Diciamo la verità: quanti giochi basati sull’universo Marvel possono dirsi originali? Se si esclude la serie di Marvel: La Grande Alleanza, sono davvero pochi gli esempi di videogioco che, concentrandosi su un unico personaggio, siano riusciti a colpire pubblico e critica in modo unanime. I ragazzi di Hero HQ, invece, hanno pensato bene di proporre qualcosa di nuovo, che in pochi – sino ad ora – avevano sperimentato nel genere “supereroi”. E la prima innovazione, in X-men Destiny, parte direttamente dal protagonista: saremo noi a creare il nostro X-men, a personalizzarne i poteri e a decretarne destino e allineamento morale.

Paura e delirio a San Francisco

Un disastro improvviso nella città di San Francisco è l’occasione ideale per scoprire i propri poteri. Tra una folla di passanti, saremo chiamati a scegliere il nostro preferito tra tre potenziali eroi (due ragazzi e una ragazza): uno sarà più portato per il combattimento a distanza, un altro per quello in mischia, e uno avrà il meglio dei due mondi. Una volta selezionato quello di nostro gradimento, un pericolo imminente darà noi modo di reagire usando i nostri poteri – che varieranno a seconda del protagonista (e quindi della “razza”) scelto. Non saranno però solo il nostro aspetto e le nostre predisposizioni genetiche a variare: ognuno dei tre caratteri avrà la propria storia, e quindi un differente destino nell’universo Marvel. Se quindi, da un lato, i combattimenti proposti dal gioco durante il tutorial ci sono sembrati un po’ piatti e ripetitivi, fin dall’inizio X-Men Destiny ci è parso tutto fuorché un progetto arido e povero di passione. Nei dialoghi sarà possibile scegliere cosa rispondere, e addirittura se accettare o meno una missione, e questo lascia ben sperare sulla trama e sul fattore di rigiocabilità, il quale, stando agli sviluppatori, dovrebbe sopperire alle sole 8 ore di gioco con finali multipli e variazioni dei livelli a seconda delle nostre azioni.

A ben guardare, dunque, quello presentatoci da Hero HQ non è altro che un vero e proprio Gdr, in cui la progressione del nostro personaggio è regolata dalla nostra condotta e dall’esperienza guadagnata. Non molto oltre la sezione iniziale poc’anzi descritta, infatti, saremo chiamati a scegliere la nostra “classe”, che poi potremo ulteriormente personalizzare attraverso gli “X-Genes”, sostanzialmente upgrade che potremo equipaggiare (non in modo permanente) al fine di ampliare e combinare i nostri vari poteri. Da quel poco che abbiamo avuto modo di provare, le varie combinazioni funzionavano piuttosto bene ed avevano un effettivo impatto sulla natura del gameplay, che variava a seconda del modo in cui impostavamo le capacità dell’eroe. Durante la demo da noi giocata, inoltre, fin da subito ci è stata offerta la possibilità di comportarci da buoni o da cattivi, scegliendo o meno di aiutare i classici personaggi dei fumetti (Emma Frost, Ciclope, ecc…).

Il concept di base ci è parso molto solido, sin dai primi istanti di gioco. Ma forse Hero HQ avrebbe dovuto concentrarsi di più sulla varietà della situazioni (praticamente ridotte a semplici e continue scazzottate coi nemici) e sul motore grafico, che “vantava” texture impastate, modelli poligonali spigolosi ed effetti particellari non molto curati: a occhio, quella di X-Men Destiny ci è sembrata una grafica di sei anni fa. È assolutamente un peccato, perché le ottime idee insite in certe scelte di design avrebbero potute essere sviluppate all’ennesima potenza. La sensazione è che Activision abbia investito, forse, troppo poco nel progetto, che a circa un mese dalla sua uscita (fissata per il 27 Settembre) sembra un prodotto ancora incompleto. Certo è che il nostro istinto potrebbe sbagliarsi, e che X-Men Destiny, a dispetto di qualche livello iniziale piatto e monotono, potrebbe rivelarsi un titolo da non perdere per i fan della saga a fumetti. Il nostro suggerimento, comunque, è di tenerlo d’occhio: qualunque cosa ne verrà fuori, non sarà il solito picchiaduro a base di artigli d’adamantio e raggi concelanti.

Articolo precedenteThe Darkness II (2)
Prossimo articoloSpider-Man: Edge of Time
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.