La scalata di Microsoft al raggiungimento della vetta nel dominio dell’industria videoludica, il cui ruolo è ad oggi conteso tra la multinazionale di Redmond e le concorrenti Sony e Tencent, è senza sosta. Dopo l’acquisizione dell’intero gruppo ZeniMax e le sussidiarie dal calibro di Bethesda e ID software, il portale dedicato alla sezione news inerenti al mondo del settore gaming di Microsoft riporta la notizia della pianificazione di acquisizione di Activision Blizzard Inc, in dirittura di chiusura ufficiale. Si tratta, ad oggi, di una delle manovre più importanti dell’intero settore videoludico, in quanto l’azienda americana in questione (Activision Blizzard) detiene i diritti per alcune delle IP di punta del mercato. A conti fatti, parliamo di produzioni dal calibro di Diablo, Overwatch, Call of Duty ed altro ancora.

Come riporta il portale di Microsoft, il cui link lo trovate in calce alla notizia, tale manovra costituirà un’ulteriore spinta per la sezione gaming del colosso americano, in direzione di un modo di videogiocare sempre più incentrato sui sistemi ad abbonamento quali Xbox Game Pass, che ad oggi conta un totale di 25 milioni di utenti abbonati e consentono la costruzione di un macro-ecosistema con le console Xbox, PC, gaming su mobile ed il cloud. Infine, in merito ai brand correlati ad Activision Blizzard, il portale sottolinea l’affiliazione tra l’azienda e il mondo degli eSports (si cita una delle più importanti competizioni, la Major League Gaming). Ciò costituirebbe un’ottima possibilità di insediamento di Microsoft nel settore delle competizioni e-sportive, ossia un panorama parzialmente sconosciuto per una grande fetta dell’opinione pubblica. Chiaramente si attendono ulteriori notizie ufficiali in merito alla conclusione della transazione, ma l’approdo di Activision Blizzard nella famiglia degli studi Xbox costituisce un ulteriore tassello nell’imposizione del modello Xbox Game Pass, redditizio per il settore gaming di Microsoft, che ad oggi non vede alcun competitor sul mercato.

Fonte

Articolo precedenteIkai, diffusa la data d’uscita dell’affascinante horror nipponico
Prossimo articoloSimbolotto di oggi martedì 18 gennaio 2022
Nato successivamente all'uscita di Playstation 2 e poco prima dell'approdo di Microsoft nel settore del gaming con la sua primissima Xbox, il suo amore per i videogiochi sboccia con i Pokémon, nella quale vi approda con l'indimenticabile Game Boy Advance SP. Ancora alla ricerca di un genere videoludico ideale, l'interesse per i vecchi classici del cinema gli ha permesso di comprendere l'ineccepibile importanza della narrazione nel videogioco, seppur non gli dispiaccia affatto destreggiarsi con prodotti antitetici dal calibro di Animal Crossing e Monster Hunter, o in alternativa recuperare perle del retrogaming a lui non appartenenti.

E tu che ne pensi? Facci conoscere la tua opinione!