[E3 2012] La kermesse di Microsoft

Ci siamo, si è appena conclusa la prima conferenza dell’E3… in modo davvero inaspettato. Certo, Microsoft non è Nintendo e Don Mattrick non potrà mai spacciarsi per Iwata nemmeno con un parrucchino e un paio d’occhiali, ma bisogna pur accaparrarsi (o fidelizzarsi) i videogiocatori hardcore prima che abbandonino la nave in cerca di altri lidi, no? Dopo un insipido antipasto quindici minuti prima dell’inizio delle trasmissioni su Xbox LIVE (o sul sito ufficiale) i tre “caballeros” Tina Wood, Larry “Major Nelson” Hryb e Robert Bowling hanno provato a stupire gli utenti connessi con piccoli spezzoni video di Tomb Raider, Assassin’s Creed III e Call of Duty: Black Ops II con tanto di cavalli! Fortunatamente sono rinsaviti appena in tempo e hanno mostrato un trailer di Halo 4 dedicato all’astronave Infinity, fulcro della modalità multiplayer del gioco nonché profondamente connessa al proseguo delle vicende di Master Chief. A chiudere, Josh Holmes, designer di 343 Industries si allega alla combriccola, tornando a pubblicizzare la nuova modalità multiplayer cooperativa episodica Spartan Ops che prevederà inizialmente 5 missioni, andandosi ad espandere nel tempo, ma viene alla fine incalzato dalla fatica domanda: “Siamo sicuri che Halo 4 uscirà il 6 novembre di quest’anno?”. La risposta di Holmes non può che essere affermativa, ma ovviamente solo l’ultimo trimestre del 2012 potrà confermarcelo, sempre che i Maya non abbiano fatto qualche errore di calcolo.

![][__userfiles__halo 4.jpg]

Finalmente incomincia il collegamento col Galen Center di Los Angeles, luci spente, silenzio reverenziale in sala, c’è un eroe che sta per risvegliarsi bruscamente da un lungo sonno di ben cinque anni. Ed eccolo, l’eroico John-117 , che effettua l’atterraggio di fortuna su Requiem, e incontra con una sfera misteriosa, quindi parte l’avventura in una giungla lussureggiante dal quale è possibile ammirare il gameplay adrenalitico. Ogni incertezza dei mesi passati viene complamente spazzata via, non ci sono dubbi: è un nuovo Halo ! E se non siete convinti, vi basti notare la presenza, oltre che dei cari vecchi scout Covenant, anche di nuovi nemici che mettono in difficoltà il buon Master Chief , mentre Cortana assicura che il light-rifle che stiamo impugnando è chiaramente tecnologia dei Precursori . Dopo aver ripreso la ricerca dell’Infinity, la sessione termina con un inquietante premonizione: “Un antico male si è risvegliato”. E no, non si tratta del presidente dell’E3 che sale sul palco, Dan Matrell. Lo snocciolamento di cifre e nuove partnership cedono subito il posto alla demo di Tom Clancy’s Splinter Cell: Blacklist , dopo gli alieni è la volta dei terroristi. E così irrompe in scena uno dei beniamini di Ubisoft, il buon Sam Fisher. Non c’è 24 che tenga, ormai la convergenza tra cinema e videogioco è già avvenuta, e questa rappresenta l’ennesima prova. Così, tra scalate, nemici uccisi a colpi di bullet time e letali uccisioni istantanee dalla copertura viene propinato a tradimento il supporto ai comandi vocali mediante Kinect, ad esempio per richiedere un bombardamento satellitare su quel veicolo nei pressi dei terroristi. Gli amanti del single player, anche coperativo, dovranno però attendere un generico 2013.

![][__userfiles__splinter cell blacklist.jpg]

Ma non di sola guerra vive il giocatore, e così giunge il momento di Andrew Wilson di EA Sports con i nuovi FIFA 13 e Madden NFL 13 , tirando per l’ennesima volta in ballo il riconoscimento vocale del sensore di movimento di Microsoft. Tutti i novelli Prandelli potranno finalmente sbraitare davanti al televisore improvvisando moduli tattici e sostituzioni di giocatori al volo, nella speranza che il Kinect comprenda tempestivamente (e correttamente) il comando, s’intende. Analogamente per Madden, solo che per l’occasione a dimostrare la bontà del gioco sale sul palco l’ex Quarterback Joe Montana, ma siccome siamo italiani, proseguiamo, mancano ancora una manciata di mesi all’autunno.

Dallo sport al fantasy, con Lionhead che col trailer tiene a precisare che Fable The Journey è vivo e vegeto e gode di ottima salute, pertanto tutti gli appassionati del celebre franchise potranno scagliare kamehame… pardon, fulmini e palle infuocate ad hobbes e balverini per questo Natale.

![][__userfiles__fable the journey.jpg]

Phil Spencer di Microsoft Studios sale pimpante sul palco a confermare le indiscrezioni trapelate su Gears Of War: Judgement (preludio della serie) e Forza Horizon , a dimostrazione che sono passati i tempi in cui bastava incrementare di un’unità il numero alla fine del titolo presentato l’anno precedente. Adesso si cambia l’ultima parola!

A questo punto, essendo giunti a circa metà della conferenza, ci vuole una pausa extra ludica: Yusuf Mehdi del settore Marketing di Microsoft incomincia a parlare delle nuove funzionalità di Xbox e Kinect relativi alla navigazione dei contenuti digitali, con il nuovo Bing in grado di comprendere ben 12 lingue, italiano compreso. Sarà così possibile visionare film, serie televisive e partite di ogni eventi sportivo (che introdurrà anche il basket e l’hockey) direttamente dalle nuove App che si aggiungeranno al catalogo esistente, con partnership con BBC, HBO, Nickelodeon e i nuovi canali ESPN, ESPN2, ESPN3, ESPN U, in HD sette giorni su sette, ventiquattr’ore su ventiquattro. Teledipendenti, non avrete più scampo! E per chiudere in bellezza, Yusuf annuncia il nuovo servizio di musica on demand, Xbox Music , che permette di poter ascoltare i brani e video musicali preferiti su qualsiasi dispositivo, dalla console al tablet passando per lo smartphone.

![][__userfiles__gears of war judgement.jpg]

Evidentemente non basta una mente sana, se non si ha una corpo sano, e no, non lo dicevano solo i latini, ma anche Stefan Olander di Nike, che festosamente introduce l’esperienza definitiva di fitness, Kinect Training che intende portare la tecnologia di training con la stessa metodologia di addestramento e feedback immediato sulle proprie prestazioni già impiegata da altri dispositivi realizzati dal noto produttore di abbigliamento sportivo. E nel caso siate degli inguaribili pigroni fuori forma, ci penserà il resoconto settimanale a ricordarvelo, sul vostro telefonino. Avete tempo sino a questo Natale.

Se Nintendo punta alla famiglia, Microsoft al salotto: Marc Whitten presenta infatti la nuova tecnologia Xbox SmartGlass . L’idea di base, seppur non originale, è interessante: far si che tutti i dispositivi lavorino assieme in maniera intelligente, così da, per esempio, incominciare a visionare un film sul tablet, riprendere la riproduzione sul televisore connesso alla console mentre l’altro dispositivo mi trasmette altre informazioni. E’ possibile fare altresì con i videogiochi, e infatti la dimostrazione verte su Halo 4 sulla 360 affiancato da un tablet che mostra un’interfaccia con informazioni aggiuntive (si pensi al codex oppure alla propria lobby del clan). Perché si sa, un solo schermo non è mai sufficiente…E come ciliegina sulla torta, ecco approdare sulla Dashboard il browser Internet Explorer, controllato neanche a farlo apposta, dall’onnipresente Kinect.

Pausa terminata, si torna a videogiocare. Darrel Gallagher di Crystal Dynamics mostra un lungo video dimostrativo di gameplay di Tomb Raider : la giovine Lara intenta in sezioni stealth a scagliare frecce contro tizi armati, a dimostrare che prima di un certo Nathan Drake c’era una sola novella avventuriera. Il taglio è indubbiamente molto cinematografico à la Uncharted con un sacco di situazioni pericolose infarcite da QTE (o Quick Time Events, si veda l’apertura del paracadute e successiva sezione per planare tra gli alberi). Questo nuovo action-survival-brutal combat-dynamic exploration-game avrà ovviamente gli immancabili dlc in esclusiva temporale per il monolite nero.

![][__userfiles__tomb raider.jpg]

Breve intermezzo del futuristico Lococyle e il nuovo puzzle game Matter dove si guiderà una specie di sfera col Kinect. Lococycle mostra una moto futuristica ma la gradita sorpresa è quella di passare subito all’invasione dal Sol Levante con il nipponico duo Hiroyuki Kobayashi ed Eiichiro Sasaki di Capcom. Finalmente tornano i cari vecchi, barcollanti e putrefatti morti viventi, con l’inedito video di gameplay di Resident Evil 6 . Leon si fa strada insieme alla partner per strade ed edifici, sparando in testa e disarmando zombi muniti di armi bianche, prima della spettacolare e rocambolesca fuga dai pericoli ambientali causati da un jet in fiamme. Ma questa volta non si è nemmeno al sicuro una volta tratti in salvo dall’elicottero: il pilota muore e l’altro soldato mostra segni evidenti del virus, è il momento di una serie di Quick Time Event che culminano con lo schianto all’interno di un edificio brulicante di zombi, dalla padella alla brace…

Si apre una piccola parentesi per i giocatori casual, con la tatuata pulzella Alex Ruiz che mostra Wrecketeer , un gioco di distruzione di castelli mediante una balista controllata attraverso il Kinect. La periferica di movimento permette infatti di direzionare e imprimere effetti ai proiettili come dividerli o farli volare a mo’ di batarang sonico di Batman Arkham City. L’uscita è prevista per l’estate in arrivo.

Ma non potevano mancare i GdR e nessuno s’aspettava la presenza di South Park: The Stick of Truth , probabilmente nemmeno i creatori della serie animata Trey Parker e Matt Stone quando sono saliti sul palco disquisendo brevemente su come abbiano dovuto rispondere a interrogativi per il gioco, si pensi all’esatta posizione degli edifici della cittadina…

Quando ormai le danze stanno per chiudersi, ecco la nuova incarnazione del noto brand di Electronic Arts, Dance Central 3 . Tra Luci stroboscopiche e raggi laser,

Usher Daimond ne parla ansioso e poi si esibisce ballando con altri tizi mentre il pubblico applaude a tempo. Sono pazzi questi americani!

Alla fine dei giochi, Don Mattrick torna sul palco a chiudere la conferenza, annunciando la nuova era d’oro dell’entertainment dove ogni cosa si accentra sui vostri schermi per far diventare ogni televisore la tv della futura generazione, poi sgancia la bomba. Il trailer militaristico di Call of Duty: Black Ops II termina la conferenza, sempre con nuovi contenuti in esclusiva temporale realizzati da Treyarch. L’America è stata invasa, il presidente è in fuga con un manipolo di militari. Da buon patriota americano le sequenze di gameplay vertono sull’utilizzare armi pesanti per abbattere velivoli, sessioni da cecchino e via su un jet militare dove bisogna proteggere e scortare i mezzi terrestri scortandoli e proteggendoli dalle unità nemiche. Il 13 novembre 2012 il futuro si tingerà di nero, come lo schermo del televisore che decreta la fine. Passo e chiudo.

[__userfiles__halo 4.jpg]: /images/v/600×450/__userfiles__halo 4.jpg [__userfiles__splinter cell blacklist.jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__splinter cell blacklist.jpg [__userfiles__fable the journey.jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__fable the journey.jpg [__userfiles__gears of war judgement.jpg]: /images/v/600×344/__userfiles__gears of war judgement.jpg [__userfiles__tomb raider.jpg]: /images/v/600×337/__userfiles__tomb raider.jpg

Articolo precedente[E3 2012] Ubisoft presenta Watch Dogs
Prossimo articolo[E3 2012] God of War: Ascension – Demo, data e immagini
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.