Ubisoft continua a viaggiare in rosso nonostante un complessivo miglioramento nei primi sei mesi dell’anno fiscale: le vendite sono infatti arrivate a 260 milioni di euro, un aumento del 57 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009. Ciò nonostante, la casa francese è in perdita di 89,8 milioni di euro.

Yves Guillemot, amministratore delegato, dà la colpa di queste perdite a spese di riorganizzazione interna e agli scarsi risultati portati da Tom Clancy’s HAWX 2 e Ruse . Guillemot afferma inoltre che le spese di ricerca e sviluppo, superiori alle aspettative, insieme agli introiti sottotono, impediranno di abbassare i prezzi dei titoli di prossima uscita.

Articolo precedenteDead Nation dal primo Dicembre
Prossimo articoloRimandati Driver e Ghost Recon
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.