Tri-Ace,** nota software house giapponese responsabile di due delle saghe jrpg più apprezzate di sempre, Star Ocean e Valkyrie Profile, sta da tempo lavorando su un altro interessante progetto conosciuto in Giappone come End of Eternity, ma che qui in Occidente approderà su Xbox 360 e Ps3 col nome di **Resonance of Fate.

Alla base di questo progetto vi è il dichiarato tentativo di realizzare un gioco di ruolo che sappia proporre un giusto equilibrio tra le meccaniche action e quelle tipiche del genere rpg giapponese. Questa scelta, ha spiegato il produttore del gioco Jun Yoshino, è da interpretare come una valida alternativa atta a colmare, una volta per tutte, quel parziale distacco che, sovente, contraddistingue i gusti occidentali da quelli orientali. Analizziamo meglio quelli che saranno gli aspetti principali di questo ambizioso titolo.

Un grigio futuro

La storia di Resonance of Fate affonda le sue radici nel collaudato filone delle catastrofi naturali; in un futuro non troppo lontano, l’