Reportage Conferenza Ubisoft E3 2012

Allo scoccare della mezzanotte del 4 Giugno, è iniziata la conferenza  Ubisoft  all’Electronic Enterteiment Expo ( E3 ) di Los Angeles. Si apre con una coreografia, con tanto di ballerine e un cantante di musica dance che accendono tutto il Convention Center, per presentare al pubblico il nuovo  Just Dance 4 , serie di gran successo su Nintendo Wii, nonché la migliore riguardante il ballo in tutto il mondo. In seguito, arriva la presentatrice dell’intera conferenza: Aisha Tyler, un’ attrice e scrittrice statunitense, rispettando cosi la tradizione, che vuole che ogni conferenza Ubisoft sia condotta da un personaggio famoso. Insieme a lei, come co-presentatore, c’è  Tobuscus , un personaggio diventato celebre su youtube grazie ad alcuni trailer divertentissimi riguardanti Assassin’s Creed. Aisha, continua spiegando gli obiettivi sotto qualsiasi progetto firmato Ubisoft, i quali sono tutti legati alla vita reale e al mondo che ci circonda, in modo da sviluppare, così, titoli originali ed unici. Le parole chiave sono: Life, Powered, Play ( Vita Alimentata dal gioco in poche parole), che in sostanza sta a significare che Ubisoft vuole creare giochi alla cui base c’è sempre la vita reale, e che essa è la benzina che accende il motore delle loro menti, e gli permettono così di creare giochi sempre realistici e che rispecchiano il mondo in cui noi viviamo, anche se retoricamente.

Dopo tutta questa parte iniziale, durata all’incirca dieci minuti, si parte finalmente con il primo vero gioco:  Far Cry 3 . Questo promettentissimo FPS free roaming/open world, ambientato in un arcipelago formato da varie isolette tropicali, viene annunciato come uno dei giochi che cambierà il nostro modo di giocare. Viene chiamato alla parola  Dan Hay , uno dei producer storici dietro al progetto Far Cry, che, dopo una breve presentazione del gioco, ci mostra un piccolo trailer iniziale per poi partire con il gameplay vero e proprio. Esso ha mostrato, fin da subito, degli ambienti giganteschi, un arcipelago di tante isolette esplorabili da rimanere a bocca aperta, anche se non risulta originalissima come ambientazione (utilizzata anche nel primo Far Cry e nel primo Crysis). Però ingrandisce il tutto, regalando sicuramente una libertà d’azione incredibile, nonché un gameplay che sicuramente saprà divertire per varietà e per i vari approcci con le missioni. Far Cry 3, oltre ad essere un interessantissimo FPS open world, dal punto di vista del gameplay, sa regalare anche una non trascurabile profondità alla trama e alla narrativa, almeno da quanto abbiamo potuto notare da questo video di gameplay. Ci sarà finalmente un FPS in grado di non annoiarci mostrando, oltre alle frequenti sparatorie, un ottima trama? Far cry 3 è candidato a questo titolo. Alla fine di questa demo ci sono stati presentati altri pezzi di gioco in un unico trailer, che ci mostrano altre location pazzesche, dallo stile grafico eccezionale e particolare, e da essi si può capire che ci sarà anche un ciclo giorno-notte molto realistico e la possibilità di guidare anche veicoli, come ad esempio il deltaplano, che era presente, solo per un breve pezzo, anche nel primo Far Cry. Alla fine troviamo scritto un “Coming soon” quindi forse la data di uscita, prevista per settembre, verrà spostata o comunque è ancora incerta.

 

Da Far Cry 3 si passa poi a  Splinter Cell Blacklist , il nuovo capitolo di Sam Fisher, che da quanto visto nella conferenza Microsoft, punta nuovamente, come in Conviction, più sulla strada action che sullo stealth puro.  Max Beland , Creative Director dietro il progetto, afferma la presenza della cooperativa anche in Blacklist in una versione più aggiornata e migliorata,; poi parte un bel filmato in computer grafica molto ben realizzato,  che afferma ciò che si è visto anche durante il gameplay quattro ore prima.

 

Dopo un supereroe realistico, passiamo a supereroi fantasy del mondo Marvel, con  The Avengers: Battle For Earth , che verrà rilasciato soltanto per WiiU e Kinect. Dal trailer presentato, possiamo subito notare, che Ubisoft e Marvel, non si sono ispirati minimamente alla pellicola cinematografica, inserendo nella storia anche Spiderman e Venom. Il gameplay del gioco sarà tutto da scoprire in futuro, ma resta il fatto che sia interessante vedere cosa ne faranno. E’ previsto per la fine del 2012 (autunno-inverno).

  

Con questo trailer, Ubisoft, passa direttamente a parlare della nuova piattaforma Nintendo, WiiU , dicendo che l’uscita di una nuova console è sempre molto importante, e che quindi gli va sempre riservato un bello spazio. Ubisoft punta a diventare la bandiera per l’avanzamento tecnologico su WiiU, e lo fa annunciando il nuovo  Rayman Legends , sequel dell’ottimo Rayman Origins, destinato esclusivamente a questa nuova console. A questo punto, entra sul palco Michael Micholic, Game Manager della produzione, che ci mostra un po’ il gameplay in tempo reale del gioco. Quest’ultimo è il classico Rayman con struttura bidimensionale, ma avente anche elementi poligonali in 3d e riprende moltissimo come stile da Origins. La grafica è molto ben curata, con ambientazioni molto caratteristiche e dalla varietà più fantasiosa. Il gameplay ci permette di controllare sia Rayman, utilizzando il nuovissimo WiiU Gamepad, che i suoi compagni di viaggio, tramite il touch screen della console. Questo sarà il primo gioco pubblicato per Wii U.

  

La seconda IP (del tutto nuova) per WiiU è  ZombiU , che viene presentato con un trailer da brividi veramente fantastico e molto artistico con una stupenda soundtrack azzeccatissima, che rende un po’ l’idea dell’atmosfera che ci sarà in questo gioco. Il titolo dovrebbe essere uno Shooter, molto probabilmente in prima persona. La trama riguarda l’apocalisse zombie.

 

Dopo queste due importanti IP, vengono presentati diversi giochi Ubisoft che in futuro saranno destinati anche per WiiU e possiamo trovare:  Rabbids land, Yourshape, Sports connection, Just dance 4 e Assassin’s Creed 3 . E’ proprio con quest’ultimo che la conferenza continua. Titolo mega atteso questo  Assassin’s Creed 3 , del quale in primo tempo viene soltanto trasmesso un trailer in computer grafica molto notevole, ambientato durante una grande battaglia, che vede Connor farsi strada tra le giubbe rosse nel campo di battaglia verso il generale dell’esercito e colpirlo, prima tuffandosi con l’arco in mano e scoccando una freccia sull’avversario e poi finirlo con il famoso Tomahawk, così da dare un vantaggio agli avversari. Poi viene chiamato sul palco il nuovo producer Francois Pelland per mostrarci il gameplay. Di quest’ultimo, abbiamo potuto vedere una missione ambientata in un paesaggio innevato, dove il compito di Connor era quello di uccidere un militare all’interno di una sorta di piccolo villaggio. Tutto il gameplay, ora, sembra aver aquisito dinamismo a quantità, facendo risultare le azioni e i movimenti che possiamo eseguire molto più fluidi e veloci; c’è un’immediatezza straordinaria, però, ciò che continua a convincere poco purtroppo, è il livello di sfida puntato verso il basso, e che non sembra aver subito mutazioni dalle ultime uscite di questo franchise.

Proseguendo con la conferenza, troviamo  Shootmania Storm , uno sparatutto competitivo in prima persona di casa Nadeo (Trackmania) in esclusiva PC, pensato appositamente per le competizioni sportive online e che avrà un alto livello di personalizzazione. Durante l’E3 è stata mostrata una competizione tre contro tre; tre ragazzi (tra i quali anche un italiano campione di Counterstrike per ben dodici anni di fila) contro tre ragazze, commentata da due famosi commentatori di sfide FPS. Shootmania Storm per il momento è disponibile soltanto in versione beta ed è la dimostrazione che Ubisoft investe anche in questi giochi sportivi.

 

Shootmania è seguito da un medley dei giochi Ubisoft che hanno avuto maggior successo come  Trials Evolution, The Settlers online, Ghost recon online, I Am Alive, Beyond good & Evil HD, From Dust  e così via. A questo punto, noi tutti pensavamo che fosse finita lì, ma ecco apparire sul palco  Yves Guillemot , il CEO della software house francese, che annuncia una nuova IP di interazione tra giocatori. Dopo un trailer iniziale, che spiega le tematiche principali affrontate in questo nuovo gioco, cioè i sistemi elettronici, di sorveglianza e così via, che creano ormai un mondo interconnesso ai giorni nostri, viene presentato il direttore creativo di Ubisoft MontrealJonathan Morin , che presenta un titolo sul quale sta lavorando da ben due anni. Il suo nome è  Watch Dogs , e ne viene mostrato immediatamente il gameplay, a nostra sorpresa, di una piccola porzione di gioco, che è stata capace di lasciarci a bocca aperta per originalità e idee creative. Il nuovo prodotto Ubisoft Montreal, è un miscuglio tra il genere action e uno shooter in terza persona open world, con particolari elementi che lo contraddistinguono da qualsiasi altro shooter, cioè il fatto che possiamo interagire ed infiltrarci in qualsiasi strumento elettronico nei paraggi, potendo così ascoltare chiamate altrui, manipolare semafori, creare black out, incidenti e quant’altro. Questo gioco fa della città la sua vera protagonista! Una IP davvero molto interessante, che probabilmente avrà anche una sua componente cooperativa, da quanto abbiamo potuto vedere nel finale della demo, dove improvvisamente la visuale si sposta su un altro giocatore che osservava le azioni del giocatore precedente, proprio mentre accadevano. Così si conclude la fantastica conferenza Ubisoft, che quest’anno ha fatto veramente felici tutti.

Articolo precedente[E3 2012] Niente The Last of Us nel 2012
Prossimo articolo[E3 2012] Due nuovi video per Halo 4
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.