Ubisoft: per togliere i DRM bisogna aumentare i contenuti

Chris Early , boss di Ubisoft , ha parlato oggi dei DRM , e di come questi potrebbero essere tolti dai futuri giochi del publisher una volta trovata una soluzione per limitare la pirateria. ” La base su cui poggiano i DRM è: ‘è giusto che qualcuno usi il nostro lavoro senza che noi riceviamo qualcosa in cambio?’. La risposta è semplice: no. Anche perchè, oltre ad alcune opere di beneficenza, si vedrebbero ben pochi giochi in giro. A questo punto ci siamo chiesti come proteggere il nostro cliente che paga per usare il nostro prodotto, e come assicurarci che continui a farlo anche in futuro .”

Ovviamente, è inevitabile che qualcuno continuerà a piratare, ma se offriamo qualcosa di più del semplice gioco, vedremmo come molte persone sono disposte a pagare per avere l’esperienza più ampia possibile ” ha continuato Early, ” aggiungere nuovi contenuti periodicamente, attirare maggiormente la community intorno al prodotto sono solo due delle possibilità. Non si cancellerà la pirateria, ma il valore del gioco originale sarà molto più alto.

Articolo precedenteSchafer: se i giochi non divertono c’è qualcosa di sbagliato
Prossimo articoloEpic Mickey 2 si mostra in video
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.