Sreet Fighter IV (iPhone)

Chi lo avrebbe mai immaginato. Uno dei migliori picchia duro 2D arriva anche su iPhone. CAPCOM tenta il colpaccio e dopo aver creato un titolo su console HD davvero appagante, tenta di portarlo anche sui dispositivi Apple. Vediamo come si comportano i lottatori tascabili in mancanza di fightpad o arcade Stick . Molti degli elementi che hanno celebrato la fortuna di questo picchia duro compaiono, quasi inalterati, anche sui dispositivi tattili di Apple . Ovviamente non è possibile immaginare che tutta la profondità di gioco sia stata trasposta su iPhone o iPod touch, e proprio per tale ragione sono giustificabili le semplificazioni adottate in sede di conversione.

Partiamo anzitutto dal roster dei personaggi, davvero ridotto all’osso se paragonato a quello delle console casalinghe. I lottatori in questa versione di gioco saranno soltanto 8: Abel, Blanka, Chun Li, Ryu, Bison, Dhalsim, Guile e Ken. Inoltre, sono stati eliminati pugni e calci deboli, anche se resta inalterato un parco mosse di tutto rispetto, incluse ovviamente le combo speciali presenti nella controparte su console. Lo stick analogico virtuale, visibile solo in trasparenza, posto sulla parte bassa dello schermo fa il suo lavoro, così che è possibile effettuare le ben note “mezze” lune per lanciare Hadoken e simili. I pulsanti azione sono, invece, quattro: due per i calci e i pugni, uno per le mosse speciali e l’altro per caricare i colpi focus. Per gli attacchi focus e ultra non occorrerà smanettare più di tanto sul pad virtuale, CAPCOM ha ben pensato di facilitare il compito data l’assenza di pulsantiere fisiche, così che basterà toccare le relative icone per attivarle. Il gameplay riesce in tal modo a donare in parte quel feeling che Street Fighter ha saputo regalare a tutta l’utenza Microsoft e Sony, spazzando via le preoccupazioni che molti utenti potevano nutrire al momento dell’annuncio della conversione.

Se la giocabilità meraviglia per precisione e affidabilità dei movimenti, è il reparto grafico che stupisce davvero per prestazioni. I modelli poligonali dei combattenti risultano in tutto e per tutto simili alla versione per console e la fluidità con cui il dispositivo muove ogni combattimento è disarmante. Per avere tale qualità non si è dovuto nemmeno porre freni alle modalità di gioco, davvero varie e complete. Si passa dal più tradizionale dei tornei, dove Bison impersonerà il Boss finale, prendendo il posto che Seth ha sulle console da tavolo, fino ad un multiplayer tramite connessione bluetooth. Purtroppo ravvisiamo l’assenza di una modalità online tramite Wi-Fi che purtroppo grava sull’elemento della longevità.

Tra le piacevoli sorprese spicca anche la possibilità di salvare i replay dei propri match, anche se di fatto una tale opzione non concorre più di tanto ad aumentare la qualità del titolo, già di per sé molto alta. Anche il prezzo è purtroppo collocabile sul versante dei contro. 7,99 euro/cent non è sicuramente il prezzo medio per l’ottimo lavoro svolto da CAPCOM in sede di conversione.

Conclusioni

Se avete amato alla follia Street Fighter IV su console e siete amanti del mobile game di Apple, allora dovete seriamente prendere in considerazione l’acquisto di questo titolo. Spazzate via le paure dovute alla mancanza di un pad fisico e lanciatevi nella lotta tascabile già disponibile da tempo su iTunes!

CI PIACE

Grafica stupefacente
Gameplay appagante

NON CI PIACE

Prezzo
Manca l’online

9Cyberludus.com
Articolo precedentePrimo trailer per Kick-Ass
Prossimo articoloAnnunciato Il Regno di Ga?hoole La Leggenda dei Guardiani ? Il Videogioco
Redazione
CyberLudus è un'Associazione Culturale che opera nel settore videoludico dal lontano 2007, a stretto contatto con produttori e distributori di tutto il panorama internazionale. La nostra redazione segue con passione ed entusiasmo l'evolversi di questo mondo, organizzando tornei e contest, partecipando a manifestazioni ed eventi e, attraverso il nostro portale, fornendo all'utenza un piano editoriale che prevede recensioni, anteprime, guide strategiche, soluzioni, rubriche ed approfondimenti.