocatore nell’universo Enslaved ma attraverso una prospettiva completamente nuova: impersonare Pigsy si rivela una scelta divertente quanto innovativa, regalando un’esperienza inedita per tutti coloro che hanno vissuto le avventure di Monkey e Trip. Forse il prezzo troppo alto e la mancanza della lingua italiana faranno storcere il naso a parecchi giocatori, ma Pigsy’s Perfect 10 rimane un’avventura da provare da tutti coloro che hanno amato l’ultima fatica Ninja Theory e che non hanno dimenticato questo protagonista, tanto buffo quanto leggendario.

[__userfiles__Enslaved_DLC (10)(1).jpg]: /images/v/600×380/__userfiles__Enslaved_DLC (10)(1).jpg

CI PIACE

-Storytelling e Character design eccezionali.\n
– Estremamente vario.\n
– Tecnicamente splendido.

NON CI PIACE

– Sezioni platform praticamente inutili.\n
– Combattimenti spesso noiosi.\n
– Qualche magagna tecnica.

8.5Cyberludus.com
Articolo precedenteNamco Bandai Partners Italia: offerte natalizie
Prossimo articoloGT5: patch 1.05 disponibile
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.