Ubisoft difende i DRM

Da quando nel corso dei mesi passati Ubisoft annunciò l’introduzione di un particolare sistema di DRM, molti utenti hanno iniziato a protestare per via del loro massiccio uso unito ad una serie di inconvenienti che portavano, quali ad esempio la necessità costante di rimanere connessi ad internet anche durante le sessioni di gioco in singolo. La società francese è oggi intervenuta affermando di ritenere questo modus operandi vitale per il suo mercato. Sempre secondo Ubisoft l’utilizzo di questi sistemi anti-copia sarebbe strettamente necessario per continuare a ricercare nuovi innovativi titoli per la piattaforma PC.

Articolo precedenteAnnunciate nuove modalità nella beta di Halo: Reach
Prossimo articoloClassifica software giapponese (2)
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.