Street Fighter e Tekken sono due fra le più celebri serie di picchiaduro, ognuna rappresenta il massimo esponente di due differenti rami del genere. La serie Capcom è caratterizzata da un alto tasso tecnico, combattimenti 2D e grafica cel-shading (nelle ultime edizioni), mentre Namco rinnovò il genere con scontri 3D, mosse spettacolari accessibili a tutti e capacità tecniche sempre all’avanguardia. Da una parte troviamo una serie storica, nata nel lontano 1987, amata dai fans soprattutto di vecchia data che cercano sfida complessa, competizione e tattica; dall’altra, uno dei primi picchiaduro 3D che rivoluzionarono il genere nella metà degli anni ’90, aggressivo, rapido ed intuitivo.

Chi avrebbe mai pensato ad un cross-over che mettesse insieme questi due grandi mondi così diversi tra loro?

Ne arriveranno ben due, uno curato da Capcom (Street Fighter X Tekken ) ed un altro messo a punto da Namco ( Tekken X Street Fighter ). Mentre per quest’ultimo non sono ancora trapelate notizie, è stata Capcom ad esporsi per prima e divulgare alcune informazioni sul gioco.

Chi gioca in casa è sempre favorito

In attesa di info riguardo la versione curata da Namco, i fans Capcom hanno potuto letteralmente gioire quando Ono (lead developer) ha confermato che “Street Fighter X Tekken” sarà un picchiaduro 2D . Eliminati quindi gli spostamenti su 3 dimensioni e di conseguenza anche gli attacchi laterali. Inoltre, Ryu e Ken, avranno particolari benefici, come la capacità di poter “caricare” le proprie mosse per potenziarne l’effetto.

Caratteristiche tendenzialmente favorevoli agli amanti di Street Fighter, ma era prevedibile visto che questa è la versione sviluppata da Capcom. Ono sta sulla difensiva dichiarando che questo nuovo picchiaduro è appositamente pensato per soddisfare le aspettative di entrambe le schiere di fans: un beat’em up veloce e spettacolare, ma allo stesso tempo tecnico.

Anche i Mishima meritano la loro parte

Malgrado l’orientamento generale del gioco sia verso le meccaniche di Street Fighter, anche la banda capeggiata da Kazuya ha da dire la sua. Infatti, il roster proveniente dal torneo d’arti marziali più famoso al mondo potrà contare su tutte le mosse e combo originali, trasportate, non solo per accontentare l’occhio dei fans, bensì eseguibili secondo le medesime combinazioni di tasti presenti nei vari Tekken . Oltre a rendere il titolo più familiare per gli amanti della serie Namco, questo contribuirà anche a rendere il gameplay unico e versatile.

Altra peculiarità ereditata da Tekken è la modalità tag: squadre da due lottatori intercambiabili si sfideranno senza esitazione di colpi, ma con la variante che la morte anche di un solo lottatore potrà causare il game over per la squadra. Infine, non mancheranno le mosse EX tipiche della serie, oltre alla possibilità di utilizzare Ultra Combo anche per il roster Namco.

Roster stellari

Come per tutti i cross-over, quando due grandi serie si fondono in unico titolo i personaggi selezionati sono fondamentali. “Il Drago” Ryo ed “Il Diavolo” Kazuya sono stati eletti come maggiori rappresentanti di Street Fighter e Tekken, ma dietro di loro si ergono due grandi gruppi: Ken, Abel, Guile, Chun-Li e Dan per Street Fighter, mentre Nina, Marduk, King, Bob, Jin e Paul per Tekken (nell’attesa che molti altri vengano svelati).

Il duello è più aperto che mai e questi sono solo i primi personaggi annunciati e mostrati. Sicuramente i vari roster verranno ampliati ed arricchiti di altri rappresentanti “di lusso” dei rispettivi giochi. Certo, già da adesso il tutto promette molto bene; quale amante del genere non ha mai fantasticato sullo scontro fra i paladini delle due serie?

Il design di Capcom nella spettacolarità Namco

Capcom mantiene lo stile grafico fedele ai titoli Street Fighter: cel-shading, design dei personaggi cartoonesco, colori sprizzanti e vivaci. Amore a prima vista per i fans della serie Capcom, sconcerto per i fans di quella Namco.

Per quanto concerne le arene c’è invece un bel cambiamento, infatti, le location sono tanto folli quanto estreme: dai dinosauri internati in una specie di Jurassic Park, a setting sci-fi con tanto di robot di sfondo. Insomma, ce ne sarà per tutti i gusti.

Capcom vs Namco: 1-0

Una battaglia che va oltre al videogames: le due software-house si sfideranno a vicenda con questi due titoli, avendo la possibilità di dimostrare quale delle due sarà la migliore.

Street Fighter X Tekken è sicuramente tendenzioso e preferenziale, gli elementi e le meccaniche sono palesemente ereditate da Street Fighter. Certo, il prodotto sembra di pregevole fattura e s’instaura in un periodo nel quale il genere picchiaduro sta vedendo un gran rispolvero. Di carne al fuoco ce n’è tanta, attendiamo anche le mosse di Namco fra una scommessa ed un’altra su chi vincerà fra Ryu e Kazuya.

Articolo precedenteLa leggenda rivive. Pronti a salpare con la nuova avventura
Prossimo articoloCrysis 2: ecco il primo DLC
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.