ARK: Survival Evolved – Recensione [EARLY ACCESS]

Rotola giù per la preistoria

Per chi – come me – bazzica spesso all’interno delle varie proposte e offerte di Steam, avrà sicuramente notato la rapida ascesa di un titolo che fin dal suo annuncio ha destato non poco interesse da parte dei videogiocatori PC. ARK: Survival Evolved potrebbe apparentemente sembrare l’ennesimo survival lanciato con la formula dell’early access, ma dietro si cela un sistema di gioco ed una ambientazione capaci di proporre qualcosa di veramente innovativo al genere. Armati di mouse, tastiera ed una promo gentilmente offertaci dai developer, ci siamo avventurati – indubbiamente curiosi e vogliosi di sopravvivenza nuda e cruda – tra le lande giurassiche di ARK: Survival Evolved. Queste le nostre prime considerazioni sul titolo survival di Wildcard Studio.

Survival e T-Rex: cosa funziona in ARK

Per noi videogiocatori PC, assistere al lancio di un survival game su Steamcon formula ad accesso anticipato – è un evento che lascia sempre parecchio interdetti. Se da un lato il genere sta vivendo una sorta di era d’oro nel mercato PC, dall’altra non possiamo fare a meno di notare i malumori dei giocatori – ergo degli acquirenti – che molto spesso si ritrovano titoli incompleti per lunghissimi periodi?quasi eternamente (Starbound e DayZ vi dicono niente? ). Eppure molto spesso non riusciamo a resistere alla tentazione di mettere mano al nostro portafoglio ed immergerci all’interno degli svariati mondi di gioco, molto spesso parecchio immersivi, che alcuni di studi di sviluppo riescono a mettere in piedi con budget esigui. Questo è il caso di ARK: Survival Evolved, titolo in sviluppo presso gli studi dei Wildcard Studio. Progetto ambizioso ma soprattutto SUPPORTATO COSTANTEMENTE: avere ARK nella libreria Steam significa doversi preparare ad un minimo di due patch giornaliere, fattore positivo per alcuni ma estremamente negativo per altri (magari per chi dotato di una connessione poco performante).

Ma smettiamo per un attimo di parlare di dati e statistiche ed iniziamo ad analizzare il gioco in se. Che cos’è ARK? ARK è un survival open world – che propone sia la possibilità di giocare online (in server piuttosto capienti) che in LAN o in giocatore singolo – ambientato in un arcipelago “pseudo-futuristico” abitato da tante meravigliose specie di dinosauri e altre creature preistoriche.

A livello di impostazione di gioco, ARK propone le classiche meccaniche survival che abbiamo avuto la possibilità di osservare in altri titoli di questo genere. I nostri primi minuti di gioco saranno tuttavia legati alla sola sopravvivenza del nostro alter ego (personalizzabile attraverso un semplicistico editor, che a nostro parere meriterebbe una maggior cura nelle prossime release). Fame e sete saranno le nostre principali preoccupazioni nelle prime fasi di ARK, quindi la caccia e la raccolta di risorse saranno scelte pressoché obbligate per non incorrere in una morte prematura. Dopo decine di alberi abbattuti (a pugni), dodo massacrati e pietre raccolte verremo a conoscenza dell’interessante sistema di progressione del personaggio. Ad ogni livello guadagnato potremo spendere punti abilità nelle varie caratteristiche – come fame, stamina, peso trasportabile e altro – e comprare engrammi, il vero cuore pulsante del crafting di ARK. I developer hanno difatti optato per inserire vere e proprie “ricette” per creare strumentazione/strutture in ARK, costringendo i giocatori a lunghe sessioni di gioco prima di essere in grado di craftare oggetti più avanzati.

L’interazione con il mondo di gioco, nelle prime ore, potrebbe risultare parecchio ardua per i videogiocatori poco avvezzi alle meccaniche dei titoli survival. Oltre a dover costantemente monitorare le icone alla destra dello schermo, sarà necessario evitare – almeno inizialmente – contatti con dinosauri ostili. Uno scontro con un raptor – per esempio – risulterà letale per qualsiasi personaggio di livello “basso”. I dinosauri non fungeranno solamente da mob ostili, utili soltanto a metterci i bastoni tra le ruote, ma costituiranno una vera e propria colonna portante delle meccaniche di ARK. I dinosauri potranno essere utilizzati come cavalcature (mai sognato di cavalcare un T-Rex? Bhe?ora potete!), porta oggetti e fonte di cibo. Come il protagonista anche i dinosauri avranno un proprio livello ed una volta addomesticati necessiteranno in aggiunta di un apporto costante di nutrimento.

Per aumentare le nostre chance di sopravvivenza sarà pertanto necessario organizzarsi in tribù insieme ad altri giocatori. In questo modo non solo riusciremo ad avere le spalle scoperte nelle lande ostili di ARK, ma sarà possibile suddividere l’acquisto degli engrammi in modo da occuparsi di una sola categoria di oggetti, lasciando le altre ai vostri “compagni di merende”.

Cosa ancora non va?

Senza troppi giri di parole: ARK è un titolo incredibilmente mal ottimizzato. Lo so, lo so, è un alpha, ci stanno lavorando, bla, bla e bla?ma le cose vanno comunque dette. A meno che non disponiate di un sistema di fascia alta, scordatevi una fluidità accettabile sul titolo dei Wildcard Studio, soprattutto se siete fieri possessori di schede AMD. La situazione – rispetto alla tragica situazione post lancio – sembra essere tuttavia migliorata, anche se un livello di fluidità ottimale è ancora lontano. Ci aspettiamo dunque un intensivo lavoro nei prossimi aggiornamenti sul versante tecnico. Anche perché, graficamente parlando, ARK è bello da vedere: ambientazione, design dei dinosauri ed illuminazione sono ben al di sopra degli altri survival presenti sul mercato. Una revisione è richiesta naturalmente anche sul fronte IA. Le creature giurassiche che popolano il mondo di gioco agiscono molto spesso in maniera poco naturale, ritrovandosi spesso incastrate tra le barriere naturali della mappa.

Concludendo?

ARK: Survival Evolved è un titolo che chiaramente necessita di un lavoro intensivo di ottimizzazione e debugging. Considerando comunque che la fatica di Wildcard Studios si trova attualmente in fase alpha, non possiam far altro che applaudire le idee e l’applicazione delle meccaniche proposte dai developer, capaci di regalare ore ed ore di divertimento a videogiocatori vogliosi di pura sopravvivenza cooperativa o solitaria. Aspettiamo la release ufficiale per fornirvi un responso finale su ARK. Restate con noi!

  • Genere:
  • Sito web: Vai al sito
  • Data di rilascio: ND
  • Sviluppatore:
  • Distributore:
  • Publisher:

Condividi
Articolo precedentePokèmon X/Y soluzione completa
Prossimo articoloMortal Kombat X: Tutte le Fatality
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.