Nonostate il modello sia contrario a quello attualmente impiegato da Sony Computer Entertainment, ovvero la gratuità del gioco online, Andrew House, presidente del settore europeo di Sony, afferma che la casa sta valutando di rendere le modalità online dei propri titoli usati sbloccabile a pagamento .

Secondo House, il modello dovrebbe rifarsi a quello dei pass online di EA games, “Per quanto riguarda chiedere un abbonamento a pagamento per giocare online, è una cosa di cui stiamo ancora discutendo; a conti fatti, eliminare questa barriera di accesso è uno dei motivi principali per cui possiamo vantare il successo di PlayStation Network , con una rata di connessione del 70 per cento su tutte le console”.

Sony ha già fatto alcuni tentativi in merito, come nel caso di SOCOM: Fireteam Bravo 3 , in cui la modalità online era sbloccata da un codice che, se già usato o non valido, poteva essere sostituito con una sovrattassa di 20 dollari .

Articolo precedenteConfermato il co-op online per Halo: Reach
Prossimo articoloMusica d’autore per il prossimo WRC FIA World Rally Championship
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.