L’annuncio di Valkyria Chronicles 3 avrebbe dovuto rimanere un segreto fino a domani; peccato che accidentalmente l’evento dedicato a questo nuovo titolo sia comparso nella lista delle presentazioni di SEGA durante il Tokyo Game Show. Oggi Famitsu ha rivelato tutti i dettagli riguardanti il nuovo titolo SEGA, trapelati a seguito di un intervista con il produttore Shinji Motoyama. Il terzo episodio, il cui nome completo è Valkirya Chronicle 3: Unrecorded Chronicles , come il suo predecessore vedrà la luce su Sony PSP: Shinji Motoyama ha già rivelato che in Giappone il rilascio è previsto per il 27 Gennaio, sia in formato UMD che su Playstation Network.

Sebbene siamo arrivati al terzo stipite della saga, SEGA sembra non voler perdere le vecchie abitudini, e ci offre ancora una volta una componente storyline assolutamente degna di nota. Gli eventi di questo terzo episodio si svolgono nello stesso periodo storico durante il quale si sono svolti gli eventi del primo episodio, rilasciato su Playstation 3, tuttavia, anziché concentrarsi sulle avventure della Squad 7 guidata da Welkin, stavolta ci offrirà la possibilità di guidare la Squad 422, detta Nameless . Questa squadra è detta senza nome in quanto interamente composta da criminali, disertori e altri individui poco raccomandabili, ognuno dei quali contraddistinto da un numero, anziché dal proprio nome.

Famitsu ci ha permesso di fare la conoscenza di tre protagonisti: l’eroe della storia, nostro alter-ego e caposquadra, è Kurt Irving , il numero 7, un tempo un brillante ufficiale, decaduto poi al rango di senza nome in seguito ad un incidente, e intenzionato a far ritorno al suo vecchio battaglione; Imuka , il numero 1, eroina di turno, adottata dalla compagnia senza nome dopo che una Valkyria ha raso al suolo il suo villaggio; ed infine Riela Marcellis , che come Alicia nel primo episodio, discende dalle Valkyria ma, né lei né chi le sta intorno, è a conoscenza di questa verità, unica superstite di un battaglione, è stata soprannominata Dea della Morte , e declassata a senza nome .

Shinji Motoyama ha anche spiegato alla rivista giapponese le motivazioni che hanno portato SEGA a proseguire la saga su PSP. In primo luogo, il produttore SEGA, ha rivelato la volontà di voler sviluppare in maniera migliore e più completa la serie su PSP, più di quanto fatto con Valkyria Chronicles 2; in un era dove tutti sono sempre molto occupati, PSP, che permette all’utente di giocare dove vuole, è la console ideale per rendere grande la serie. Il produttore, non esclude un eventuale ritorno sulla console casalinga, tuttavia, questo avverrà solo quando avranno delle idee talmente nuove e rivoluzionarie che al giocatore sembrerà di trovarsi di fronte a un gioco del tutto nuovo.

Valkyria Chronicles 3, come già sottolineato in precedenza, muove nello stesso momento storico del primo; a tal proposito gli sviluppatori hanno rivelato che, come è avvenuto nel secondo capitolo, ci saranno durante il gioco vari richiami al primo episodio, ma l’esperienza di gioco resta comunque perfettamente godibile anche per chi è completamente a digiuno della saga. Famitsu ci rivela che il titolo riprenderà la struttura narrativa incontrata nel primo episodio, abbandonando quindi la formula della progressione attraverso le missioni; la storia narrerà delle sfide che la squadra senza nome dovrà affrontare, Squad a cui spetta il lavoro sporco della milizia, svolgere quelle missioni che nessun’altro può portare a termine a meno di un incidente diplomatico.

Sul fronte Gameplay Motoyama e Famitsu sono decisamente più avidi di dettagli: rivelata la possibilità di una Super Mode per le due eroine, modalità durante la quale Imuka rilascia tutto il potere delle sue armi, e Riela libera i poteri di Valkyria sopiti dentro di se. Vera e propria sorpresa è la completa assenza di multiplayer, differentemente da quanto avvenuto nel precedente rilascio: Motoyama ha giustificato quest’assenza con la volontà di SEGA di ricreare lo stesso feeling fra giocatore e storia che vi era nel primo episodio ( come già sottolineato dall’assenza della struttura a missioni che senza dubbio pagava sul fronte longevità).

Rimaniamo in attesa di nuovi dettagli su questa nuova cronaca. Stay Tuned.

Articolo precedente[TGS10] Data e lottatori giapponesi per MMA
Prossimo articoloDLC per Sniper: Ghost Warrior
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.