Quest’oggi ci occuperemo della recensione di Knight’s Rush un ottimo Beat’em Up orizzontale. Per introdurre al meglio questo titolo occorre spendere due parole su Quest of Knights Onrush, gioco da molto tempo disponibile au AppStore in versione completamente gratuita; in realtà questo era un promo-game di un altro gioco presente nello store del melafonino, Knights Onrush un caste-difense game. Visto il successo del primo titolo, gli sviluppatori hanno deciso di rispolverarlo facendolo diventare un game completo a tutti gli effetti e modificando leggermente le meccaniche di gioco. Come detto in apertura dell’articolo ci troviamo di fronte ad un classicissimo Beat’em Up (stile Golden Axe) con dei semplici elementi RPG che permettono di far crescere il livello del nostro personaggio e parallelamente le sue abilità. Complessivamente sono presenti 8 mondi da esplorare ciascuno con le proprie caratteristiche, 50 tipologie di nemici differenti, ed 8 diversi Boss di fine livello. All’inizio di ogni Mondo avremo la possibilità di scegliere uno tra i tre personaggi disponibili che sono: Knight (cavaliere romano), Barbarian (barbaro delle tenebre), Archer (arciere).

Ognuno di questi personaggi possiede caratteristiche differenti; ad esempio Barbarian, grazie all’enorme mazza ferrata di cui è dotato sarà molto forte negli scontri corpo a corpo ma perderà un pochino in agilità; discorso completamente differente per Archer, agile e veloce grazie alle due affilate falci, ma molto meno potente; Knight invece, equipaggiato di una potente s sarà il perfetto compromesso tra i personaggi precedenti. Questa scelta di poter selezionare un personaggio diverso una volta completato un mondo conferisce vivacità all’azione; in questo modo avremo la possibilità di scegliere un personaggio diverso a seconda della tipologia di livello. Tutti gli 8 mondi hanno un ambientazione ben precisa che può variare dalla prateria del primo mondo, piuttosto che alla foresta del secondo, o ad ambienti decisamente più aridi come il terzo e il quarto mondo. La struttura di ogni livello è la medesima e prevede due parti all’aperto intramezzate da una all’interno di una sorta di Dungeon. I nemici che popolano i vari livelli sono molto ben diversificati e spaziano dagli arcieri incappucciati, ai cavalieri neri armati di tutto punto, stregoni, aracnidi di vario genere, paguri e crostacei assassini. Insomma ce né davvero per tutti i gusti, senza contare che sul nostro cammino incontreremo anche macchine da guerra di vario tipo come balestre mobili, cannoni, catapulte, lame rotanti, barili e casse chiodate; sono inoltre presenti anche trappole ed ostacoli di vario genere tipo crateri infuocati e bombe che si azioneranno al nostro passaggio. Giocando a Knight’s Rush si è subito rapiti dalla frenesia dell’azione che non dà nessuno spazio a pause di riflessione, o alla risoluzione di chissà quale enigma. La parola d’ordine è: azione, sempre e comunque!

Picchia che ti passa!

Il tempo passato a giocare a Knight’s Rush scorre via veloce e ci fa chiudere più di un occhio sulla monotonia dell’azione e sulla struttura dei livelli che è praticamente sempre la medesima. Il livello di difficoltà è calibrato piuttosto bene e più che sull’effettiva abilità dei nemici dovremo prestare molta attenzione all’elevato numero di essi. In finale il gioco si riduce ad un Button Mash piuttosto selvaggio; un piccolo frammeto di strategia è dato dalla crescita del personaggio. Ogni volta che si sale di livello (che coincide con il riempimento della barra azzurra) si ha infatti la possibilità di distribuire i punti guadagnati nelle varie abilità incrementandone il valore, o acquisendone di nuove.

Ottimi i comandi, che pur essendo piuttosto semplici, rispondono alla perfezione; sulla sinistra dello schermo troveremo il pad virtuale per muovere il nostro guerriero e sulla destra i classici tasti azione che prevedono il salto e il colpo con l’arma bianca. I Boss di fine livello sono ottimamente caratterizzati e di difficoltà crescente. Come avete avuto modo di comprendere tutti gli scontri in Knight’s Rush sono all’arma bianca e si tengono quindi a distanza ravvicinata, anche se dovremo prestare molta attenzione ad evitare le frecce che pioveranno dall’alto. A darci manforte durante il nostro cammino ci saranno, oltre alle classiche pozioni salute, anche quelle speciali che permettono di gelare per qualche secondo i nemici, piuttosto che le bombe o i vortici di energia, tutte comunque molto utili alla causa. Oltre alla campagna principale, vero cuore pulsante del gioco, avremo la possibilità anche di scegliere un opzione di gioco denominata ” endless ” dove dovremo affrontare orde di mostri e nemici generati in modo casuale dalla CPU.

Tecnicamente parlando

Dal punto di vista tecnico il titolo è davvero notevole. Tutti gli elementi presenti su schermo sono curati all’inverosimile, a cominciare dalle animazioni dei tre protagonisti. La palette di colori molto accesa contribuisce a dare un ulteriore impatto visivo al titolo. Tutti i livelli sono inoltre dotati di un’ottima profondità visiva con degli scenari davvero evocativi. Frame-rate granitico nonostante la cospicua quantità di elementi su schermo. Da menzionare la varietà dei nemici, davvero notevole. Anche il sonoro si attesta su livelli molto buoni con effetti sonori azzeccati e musiche molto evocative.

Commento finale

Knight’s Rush è un acquisto OBBLIGATORIO per tutti gli amanti degli action-game, ma anche per tutti i cultori dell’intrattenimento mobile in generale. Attualmente il titolo viene venduto in offerta a 0,79 centensimi un prezzo davvero esiguo di fronte alla qualità complessiva del prodotto, che offre diverse ore di puro e spensierato intrattenimento. Ancora una volta la piattaforma Apple si rivela capace di ospitare al suo interno titoli di diversa natura, ma come sempre tutti curati sotto ogni punto di vista, proprio come Knight’s Rush, capace di dare nuova luce all’intramontabile genere dei Beat’em Up a scorrimento orizzontale

CI PIACE

Dannatamente divertente
Frenetico
Ottimo comparto tecnico
Varietà dei nemici

NON CI PIACE

Alla lunga potrebbe diventare monotono
Level design molto lineare

8Cyberludus.com
Articolo precedenteWireless Gaming Headset
Prossimo articoloSega torna su Phantasy Star
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.