Secondo la sede centrale di Ubisoft, i due studio brasiliani in cui lavorano circa 25 persone in tutto non sono riusciti a raggiungere gli obiettivi inizialmente progettati dalla compagnia, e pertanto verranno chiusi entro la fine dell’anno , dopo che saranno terminati i lavori di conversione di alcuni titoli per DS e PSP.

Manca una conferma sul numeri di licenziamenti poiché un numero imprecisato di persone potrebbero essere reintegrate in altri studio.

Articolo precedenteIl prezzo del 3DS basato sul pubblico
Prossimo articoloMedal of Honor stabilisce un nuovo record
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.