Quando si parlerà di errori, voluti o non voluti, non si potrà più non parlare di quanto successo ad Auckland , città della Nuova Zelanda, in cui un’iniziativa di Ubisoft per promuovere il nuovo ” Splinter Cell: Conviction ” non è andata propriamente a buon fine. Un attore impersonante un Sam Fisher armato di tutto punto ha infatti gettato la località nel chaos essendo stato scambiato per un vero pazzo intenzionato a compiere una strage. Il disguido è stato verificato solo dopo l’intervento delle forze dell’ordine, che non erano state avvisate da Ubisoft, intervenute tempestivamente sul posto per bloccare il possibile attentatore. La casa francese si è prontamente promulgata in una serie di scuse per l’errore, commesso a quanto sembra da una terza compagnia a cui era stata affidata la campagna pubblicitaria del gioco.

Articolo precedenteAnnunciato Bionic Commando Rearmed 2
Prossimo articoloPiccolo record per Dofus
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.