E’ innegabile che la perdita di un elemento come Keiji Inafune abbia pesato su Capcom, ma secondo il produttore Ryota Niitsuma non tutto il male viene per nuocere , e difatti da quando Inafune ha abbandonato la compagnia, i suoi lavoratori si sono trovati più vicini l’uno all’altro.

Nonostante Inafune abbia lasciato parole abbastanza pesanti sull’industria videoludica giapponese , Capcom in particolare, accusandola di avere almeno cinque anni di ritardo sul resto del mondo e di essere incapace di innovare , Niitsuma continua ad avere un’alta stima per lo sviluppatore e rimane convinto che, nonostante Capcom abbia perso un leader carismatico , il lavoro di squadra abbia non solo compensato la sua mancanza ma anche avvicinato il resto del team .

Articolo precedenteMarvel vs Capcom 3: Fate of Two Worlds – Hands on
Prossimo articoloLa pirateria arriva a 4:1
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.