E’ stato definito “improbabile” che l’utilizzo di tecnologie 3D provochi danni permanenti alla vista . A dichiararlo è stato il dottor Mark Borchert, oftalmologo e nominato tra i migliori dottori della California del sud dal L.A. Times nel 2009.

Nell’intervista a Gamasutra, il dottor Borchert ha specificato che la tecnologia 3D non è comunque priva di rischi , “Alcuni soggetti possono avvertire affaticamento della vista, mal di testa o, in casi più rari, perdita dell’equilibrio e senso di nausea. Non ci sono tuttavia prove che possa portare a dei danni permanenti “.

Articolo precedenteWarren Spector pensa a un gioco di Duck Tales
Prossimo articoloPacchetto Xbox 360 scontato su Amazon
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.