Condizioni di lavoro disumane in un fornitore di Microsoft

Il National Labor Committee ha pubblicato un rapporto sul fornitore cinese KYE. Questa società, che fornisce a Microsoft accessori per PC ed Xbox 360, è stata colta in un grave caso di sfruttamento dei dipendenti. Questi ultimi infatti sarebbero costretti  da KYE a turni di lavoro di 15 ore al giorno che vanno dalle 7:45 del mattino alle 10:55 della sera. Gli operai, fra cui figurano anche studenti di 16 e 17 anni, prenderebbero una paga di 65 centesimi di dollari l’ora che, nel caso in cui usufruissero della mensa, scenderebbero a 52. Il tutto è condito da esercitazioni paramilitari da eseguire all’alba, ripetuti abusi sessuali sulle operaie, proibizione di parlare con i colleghi durante i turni di lavoro, ascoltare musica e addirittura andare al bagno. Tali condizioni sarebbero finalizzate alla produzione di 2000 mouse a turno.

In tutta risposta Microsoft ha già reso noto di aver avviato un procedimento per verificare tale rapporto e, in caso di necessità, agire di conseguenza per ristabilire le situazioni degli operai. La società americana ha però comunicato che ha più volte eseguito delle verifiche e che non sono mai state trovate delle irregolarità, anzi, ha affermato che si è impegnata più volte per ridurre il numero di straordinari richiesti ed aumentare gli stipendi. Il tutto seguendo lo standard della Electronic Industry Citizenship Coalition

Articolo precedenteIn arrivo Little Big Planet 2?
Prossimo articoloIn arrivo demo a pagamento?
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.