Chi non conosce la serie Resident Evil? Il videogame horror per eccellenza dal quale è stata tratta anche una saga cinematografica. Si tratta di un pilastro nella storia dei videogames e più in generale nel mito terrificante degli “zombie”. Moltissimi altri film e giochi si sono ispirati alla trama survival-horror del virus che tramuta la gente in zombie, una mostruosa creatura divenuta oggi ancor più un’icona – basta accennare giochi come Left 4 Dead , Dead Rising e le più note pellicole di George Romero.

Nel corso dell’evoluzione della serie, i fan si sono separati in due fazioni: da una parte, coloro che sostengono il declino assoluto della serie – legati fortemente alle peculiarità della prima trilogia dedicata a Racoon City (come la telecamera fissa, la forte suspance e la componente strategica attorno al risparmio di munizioni, oggetti curativi e quant’altro), dall’altra troviamo invece i sostenitori degli ultimi capitoli, d’impronta decisamente più sparatutto. La serie si contorna di numerosi spin-off, la maggior parte dei quali di poco successo, ma con cui Capcom si è concessa di sottoporre ad un test le reazioni dei fan d’innanzi a forti cambiamenti di gameplay: ne è un esempio la serie di sparatutto a scorrimento meglio rappresentata oggi da Resident Evil Darkside Chronicles , per Wii, tratto a sua volta dai più datati Resident Evil Gun Survivor . All’E3 2009 Capcom annunciò Resident Evil Portable , in esclusiva PSP, con l’intento di creare uno spin-off della serie che si estraniasse dai suoi predecessori e che introducesse un’esperienza di gioco tutta nuova per gli amanti di Resident Evil.

Racoon City in formato portatile


Quello che ci riserverà Resident Evil Portable è ancora un mistero.

Nel 2009 venne presentato in seguito ad un accordo con Sony, intendendo espandere maggiormente il parco titoli della sua console portatile, e Capcom di certo non è mai stata rinunciataria alla possibilità di far approdare un titolo del suo brand di punta su una nuova piattaforma.

Il risultato è stata la decisone di progettare un titolo, a detta degli sviluppatori, “specificatamente per la PSP Go”, senza però far luce su cosa differisca specificatamente rispetto allo sviluppo su una PSP standard – e senza ovviamente contare il fatto che il gioco verrà distribuito in via esclusiva tramite Playstation Network.

Quello che però risulta lampante è il fatto che Resident Evil Portable accoglie finalmente le preghiere dei fan di tornare a rivivere l’epidemia di Racoon City. Sicuramente una mossa azzeccata, in quanto la trilogia gettò le basi per il successo attuale del gioco e vendette (vari remake esclusi) milioni di copie. Ritornano quindi le aree urbane e le atmosfere “classiche” della serie, ma ciò non implica necessariamente anche un gameplay che richiama i precedenti capitoli – dato che l’intenzione di Capcom è quella di dare una “rinfrescata” alla serie, introducendo meccaniche di gioco del tutto nuove.

Rigettate quindi le prime ipotesi di un remake, con rivisitazione di strutture e protagonisti, il gioco cadde in una fase di stallo: Capcom, sino ad oggi, non ha mai pubblicato alcun materiale sul gioco e si è limitata a rispondere alle pressioni iniziali sviando con la motivazione che il titolo era ancora nelle fasi primordiali di sviluppo.

Il gioco era previsto per quest’anno, ma quasi certamente è stato rimandato a data “da destinarsi”; nel frattempo, l’annuncio di Resident Evil: Revelations per il nuovissimo Nintendo 3DS, non ha sembrato allarmare Sony che ha esonerato il titolo dalle sue conferenze annuali negli eventi principali dell’anno. Alcune domande poste a Capcom, durante l’E3 2010, hanno ottenuto solamente un silenzio stampa su suddetto titolo.

Dalla cancellazione alla mutazione

Le reazioni di Capcom alle domande della stampa ed il silenzio inspiegabile calato sul titolo hanno lasciato azzardare le più diverse ipotesi: c’è chi pensa che il gioco sia stato cancellato, chi invece ancora spera che tutto ciò è causa di qualche “intoppo” nelle fasi di sviluppo o chi ancora ritiene che l’accordo fra Sony e Capcom sia sfumato ed il titolo si fosse “trasferito” su Nintendo 3DS con la rinomina in Resident Evil: Revelations . Inutile dire che molte di esse sono infondate, soprattutto l’ultima legata a Nintendo: Revelations, del quale invece conosciamo svariati dettagli, è ambientato dopo gli eventi di Resident Evil 5 e, secondo l’ordine cronologico della saga, Racoon City sarebbe già stata cancellata dalla faccia della Terra in seguito agli avvenimenti narrati nell’ultimo capitolo della trilogia. Da quel poco che sappiamo, s’evince che è molto più probabile che la trama di Portable sia similare a quella degli spin-off Outbreak, ovvero che sia tratta dalla storia di nuovi personaggi nel corso della contaminazione di Racoon City.

Dov’è finito Resident Evil Portable?

Avrete capito che di voci ne girano parecchie, ma nessuno sa realmente che fine abbia fatto questo titolo. Quello che però si conosce per certo è che Capcom non ha confermato nulla di quanto si è vociferato da un anno a questa parte, inoltre, cosa più rassicurante, non ha mai tolto il gioco dalla propria lista di titoli in sviluppo. Di certo l’atteggiamento degli sviluppatori verso questo titolo non è dei più promettenti, ma non crediamo si facciano sfuggire l’occasione di espandere il proprio franchise anche sulla console portatile di casa Sony.

Con la rievocazione al passato ed un gameplay “a sorpresa”, Resident Evil Portable ha tutte le premesse per soddisfare indistintamente tutti i suoi fan e divenire una delle perle di cui PSP può vantare.

Articolo precedenteFF XIII Agito e Versus in video
Prossimo articoloNippon Ichi mostra gli sprite di Disgaea 4
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.