Il fondatore di Mojang Marcus “Notch” Persson ha ammesso ieri che offrì lui stesso una possibilità a Bethesda e Zenimax per terminare la querelle nata negli ultimi mesi, che coinvolge il prossimo titolo della software house svedese, Scrolls , e la serie ventennale The Elder Scrolls. Notch ha infatti ammesso di essere disposto di rinunciare al trademark di Scrolls se anche Bethesda/Zenimax avessero fatto lo stesso, e chiamando i due titoli con lo stesso nome ed un sottotitolo diverso: i papà di Skyrim hanno rifiutato, decidendo di continuare la disputa in tribunale.

- Advertisement -
Articolo precedenteDead Space 3 – Nuovi rumors
Prossimo articoloPayDay The Heist rinviato
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.