Nuova Vita in casa Sony** **

Ci ha subito incuriositi sin dai primissimi rumors diffusi in rete, per poi sorprenderci (nel bene e nel male) quando l’abbiamo contemplata ufficialmente per la prima volta all’E3 2011. A prima vista sembrava una semplice versione riveduta e corretta di PSP, ma ci sbagliavamo di grosso. Dal 17 dicembre, Playstation Vita è disponibile in tutti i negozi specializzati giapponesi, in attesa di arrivare nel nostro continente il prossimo 22 febbraio.

Nell’attesa, Cyberludus ha realizzato per voi questa guida definitiva alla console, per conoscere proprio tutto della nuova portatile Sony , dalle caratteristiche tecniche, ai titoli in arrivo, fino agli accessori. Scopriamo insieme la nuova Vita dei videogiochi tascabili e il nuovo modo di interagire ovunque e comunque.

Masticando un po’ di numeri

Ad un primo sguardo, Playstation Vita potrebbe essere tranquillamente scambiata per una PSP, se non fosse per il secondo stick analogico, una delle novità più importanti  e soprattutto più gradite dal pubblico. Segue ovviamente la tecnologia touch screen, attiva sia sul nuovo schermo da 5 pollici, che nella parte posteriore della console, attraverso un comodo pannello tattile. La console è provvista inoltre di sensori di movimento, di giroscopio e di accelerometro.  Lo schermo è ovviamente più grande rispetto a quello PSP e basta un’occhiata, una volta accesa la console, per contemplare colori brillanti e più nitidi. In effetti non dovrebbe esistere nemmeno paragone tra le due console, data la potenza tecnica di Playstation Vita, che sia avvicina sensibilmente (ma non eguagliandola naturalmente) a quella di Playstation 3 e ai suoi primissimi titoli rilasciati nel 2007.  Vita dispone anche di microfono e di due telecamere integrate. Scattare foto non sarà l’unico spasso offerto: immaginate di creare personalmente personaggi da inserire in una partita di un titolo che state giocando, per poi condividerli online con i giocatori di tutto il mondo.

I modelli commercializzati da Sony sono due: Wi-Fi 3G al prezzo di 302, 99 euro e solo Wi-Fi al 252, 99 euro. Il modello 3G avrà incluso della confezione una sim per l’accesso ad internet.  L’operatore partner per le connessioni di PSVITA sarà Vodafone, ma sarà possibile utilizzare anche  schede diverse (attendiamo notizie sulle tariffe europee e i limiti nel download).

Dal 30 novembre 2011, sono aperti i preordini di Vita: rilasciando un acconto al vostro negoziante di fiducia, riceverete  in omaggio a scelta o un paio di auricolari o un portagli, entrambi gadget ufficiali Sony. In più, vari extra per Home e uno sconto del 5% su un download da scaricare nello Store apposito.

Al lancio della console saranno inoltre disponibili le celebri carte RA (sei carte per ogni console).

Molti giochi presenti (come Pocket Garden e Pulsar) su Store infatti, necessiteranno delle carte RA in quanto basate sulla realtà aumentata, in grado quindi di visualizzare sullo schermo personaggi e oggetti che non esistono nella realtà. Un settore che Sony vuole ampliare grazie a Vita: a quanto pare, ben tre giochi basati sulla realtà aumentata saranno gratuiti!

 Ecco un po’ di dati tecnici da non sottovalutare:

Dimensioni: 182 x 83,5 x 18,6 mm

Schermo: OLED multitouch da 5 pollici, risoluzione da 960 x 544 pixel, 16 milioni di colori

CPU: ARM Cortex -A9 (Quad Core)

GPU: SGX543MP4+

Ram:512MB

VRAM: 128MB

Telecamere: 640 x 480 a 60fps

Sensori: bussola, sensore di movimento

Connessioni: Redes Mòviles (modello 3G ovviamente), Bluetooth 2.1, Wi-Fi

I 512MB di memoria sono suddivisi in due blocchi: uno per le applicazioni ed uno per i giochi.

Vita è multitasking  e sarà possibile giocare e tenere applicazioni aperte contemporaneamente (come Facebook ad esempio) durante l’utilizzo della console

La batteria ha una durata che varia dalle tre alle cinque ore, a seconda del gioco caricato, delle applicazioni aperte, del livello di luminosità selezionato e del Wi-Fi (se attivato, la batteria consuma di più ovviamente). Occorreranno circa due ore per caricare completamente la batteria.

Addentrandoci in profondità

Una volta accesa la console, apparirà la brillante e coloratissima schermata del menù di sistema: bella, facile ed interattiva. Le applicazioni andranno letteralmente sfogliate per passare da una sezione all’altra e accedere alle varie funzioni, come caricare i giochi, ascoltare musica e via discorrendo. Il tutto con un semplice tocco delle dita. Ovviamente anche i tasti direzionali e lo stick analogico sinistro potranno essere utilizzati per qualunque tipo di navigazione.

Come PS3 e PSP, anche Vita necessiterà di aggiornamenti del firmware: Sony ha però rassicurato che questi saranno velocissimi e soprattutto meno frequenti.

Le dimensioni dei tasti direzionali e dei due stick analogici sono ridotte, ma la risposta ai comandi è immediata e dopo un po’ di pratica ci si abitua senza alcun problema.

Il pannello tattile posteriore è di grosse dimensioni e questo rende agevole compiere diverse funzioni: basti pensare ad Uncharted: Golden Abyss, che richiede diverse prodezze da eseguire, come arrampicarsi o saltare da una sporgenza all’altra. Niente di più facile e naturale con il touch posteriore.

Passiamo agli ingressi: sono due, uno per la scheda del gioco e l’altro per la memory esterna (fino a un massimo di 32 GB). Inutile dire che una memoria esterna sarà praticamente obbligatoria: è vero che molti giochi conserveranno spazio libero per DLC  e salvataggi, ma non tutti. E soprattutto, in futuro è probabile che i titoli saranno più capienti e non sarà possibile salvare nulla.

Abbiamo notato che le telecamere anteriori e posteriori non vantano il top della tecnologia: si possono solo scattare foto, come con un qualunque dispositivo mobile. Avremmo preferito qualcosa di più next-gen.

Presente naturalmente l’ingresso per le cuffie, oltre a quelli per la scheda del gioco e delle memorie e del caricabatteria. Nessuna uscita video purtroppo.

Vita interagirà tantissimo con la sorella maggiore PS3: molti titoli saranno infatti riproposti per la nuova console portatile Sony. Se possedete questi titoli su PS3 con tanto di salvataggi, potrete continuare le vostre partite su Vita, semplicemente passando i file di salvataggio da una console all’altra.. Per non parlare naturalmente degli altri contenuti presenti sul disco rigido PS3: video, brani musicali, immagini e foto, ovviamente tutti condivisibili. Smentita invece la possibilità di giocare in remoto i titoli PS3. Infine, Vita fungerà da controller alternativo per PS3, in quanto i 4 tasti dorsali saranno presenti nelle funzioni touch screen.

E PSP? Sony ha pensato anche questo: Vita sarà compatibile con la maggior parte dei titoli che avete scaricato dal Playstation Store. E per non rimpiangere i vecchi UMD, il colosso nipponico sta studiando un nuovissimo sistema (a pagamento) per riscattare i nostri vecchi giochi su disco.

Si chiama UMD Passport e basterà scaricare l’applicazione sulla nostra PSP, inserire l’UMD in questione. Il programma registrerà il codice del titolo nel nostro account, in modo da poterlo scaricare su Vita ad un prezzo che varia dai 5 ai 15 euro circa.

Attendiamo la conferma della futura compatibilità con Flash, assente in tantissimi smartphone e tablet. Dopo una fase di stallo, sembra che i lavori procedano. Speriamo bene.

Playstation Vita non è solo una console per giocare ma una nuova forma di intrattenimento digitale da vivere dove vuoi e con chi vuoi. Vita offre infatti diversi metodi per chattare, comunicare e condividere di tutto in qualsiasi momento. Tra questi spiccano Party e Near.

Con Party gli utenti potranno chattare nella stessa room, anche se impegnati in altre attività offerte dalla console. Con Near sarà possibile invece individuare e interagire con le altre Playstation Vita presenti nelle vicinanze: si potranno scambiare informazioni sui trofei, sui titoli a disposizione, inviare contenuti di varia natura come regali o magari inviti per giocare in multiplayer i titoli PSP scaricati dal Playstation Store.

Le applicazioni che troverete già installate saranno: Welcome Pack (una sorta di tutorial), Party, messaggistica di gruppo, browser web, gioco in remoto, lista amici e trofei, applicazioni per riprodurre foto, video e musica. Altre applicazioni verranno personalmente installate dall’utente.

Gli UMD cedono il posto alle schede, che saranno di piccole dimensioni, cosi come le nuove custodie Vita, più sottili di quelle PSP e dal colore blu, simili in tutto e per tutto alle custodie dei film in Blu-Ray. Il costo dei giochi in Europa si aggira intorno alle 49,99 euro.

Passiamo infine agli accessori ufficiali:

Raccoglitore: ospiterà sei giochi più due schede di memoria.

Schede di Memoria: da 4 a 32GB. Per salvare contenuti multimediali e dati di salvataggio

Custodie in neoprene: rigide, con e senza cerniera.

Auricolari con comandi a distanza: immancabili

Batteria esterna: utile se si è in viaggio

Base multimediale: serve a ricaricare la console  ed è utile per la visione di film e video

La line up ufficiale europea e titoli in sviluppo

E dopo numeri e caratteristiche è il momento di scoprire tutti i giochi che saranno disponibili dal 22 febbraio in tutti i negozi e quelli che sono attualmente in sviluppo! Due parole per i più interessanti e per finire  la lista completa. Inutile ricordare che nel corso dei prossimi mesi, diversi titoli potrebbero essere rimandati a data da definirsi o altri ancora inseriti nella line-up ufficiale.

Uncharted: Golden Abyss

Il titolo più atteso dagli amanti delle avventure e dai seguaci della serie Naughty Dog su PS3.

Tecnicamente il lavoro svolto da Sony Bend è impressionante (pari quasi al primo Uncharted su PS3, che è tutto dire): effetti speciali incredibili, fluidità e nitidezza inimmaginabili su una console portatile.

Lo spin-off  della serie vedrà il nostro Nathan Drake alle prese con nuovi personaggi e colpi di scena tutti da scoprire. Golden Abyss sfrutta inoltre al massimo le meccaniche Vita: accelerometro, giroscopio, sensori di movimento e i comandi touch dello schermo e del pannello posteriore. Un ottimo motivo per attendere Playstation Vita insomma.

WipEout 2048

Una delle serie più acclamate Sony non poteva cerco mancare su PSVita. Il titolo rappresenta una sorta di prequel della saga e si svolge agli albori delle gare con veicoli anti-gravità. Colore, spettacolo ed alta velocità saranno le carte vincenti di questo titolo, ricco di scenari urbani e ostacoli mozzafiato. Originale l’idea di creare partite multiplayer cross-platform con WipEout Fury per PS3.

Non osiamo immaginare la tecnologia touch ad alta velocità. Attendiamo fiduciosi.

FIFA Football

Senza un simulatore di calcio, una console non sarebbe la stessa: EA porta la serie su Vita, che attraverso i controlli touch dovrebbe vantare passaggi della palla più precisi e sfruttare il pannello posteriore per scegliere il punto esatto dello specchio della porta in cui tirare. Il database offrirà cinquecento squadre, stadi e giocatori. L’elenco di modalità includono quella Carriera, Be A Pro, Tornei e una modalità online undici contro undici. Ci auguriamo precisione e velocità per cambiare giocatore, per tiri e passaggi.

Ridge Racer

Tutte le console Sony hanno vantato un Ridge Racer nella line-up di lancio e Vita non fa eccezione. 30 frame al secondo, controllo dell’auto tramite touch screen. In Giappone il titolo si trova in versione ridotta (3 piste, 5 auto), ma venduta a prezzo più basso. In futuro Namco rilascerà piste e veicoli aggiuntivi acquistabili in digital delivery. Speriamo lo stesso in Europa.

F1 2011

Dopo le edizioni rilasciate su PS3, Codemasters porta la serie di simulazione di guida più celebre anche su PSVITA. Tantissime sfide, opzioni, corse veloci (l’ideale per la natura portatile del titolo), multiplayer fino a 4 giocatori, l’intero database ufficiale della stagione 2011 e novità esclusive come DRS  e KERS. Non ci convincono alcuni problemi tecnici, che si spera vengano corretti prima dell’uscita ufficiale.

Virtua Tennis 4

Sega porta il quarto capitolo del simulatore di tennis più celebre, lasciando inalterate le opzioni e le modalità già sperimentate su PS3. In più, saranno presenti minigiochi per sfruttare i sensori di movimento, un’inedita visuale in prima persona, modalità per due giocatori (sempre con l’utilizzo del touch) e la possibilità di scattare foto!Tecnicamente la versione sembra non rimpiangere l’alta definizione di PS3.

Super Monkey Ball 

E nemmeno la serie Super Monkey Ball poteva sottrarsi dallo sbarco sulla nuova console portatile Sony: la nuova edizione ha sempre come protagoniste le ormai celebri scimmiette pestifere e scatenate. Questa versione sarà identica a quella originale, fatta eccezione per il supporto dei sensori di movimento, delle due superfici touch e infine per le funzioni wireless. Si potranno inoltre realizzare livelli inediti grazie al generosissimo editor e alla possibilità di scattare foto. Il titolo dovrebbe arrivare nei negozi entro questa primavera.

Gravity Rush

Un action/adventure decisamente orientale e soprattutto molto, molto particolare. Il motivo? Perché la protagonista può sfruttare a proprio vantaggio la forza di gravità contro i nemici, per camminare sulla pareti e sui tetti e per volare. Il design ci ha colpito molto per i colori accesi e brillanti. Sicuramente un titolo da provare.

Everybody’s Golf

L’arte del golf non è mai stata cosi spassosa e divertente. Ancora una volta, Sony punta al design giocoso e ai colori per questo nuovo capitolo. Ma non per questo il titolo è meno profondo: l’utilizzo delle fotocamere sarà essenziale per esplorare in prima persona il terreno, gli ostacoli e la traiettoria prima del tiro. Il pannello touch posteriore consentirà invece di colpire la palla e la forza delle vostre dita influenzerà la performance. Presenti naturalmente editor per creare personaggi e tantissime modalità online.

Touch my Katamari

Un tormentone in Giappone, ma serie poco conosciuta in Europa. La simpatica pallina roteante che assorbe qualunque cosa nel suo cammino, torna su Playstation Vita. Questa volta ci penseranno i comandi della nuova console a rendere le partite ancora più strampalate: con comandi semplici e immediati si potrà infatti allargare o stringere il carico della nostra palla per passare negli angoli più angusti. Nessun limite con la tecnologia touch di Vita. Staremo a vedere.

Ultimate Marvel vs Capcom 3

Dopo aver scatenato mazzate e divertimento su PS3, il crossover Capcom sbarca anche su Playstation Vita, con tutti i suoi 48 personaggi, scontri online e ad hoc ed una grafica in cell shading molto somigliante (seppur con le dovute riserve) a quella della versione originale. Uno dei titoli più attesi dagli amanti dei picchiaduro. Ci auguriamo una conversione fedele e ben realizzata.

Ninja Gaiden Sigma

Ryu Hayabusa ritorna nella sua primissima avventura, in questa versione “portatile” che presenta per la prima volta una modalità Facile, per tutti coloro che hanno mollato il pad a causa dell’eccessiva difficoltà. Alcune azioni di gioco saranno effettuabili attraverso la tecnologia touch e il giroscopio. Tecnicamente il gioco non ci ha stupiti come Golden Abyss, ma la resa grafica regge bene, anche se imparagonabile alla versione originale.

Shinobido 2: Revenge of Zen

Celebre soprattutto per la serie Tenchu, Acquire approda sulla nuova console portatile con il secondo capitolo di un’altra serie ninja di successo. Nei panni di Zen, dovrete farvi largo nel Giappone feudale per vendicarvi dei tradimenti subiti dai vostri nemici. Katane, combattimento e agilità feline faranno da cornice alla trama e copiosi fiumi di sangue e violenza faranno il resto. Solo alcune azioni potranno essere effettuate con i controlli touch.

MotorStorm RC

Dai mostri a quattro ruote su strada si passa alle macchinine telecomandate. Il titolo offre 16 circuiti ambientati nell’universo MotorStorm ed una modalità multiplayer incrociata per 4 giocatori. Il gioco sarà venduto in digital delivery e si potrà giocare anche su Playstation 3, condividendo cosi le sfide online!

Reality Fighters

Questo picchiaduro realizzato dai creatori di Invizimals, sfrutta le telecamere Vita, grazie alle quali si potranno creare personaggi dopo aver scattato le nostre foto personali e si potranno ricreare gli scenari di gioco semplicemente fotografando l’ambiente che più ci aggrada. Peccato che tecnicamente non sia proprio al top. Ma l’idea di fondo intriga.

Little Deviants

Serie di minigiochi divertente ma che non convince appieno per il momento. Interessante comunque l’utilizzo dei sensori touch: in una sfida bisognerà ad esempio scavare il terreno per creare delle buche.

Sound Shapes

Uno dei titoli più semplici ma interessanti della line-up: si tratta in effetti di un platform musicale, in cui i livelli sono in realtà delle canzoni, che possiamo modificare toccando gli oggetti presenti su schermo. Non mancheranno ostacoli e situazioni divertenti da vivere a ritmo di musica.

Hustle Kings

Questo simpatico simulatore di biliardo sfrutta grandiosamente i controlli Playstation Vita: il touch screen è infatti utilissimo per calibrare la forza del colpo. Tra le modalità di gioco, segnaliamo quella asincrona, con la quale potrete sfidare gli utenti anche se non sono online.

SuperStardust Delta

Da PS3 a PSVITA con furore: lo sparatutto Sony sfrutterà entrambi gli stick analogici per mettere a ferro e fuoco l’universo spaziale tipico della serie, tecnicamente realizzato in maniera impeccabile e solo leggermente inferiore alla versione originale. Il titolo sfrutterà i sensori di movimento, il pannello posteriore e il touch frontale e promette davvero parecchio divertimento. Incrociamo le dita.

![](dust delta vita/userfiles/ssdelta_w32_2011-05-05_22-43-28-60_jpg_640x360_upscale_q85.jpg)

Rayman Origins

Il capolavoro Ubisoft sbarca anche su Playstation Vita (si spera) fedele in tutto e per tutto a quello originale. Level design mozzafiato, corse contro il tempo, salti impossibili e tutto il fascino 2D che tanto abbiamo amato in questo episodio. Si potranno sfruttare anche touch screen e sensori di movimento, ma in maniera molto marginale.

Escape Plan

Questa avventura dalle tonalità dark ci ha stregati sin dalle prime schermate: i protagonisti Laarg e Lili sono imprigionati all’interno di una sadica macchina mortale dal solito cattivone di turno. Uscirne non sarà un’impresa facile: arrivano in aiuto il touch screen e i sensori, indispensabili per tirare, spostare muovere e interagire con l’ambiente circostante, vero e proprio rompicapo ambulante livello dopo livello. Un’ovazione per il level design: semplicemente intrigante.

Little Big Planet

Una delle maggiori serie platform di successo Sony non poteva mancare all’appello, ma con quali novità? Nuovo editor personalizzabile per creare i nostri pupazzetti preferiti, possibilità di spingere e tirare blocchi in tre dimensioni e tutto il fascino della serie Media Molecule. I controlli touch saranno il fiore all’occhiello di questa produzione.

Resistance: Burning Skies

E anche la saga Insomniac sbarca su PSVITA, riproponendo la stessa azione frenetica e l’invasione di Chimera saggiata su PS3. La storia si svolge negli USA, nel bel mezzo di un’invasione aliena da combattere senza respiro. Il secondo stick analogico dovrebbe rendere l’esperienza ancora più coinvolgente e senza compromessi. Abbiamo notato però uno scarso utilizzo dei controlli touch (solo per cambiare le armi) e un comparto tecnico non proprio all’altezza delle prestazioni Vita. Ci auguriamo ritocchi generali prima dell’uscita.

Silent Hill: Book of Memories

La serie cambia completamente registro su Playstation Vita, in favore di un action con visuale isometrica, dove (al momento) l’orrore della collina silenziosa si vede solo nella pessima realizzazione tecnica e nella scelta di prediligere il combattimento e il multiplayer alle avventure solitarie nel buio e nell’angoscia più totale. Konami rassicura i fan sulle atmosfere, che rimarranno le stesse che tanto hanno giovato alla serie, ma quanto abbiamo visto  non promette niente di buono.

Lista completa dei titoli disponibili al lancio

Uncharted: Golden Abyss

WipEout 2048

Reality Fighters

Little Deviants

ModNation Racers: Road Trip

Everybody’s Golf

Escape Plan

Gravity Rush

Hustle Kings

MotorStorm RC

Top Darts

Super StarDust Delta

Ed ecco quelli attualmente in sviluppo

Army Corps of Hell, Square Enix

Asphalt: Injection, Ubisoft

Disgaea 3 Return, NIS America

Dungeon Hunter: Alliance, Ubisoft

Dynasty Warriors Next, Tecmo Koe

EA Sports FIFA Football, EA

F1 2011, Codemasters

Lego Harry Potter: Years 5-7, WB Games

Lumines Electronic Symphony, Ubisoft

Michael Jackson: The Experience HD, Ubisoft

Ninja Gaiden (working title), Tecmo Koei

OddWorld: Strangers Wrath, OddWorld Inhabitants

Puddle, Neko Entertainment

Pure Chess, RebelPlay

Putty Squad Vita, System 3

Rayman Origins, Ubisoft

Ridge Racer, Bandai Namco

Shinobido 2, Bandai Namco

Silent Hill: Book of Memories, Konami

Stardrone Extreme, BeatShapers

Super Monkey Ball Banana Splitz, SEGA

Supremacy MMA, 505 Games

Tales from Space: Mutant Blobs Attack, Drinkbox Studios

The Treasures of Montezuma Blitz, Alawar Entertainment

Touch My Katamari, Bandai Namco

Troopies, Bloober Team

Ultimate Marvel vs. Capcom, Capcom

Urban Trials, Tate Multimedia

Virtua Tennis 4: World Tour Edition, SEGA

Orc Attack, Casual Brothers

Ben 10 Galactic Racing, Bandai Entertainment

Dragon’s Racing, Ignition Entertainment

Robot Rescue Revolution, Teyon; Mortal Kombat, WB Games

Assassin’s Creed, Ubisoft

Bioshock, Take Two

Street Fighter X Tekken, Capcom

Call of Duty, Activision Blizzard

Conclusioni

Playstation Vita è da quasi un mese sugli scaffali dei negozi giapponesi e le polemiche non sono certo mancate: controlli touch difettosi, blocco improvviso della console e incapacità di riavviarla direttamente pigiando il tasto reset. Il costo (anche se da Sony ci aspettavamo cifre più alte) non è certo economico e lo stesso vale per quello dei giochi (49,99 euro in Europa).

Una nascita acclamata decisamente in modo tiepido: il pubblico preferisce stare a guardare anziché sborsare cifre esorbitanti nei primi mesi di vita della console. Molti si chiedono il perché di tanta potenza se poi, a livello di innovazione, la neonata Sony non offre nulla di nuovo ad un pubblico abituato ormai da tempo alla tecnologia touch, al 3G e al multiplayer. Una cosa però va detta: sono i giochi a decretare il successo di una console, e la line-up di Playstation Vita ne ha per tutti i gusti. Ci auguriamo sinceramente che il panorama dei titoli si moltiplichi, nel corso dei prossimi mesi, di esclusive, progetti interessanti ed esperienze che sfruttino al 100% le capacità di questa macchina e che ne giustifichino il prezzo, per non dire la sua stessa esistenza. Confidiamo in un futuro quanto inevitabile calo di prezzo, che potrebbe decisamente allargare l’interesse da parte dell’utenza. Nel frattempo, godiamoci la gigantesca campagna marketing per l’Europa orchestrata da Sony e auguriamole con tutto il cuore buona fortuna, dato che ne avrà davvero bisogno questa volta. Appuntamento al 22 febbraio.!

Articolo precedenteBinary Domain rinviato di una settimana
Prossimo articoloGran Turismo 5: nuovi DLC e patch la prossima settimana
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.