Si è appena conclusa la conferenza “Discover 3DS”, l’evento che ha presentato la nuova console al pubblico europeo svelandone alcune, inedite potenzialità. Della console si era già parlato molto alla conferenza Nintendo, svoltasi durante l’ultimo E3, ma pochi elementi tangibili erano stati rivelati, lasciando tutti i presenti in uno snervante stato di suspense e obbligandoli a un test con mano, dopo lunghe code di ore, per soli cinque minuti. Oggi, 19 Gennaio 2011, Amsterdam è stata teatro di un nuovo evento, un’ora e dieci circa di novità e spiegazioni che hanno stimolato nella platea e nel pubblico che osservava il tutto online emozioni altalenanti… Andiamo ad analizzare passo per passo tutte le scoperte emerse in questo freddo pomeriggio invernale!

Nintendo e il 3D: un rapporto lungo anni, ora per tutti!

Dopo una breve apertura di Johnathan Ross , celebre presentatore inglese che ha desiderato fare il suo ingresso con indosso due giganteschi occhialoni 3D, la parola è stata lasciata immediatamente a Lauren Fischer , direttore del Marketing e dei PR di Nintendo Of Europe: Fischer ha voluto sottolineare l’affezione di Nintendo per la terza dimensione… Già dai tempi del GameCube , Nintendo aveva, a quanto pare, pensato a una implementazione della terza dimensione nelle sue console e nei suoi giochi ma le ovvie carenze tecnologiche non avevano permesso nessuna evoluzione in questo senso; tuttavia, la vera sfida era iniziata molto prima con alcuni giochi per NES compatibili con i normali occhiali 3D (si pensi solo a “Rad Racer”, ndr). Ora però è necessario un intrattenimento in tre dimensioni per tutti e il 3DS sembra essere la console adatta per portare a termine questo felice obiettivo. Fischer inizia ad esporre alcune delle funzionalità del Nintendo 3DS: lo schermo 3D sarà più grande del 10% rispetto a quello del DSi , si potrà scegliere il grado di attivazione della terza dimensione e sarà pienamente compatibile con le SDCards classiche; alla normale combinazione ‘croce direzionale + tasti’ è stato aggiunto uno stick analogico, utile per movimenti precisi o una migliore gestione delle telecamere; all’interno della console è anche presente un giroscopio , che sarà utilizzare per rilevare le posizioni della console nello spazio e interagire di conseguenza con giochi e applicazioni. Saranno presenti vari obiettivi fotografici per scattare delle foto in tre dimensioni e una piccola luce verde nell’angolo in alto a destra sarà il nostro faro guida per lo SpotPass , un sistema di connettività che ci permetterà di interagire con le connessioni Wi-Fi compatibili, private o pubbliche: grazie allo SpotPass , il 3DS potrà inoltre usufruire di alcuni servizi di notizie e video forniti da EuroSport e da Sky 3D . David Sproxton , uno dei co-fondatori di Aardman Animations (celebre per “Wallace e Gromit”) ha annunciato con piacere una collaborazione con Nintendo per distribuire, in 3D su 3DS via SpotPass , alcuni episodi inediti della loro serie “Shaun The Sheep” .

Strade per incontrarsi e strade per combattere: StreetPass e Capcom

E’ tempo di intodurre lo StreetPass : si tratta di una funzione molto simile allo SpotPass che si attiva automaticamente lasciando il proprio 3DS in modalità ‘riposo’. Grazie a questa nuova connettività, ogni 3DS scambierà automaticamente i dati e le informazioni degli utenti che posseggono un 3DS in modalità riposo e camminano vicino a noi per le strade , in tutto il mondo. Si potranno così avere informazioni su Mii, le loro nazionalità e dati sull’ultimo gioco utilizzato dai giocatori in questione. Fischer spiega che tutto questo è stato implementato per aumentare il senso di comunità tra i giocatori e che gli sviluppatori, in questo senso, hanno la possibilità di sbizzarrirsi nei modi più impensabili! Capcom è la prima che vuole dare conferma di queste potenzialità e fa la sua entrata in scena Yoshinori Ono , uno dei responsabili di “Super Street Fighter IV – 3D Edition” – che Cyberludus.com aveva già incontrato alla GamesCom 2010 alla presentazione europea di “Street Fighter X Tekken”, ndr -. Dopo aver scherzato a lungo con il pubblico, facendogli mimare un Hadouken, e dopo aver definito Fischer una ‘versione noiosa di George Clooney’, Ono inizia a spiegare come Capcom ha voluto implementare lo StreetPass nella sua ultima opera: “Tempo fa, con “Street Fighter”, i giocatori si sfidavano uno di fianco all’altro: ora si potrà combattere con chiunque, in qualunque momento e in qualunque luogo . Grazie allo StreetPass sarà possibile vedere apparire sul proprio schermo delle miniature di combattenti ed è proprio in quel momento che il giocatore deve accettare la sfida, scendere per strada e raccogliere gli inviti di tutti gli sfidanti possibili. E’ un nuovo modo di vivere le battaglie in modalità VS.: ovviamente, come la serie ‘Pokèmon’ insegna, sarà disponibile anche una normale modalità VS. in connessione locale tra 3DS.”. Ono ne approfitta, inoltre, per presentare Channel Live , una modalità che permetterà a chiunque di osservare gli scontri online tra altri due giocatori, una funzionalità possibile in ogni luogo solo grazie al 3DS, e da ultimo conferma una corposa schiera di personaggi selezionabili, i quali saranno circa 35 . L’entrata di Mr. Shibata, il presidente di Nintendo of Europe, è un’occasione utile per Ono per scherzare sui personaggi del gioco e sul suo grande desiderio ‘utopico’ di avere David Hasselhoff tra le fila dei suoi combattenti!

Ognuno ha qualcosa da mostrare: UbiSoft, Konami e Tecmo-Koei-Team Ninja

Mr. Shibata prende la parola e invita sul palco alcuni sviluppatori, pronti a mostrare i loro giochi e le loro idee. La prima azienda ad animare questa parte dell’evento è UbiSoft : Yves Guillemot afferma: “Quando abbiamo visto il 3DS per la prima volta eravamo veramente sorpresi dalle immense potenzialità che possedeva, era un mondo nuovo! Per questo noi abbiamo pensato e stiamo lavorando su 8 giochi che saranno pronti per il periodo del lancio, alcuni dei quali basati su nostri franchise di punta o dimenticati, come ‘Ghost Recon’ e ‘ Rayman’ “. Dopo UbiSoft è il turno di Konami : Mr. Enomoto e Mr. Hatsumi sono due delle menti dietro gli ultimi episodi della serie “Pro Evolution Soccer” è il loro “Pro Evolution Soccer 2011 3D” è il loro primo ‘figlio’ in questa generazione di gioco portatile in tre dimensioni. “Ora molte persone potranno fare esperienza del 3D visto che al momento pochissimi hanno una televisione compatibile con il 3D. Noi vogliamo reinventare i Franchise di Konami e inventarne di nuovi per il 3D. Noi abbiamo scelto ‘PES’ come primo titolo: la telecamera è cambiata parecchio, si è evoluta , e ne abbiamo aggiunte parecchie altre al gioco. Queste, unite alla profondità del 3D, garantiranno una nuova immedesimazione, come se il proprietario della console fosse lì a giocare a calcio sul campo.”. Da ultimo entra sul palco Yosuke Hayashi , produttore Tecmo-Koei-Team Ninja del nuovo ” Dead Or Alive Dimensions” : “La serie ‘Dead Or Alive’ è nata in Giappone nel 1996 ed è arrivata qui in Europa nel 1998. Dopo diversi episodi abbiamo deciso di prenderci qualche anno di meditazione, volevamo portare la serie a un nuovo livello, ma non trovavamo la possibilità per riportarla con successo su una console. Il Nintendo 3DS sembra averci offerto questa opportunità appieno : questo titolo è una sorta di ‘best of’ di tutta la serie ‘Dead Or Alive’, con vecchi e nuovi personaggi e il fascino che l’ha sempre contraddistinta. Siamo convinti che sarete sorpresi dalla fluidità del gioco e dalle possibilità di connessione che abbiamo implementato per far divertire anche un pubblico meno esperto di videogiochi. Potrete finalmente vivere l’esperienza di un combattimento in 3D in un vero ambiente tridimensionale!

Nintendo: tra classici e funzionalità

Fischer torna a prendere la parola per discutere sui titoli creati direttamente da Nintendo , soffermandosi principalmente su tre di questi: il primo è “Pilotwings Resorts” , un gioco che permetterà di pilotare un aereo o un deltaplano in tre dimensioni richiamando alcuni elementi dei giochi originali della serie e implementandone alcuni tratti da “Wii Sports Resorts”; “Nintendogs + Cats” riprende le modalità del titolo precedente unendo ad esse la compatibilità con la fotocamera, attraverso la quale un cucciolo potrà riconoscere il suo padrone semplicemente osservandone il volto mentre fuggirà spaventato dagli sconosciuti, e insieme a questo si noteranno molti miglioramenti grafici relativi al pelo degli animali e ai loro arti, in modo tale che un cucciolo di una specie non sia esattamente identico a un altro della stessa razza; “Steeldiver” è il ritorno di una vecchia tech demo per Nintendo DS e si tratterà di una simulazione di sottomarino che sarà controllata in massima parte dal giroscopio presente all’interno della console. Purtroppo, vengono dati solo pochi accenni su “The Legend Of Zelda: Ocarina Of Time” e “Kid Icarus Uprising” . Mr. Shibata, da ultimo, torna sul palco per parlare del software interno già presente nella console: sarà possibile creare i Mii direttamente dalle fotografie e utilizzare le foto in ‘FaceRiders’ , una sorta di shooting gallery personalizzata. Grazie agli obiettivi fotografici si potrà interagire con alcune carte per materializzare oggetti sullo schermo e grazie a un E-shop si potranno scaricare un browser per la navigazione su internet e diversi classici (o meno) per GameBoy e GameBoy Color . Da ultima, viene rivelata la data di lancio europea del sistema, prevista per il 25 Marzo 2011 : Shibata non vuole rivelare il prezzo ma chiede di essere pazienti e comprensivi quando questo sarà reso pubblico . Così si conclude la conferenza ‘Discover 3DS” di Amsterdam: grazie a un tour europeo, sul quale saranno presto presenti dettagli sui siti Nintendo, sarà possibile provare da Febbraio il 3DS in determinati luoghi scelti in tutta europa. Nella speranza che questo tour giunga anche in Italia, noi usciamo da questa conferenza pieni di speranze e aspettative: a quanto pare l’aria di rivoluzione è davvero prossima e, grazie alla profondità delle tre dimensioni, sarà sicuramente possibile sperimentarla ancora meglio del solito, nella piena convinzione che le capacità e la creatività di Nintendo non deluderanno il nostro cuore di giocaotri che, ancora per due mesi, dovrà pulsare ancora per la grande curiosità.

Articolo precedentePES 2011 3D: primo trailer disponibile
Prossimo articoloChiude Propaganda Games
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.