Batman: Arkham Knight – Hands on al Gamescom di Colonia

Tra mattinate ricche di conferenze e di test pad alla mano, Colonia ed il suo Gamescom è riuscita a regalarci sicuramente parecchie soddisfazioni. Uno degli stand che più ci ha convinto per la qualità dei suoi hands on è sicuramente quello targato Warner Bros. Noi di Cyberludus siamo riusciti nell’intento di testare con mano la nuova fatica di Rocksteady, Batman Arkham Knight. Dopo quattro chiacchere con gli sviluppatori ed una corposa demo, ecco il nostro responso su uno dei giochi più attesi dell’anno.

L’eroe di cui Gotham ha bisogno…e anche noi

La demo si apre con una breve cutscene che mostra il nostro cavaliere oscuro arrivare al cancello del mega carcere di Arkham. Il problema? Jonathan Crane, alias Spaventapasseri, pare aver alimentato una sommossa all’interno delle mura del carcere. Imbracciamo il pad e ci inoltriamo nel gioco. Impossibile non notare da subito l’evoluzione tecnica del franchise, che con Arkham Knight sfoggia un dettaglio grafico davvero eccellente. Il modello di Batman è incredibilmente dettagliato e il nuovo costume gode di un taglio molto più “moderno” rispetto a quanto visto nei precedenti capitoli. Armati del nostro inseparabile rampino, cominciamo a scalare le pareti di un enorme fabbrica. Una volta raggiunta la cima, il paesaggio ci colpisce come un pugno in pieno volto: la vista su Gotham è incredibile e la distanza della visuale impressionante. Non abbiamo avuto modo di sapere quali saranno le reali dimensioni della mappa, ma a quanto pare ci sarà parecchio da vedere ed esplorare. Sotto consiglio dei developers iniziamo a planare verso la vetrata sottostante la fabbrica. Rimaniamo deliziati nel vedere Batman attraversare la vetrata e piombare su di un ignaro nemico. Il primo è andato ora ci toccano i suoi amici, impazienti di darci il benvenuto a suon di cazzotti. Le novità in ambito di combat system sono davvero poche, ma il feeling è, come al solito, ottimo. Sebbene il free flow system risulti praticamente immutato, la presenza di alcuni nuovi nemici (mercenari rapidi e letali che ci offrono un lasso di tempo brevissimo per il contrattacco) contribuisce a rendere il combattimento più impegnativo. Stesi i malfattori ci facciamo strada fino al piazzale centrale dell’area, ed ecco arrivare la vera grande protagonista di Batman Arkham Knight: la Batmobile! Il veicolo, grazie alla sua rilevanza a livello di gameplay, può quasi essere considerata un compagno del cavaliere oscuro, un elemento essenziale per affrontare molte delle situazioni proposte dal gioco. Oltre all’impostazione di guida classica, con il grilletto sinistro è possibile passare alla “modalità battaglia”, che permette di muovere in maniera precisa il veicolo e sparare con letali mitragliatori. Ogni attacco riuscito contribuisce a riempire una barra di attacco speciale che, una volta piena, permette il lancio di una devastante carica di missili. Il test ci ha permesso di buttare un occhio sul misterioso Arkham Knight, nuovissimo villain del cast del gioco, che si propone come una versione moralmente opposta del cavaliere di Gotham.

Conclusioni

Il titolo uscirà nel 2015, e da quanto visto le potenzialità per il successo ci sono tutte. Come al solito “stay tuned” per ulteriori aggiornamenti ed hands on sui titoli presenti all’immenso Gamescom di Colonia.